FOX

One Piece: svelata la vera natura del Buster Call del 4 ottobre, un grosso progetto artistico

di - | aggiornato

Diversi artisti internazionali collaboreranno per un progetto legato al lato artistico di One Piece.

One Piece ciurma di Rufy Shueisha/Toei Animation

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Si è parlato molto del progetto Buster Call, sin da quando l'account ufficiale Twitter di One Piece ha mostrato un teaser legato a questo nome che puntava verso una data specifica, ossia il 4 ottobre. Finalmente sono arrivate le prime informazioni riguardo questa misteriosa iniziativa.

Secondo quanto riportato dall'utente Twitter Artur - Library of Ohara, sempre molto attento alle informazioni provenienti dal Giappone legate al manga di Oda, il Buster Call sarà un'iniziativa, sponsorizzata da Shueisha, che coinvolgerà tantissimi artisti giapponesi e internazionali che si cimenteranno nella creazione di diverse opere artistiche dedicate a One Piece.

Artur ha mostrato gli screen di due immagini che elencano una lista di artisti coinvolti, e il disegno di un lumacofono dorato, il modello utilizzato nel manga per richiamare il potente Buster Call della Marina.

Su Instagram è stato aperto anche un account dedicato al nuovo progetto, che mostra alcuni esempi di opere artistiche dedicate al manga di Eiichiro Oda.

Come possiamo notare, il progetto non è legato soltanto a eventuali fanart o omaggi in stile fumettistico, ma si basa soprattutto su creazioni originali a tema One Piece traslate nei campi in cui gli autori selezionati sono specializzati. Sull'account Instagram ufficiale possiamo infatti osservare dei dipinti, delle installazioni di arte moderna, delle statue speciali e molto altro ancora.

Guardando l'immagine con il lumacofono dorato sembra ci sia anche in progetto una vera e propria mostra dedicata alle creazioni dei diversi artisti. Nell'immagine possiamo leggere una data, 3 novembre, e il nome di una location censurata, ossia "Lo", forse un riferimento a Londra. In un'altra immagine invece vediamo come data il 7 dicembre, mentre della location possiamo soltanto vedere una S.

Probabilmente quanto riportato è solo la punta dell'iceberg di un progetto ben più grande che vuole omaggiare il manga di Eiichiro Oda anche nel campo artistico con mostre dedicate in diverse parti del mondo. Non ci resta dunque che attendere per avere ulteriori informazioni sul cosa riserverà in futuro il Buster Call.

Il Buster Call è in origine uno degli attacchi più potenti e terrificanti della Marina, con solo una decina di persone in tutto il mondo in grado di evocarlo. Questo è composto da 10 navi da guerra guidate da 5 vice-ammiragli e con 1000 soldati per nave, con una forza militare in grado di spazzare via un'isola. Nel manga è stato visto soltanto due volte: la prima nella terra di Ohara, luogo di nascita di Nico Robin, la seconda ad Enies Lobby durante la battaglia dei Pirati di Cappello di Paglia contro il CP9.

Probabilmente il nome è stato scelto proprio per indicare la grande portata di quest'unione di artisti internazionali fatta appositamente per omaggiare One Piece.

Cosa ne pensate della vera natura del progetto Buster Call? Vi sareste mai aspettati qualcosa di simile?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.