FOX  

Romolo + Giuly 2, tutte le citazioni inserite negli episodi 5 e 6

di - | aggiornato

Dalla fiction italiana ai quiz, con guest star come Carlo Conti, Enrico Papi e Roberto Da Crema: ecco le citazioni inserite negli episodi 5 e 6 di Romolo + Giuly 2.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Altri due episodi, davvero divertenti, e infarciti di riferimenti televisivi, culturali, cinematografici, letterari... 

Il viaggio di Romolo insieme alla sua Giuly prosegue, in questa seconda stagione di Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana, nell'Italia divisa in due e spartita fra Don Alfonso e Giorgio Mastrota.

Fra momenti in puro stile musical classico hollywoodiano (con un grande Fortunato Cerlino), guest star d'eccezione e il ritorno di Giobbe Covatta con la profezia sulla forchetta estratta dal primo piatto di pasta, ecco le citazioni negli episodi 5 e 6 trasmessi da FOX.

Romolo + Giuly: le citazioni inserite nell'episodio 2x05

In cerca di un rifugio sicuro, Romolo, Giuly e i loro amici evasi dal campo di prigionia si ritrovano in Puglia, accolti a una tavola piena di prelibatezze. Ma non tutto è come sembra: le cime di rapa, ingrediente immancabile della tradizione pugliese, diventano uno strumento per dimenticare... Tutto.

Perfino i loro nomi e la loro storia d'amore.

  • La fuga degli evasi dal campo di Roma porta all'idea del cannibalismo, con una divertente parodia della scena di Madagascar in cui il leone Alex assaggia l'amico zebra, Marty, accecato dalla fame.
  • Come Homer, ne I Simpson, segue a distanza di miglia l'odore degli hamburger o delle ciambelle, Romolo segue l'odore di fritto fino in Puglia, alla tavola imbandita sulla quale si mangia ininterrottamente in un'esagerazione della proverbiale accoglienza del Sud.
  • Mastrota e Mario, l'algoritmo che promulga le leggi dentro al finto computer, citano Il Re Leone con Il cerchio della vita e Ivana Spagna.
  • Come già accaduto al suo arrivo a Roma Sud, Giuly ci racconta la permanenza in Puglia raccontandoci, tramite il suo diario, ciò che osserva in stile documentaristico. Una citazione della stessa serie, nella stagione 1.
  • Don Alfonso, "così felice che la sua vita gli sembrava un muscial", interpreta un numero che si rifà alla tradizione classica del musical hollywoodiano.
  • Quando è il momento di togliere le cinture di castità, vengono citati (con una battuta) Battisti e Neruda, che Romolo scambia per un cantante spagnolo. 
  • Le scie chimiche, i vaccini che causano l'autismo e Babbo Natale vengono messi sullo stesso piano, per ridicolizzare alcune convinzioni contemporanee, a suggellare il matrimonio di convenienza fra Olimpia e Mastrota.
  • Sorpreso da Don Alfonso con un DVD di Mastrota, Gennarino gli dice: Tu non sei mio padre! frase pronunciata in molti film e serie, inclusa la fiction Un medico in famiglia.
  • Le tradizioni della cucina pugliese vengono derise con un uso davvero esagerato di olio "buono".
  • "Il nero va su tutto, sfina e poi va un casino quest’anno" dice Olimpia, mentre sceglie un bambino dal catalogo, citando Zoolander e soffermandosi insieme a Mastrota sulla presa in giro di tutti gli stereotipi sulle persone di colore.
  • Quando Gennarino incontra Mastrota e beve il suo primo spritz… Si trasforma immediatamente in un abitante del Nord Italia.
  • Annebbiati dalle cime di rapa, i protagonisti dimenticano tutto. Insieme a loro, presso la cucina dell'accogliente signora pugliese, ci sono anche dei personaggi noti, visti di spalle: Roberto Baggio, che vuole dimenticare un rigore sbagliato ai mondiali, e un ex premier che vuole dimenticare tutto... 
  • Carlo Marzo (Giobbe Covatta) conduce Romolo e gli altri nell’unico luogo in cui non potevano essere trovati, perché non esiste: la sede del Partito Comunista.

Romolo + Giuly: le citazioni inserite nell'episodio 2x06

Dopo l’abolizione delle tasse al Nord e il rifiuto di Don Alfonso di fare lo stesso al Sud, quasi l’80% degli abitanti del Sud parte per andare a vivere al Nord.

Intanto, alla sede del Partito Comunista, Romolo e gli altri incontrano la resistenza: scout un po' troppo cresciuti, un medico imbufalito per la laurea con l’allegro chirurgo concessa da Mastrota e poi Carlo Conti, fra le guest stare dell'episodio nei panni del rappresentante di tutti i presentatori televisivi disoccupati. 

  • I rappresentanti dell'Unione Europea danno a Don Alfonso e Mastrota la pagella di metà quadrimestre: un disastro. E all'Italia viene imposto un ultimatum, un mese per avere un solo governante, o l'Italia verrà trasformata in una provincia francese: una parodia delle procedure d'infrazione e delle ingerenze europee.
  • Il rappresentante europeo, ovviamente tedesco, si mangia il debito greco sotto forma di carta stampata con i dati. 
  • Per unire l’Italia c’è solo una cosa da fare: abolire le tasse. E per trovare le coperture, Giorgio Mastrota svende il patrimonio culturale italiano - la Basilica di San Marco e la Mole Antonelliana - agli stranieri. Arabi, russi e cinesi diventano i veri proprietari dell'Italia, come nelle recenti polemiche sull'acquisizione di diverse imprese storiche italiane. 
  • Don Alfonso cita Vittorio Sgarbi urlando ripetutamente: "Capra!" a Mastrota quando scopre che ha venduto gli Uffizi. 
  • Quando Romolo trova finalmente il primo piatto di pasta con la forchetta da estrarre, la scena cita esplicitamente il film Excalibur di John Boorman.
  • Romolo non è il prescelto: non riesce a estrarre la forchetta, come molti altri, mentre ci riesce subito Giuly, che ora dovrà incontrare la leader della resistenza romana: Giovanna D'Arco di Travertino.
  • Enrico Papi, travestito da Babbo Natale, cerca d’incastrare Giorgio Mastrota e di ricattarlo, durante una bizzarra conversazione in stile quiz che cita esplicitamente Sarabanda.
  • Mastrota ha un flash del passato, della scuola di televenditori, quando il mitico Baffo (la guest star Roberto Da Crema) gli insegnava in un'altra citazione di Zoolander, della scena in cui Maury insegna ai bambini aspiranti modelli. 
  • Citando lo stratagemma storico del cavallo di Troia, ma adattandolo all'unico vero interesse degli italiani, Giangi e Romolo progettano di costruire la Troia di Troia.

Appuntamento a lunedì prossimo su FOX con due nuovi episodi di Romolo + Giuly 2!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.