Ira

Informazioni su The Walking Dead - Ira

Il giudizio degli utenti

9,06 stelle

9,1/10

Sinossi dell'episodio "Ira"

L'ultimo episodio dell'ottava stagione di The Walking Dead, il sedicesimo, ci racconta dello scontro finale fra l'esercito di Rick e quello di Negan.

Mentre entrambi gli schieramenti si preparano alla battaglia decisiva, Eugene mostra a Negan la qualità dei proiettili che ha fatto produrre ai suoi uomini e Dwight viene umiliato con la "divisa" del traditore e costretto a seguire Negan in battaglia.

Intanto, la gran parte dei guerrieri dell'esercito guidato da Rick lascia Hilltop, mentre alcuni uomini - al comando di Tara - restano a presidiare la comunità.

Conscio che Rick sta per cadere nella trappola di Negan tramite il falso piano consegnato da Dwight a Gregory, approfittando della presenza dei vaganti sulla strada, Gabriel si getta dall'auto su cui viaggia con Negan e Eugene.

Correndo nei boschi, senza vedere quasi nulla e disarmato, viene subito catturato da Eugene. Negan, dopo aver colpito Gabriel allo stomaco con Lucille, sembra sul punto di giustiziarlo, ma qualcosa gli fa cambiare idea e lo fa riportare in auto.

Arrivati sul luogo indicato dalla mappa di Dwight, Rick e gli altri capiscono che si trattava di una trappola e intuiscono dove si trovi realmente Negan. Purtroppo, questo era proprio il piano del leader dei Salvatori: Rick e gli altri si trovano circondati dall'esercito di Negan.

Ma quando i Salvatori aprono il fuoco tutte le armi, inclusa la pistola di Negan, esplodono fra le loro mami: Eugene ha sabotato ogni singolo proiettile, eccetto quelli che aveva consegnato a Negan per il controllo qualità.

Ora Rick e i suoi hanno un'occasione e la sfruttano fino in fondo. Tutti combattono, mentre Rick e Negan si affrontano in un corpo a corpo, nei pressi dell'albero che avevamo visto nel flashforward, con Rick ricoperto di sangue e appoggiato al tronco.

Negan sta per avere la meglio su Rick, sferrando il colpo finale, ma Rick gli chiede dieci secondi di tempo per convincerlo ad ascoltarlo. Dieci secondi in memoria di Carl.

Negan glieli concede e, quando inizia il conto alla rovescia, Rick afferma che Carl aveva ragione: la guerra deve finire. Non appena Negan sembra esitare, Rick lo colpisce alla gola con un coltello.

La ferita è grave, ma non mortale: Rick si rivolge ai Salvatori che si sono arresi e dice loro che sono liberi di andare, ma che le cose non saranno più come prima. 

Il regno del dominio di Negan è finito, d'ora in avanti ciascuno lavorerà per il bene comune, per costruire un mondo migliore per tutti quanti. Fianco a fianco.

Rick ordina a Siddiq di salvare Negan, mentre Maggie urla disperatamente di non farlo.

I Salvatori tornano alle loro case mentre Dwight viene portato nel bosco da Daryl, per l'esecuzione. Alla fine, però, anche Daryl decide di lasciare libero il suo nemico, che corre a cercare la moglie nella loro vecchia casa.

Morgan si reca alla discarica da Jadis, su ordine di Rick, per dirle che la guerra è finita e può unirsi alla comunità, se vuole. 

Lui, però, non la seguirà: resterà lì, da solo, come ha capito di dover fare dopo aver quasi ucciso Henry scambiandolo per qualcun altro a causa delle sue allucinazioni.

Mentre a Hilltop la vita sta per tornare alla normalità, Maggie complotta insieme a Jesus e a Daryl contro Rick e Michonne: furiosa perché Negan è stato risparmiato, dice che Rick e Michonne dovranno pagare. Al momento giusto. E gli altri concordano con lei...

Gli episodi de The Walking Dead - Stagione 8

Trailer

Approfondimenti

Video extra

Il cast dell'episodio

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.