FOX

Mattel lancia la versione Braille di UNO, il gioco di carte

di - | aggiornato

Mattel, il colosso statunitense che produce uno dei giochi più amati e venduti al mondo, ha collaborato con la National Federation of the Blind per realizzare questa versione inclusiva e coinvolgente di carte speciali.

Una foto della versione Braille di UNO Mattel

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le vie del gioco sono infinite, e devono esserlo anche per i non vedenti: l'azienda che produce UNO, uno dei giochi di carte più amati e venduti al mondo, ne è convinta e per questo motivo ha deciso di lanciare sul mercato la versione in Braille (il sistema di lettura e scrittura tattile a rilievo) delle famose carte.

Mattel, il colosso statunitense che lo produce e una delle maggiori produttrici di giochi al mondo, ha collaborato con NFB (National Federation of the Blind) per realizzare UNO Braille, una confezione di carte speciali (il costo è di 9,99 dollari, circa 9 euro) progettate appositamente per non vedenti.

L'alfabeto Braille è stampato sul fronte e sul retro delle carte: in questo modo i giocatori possano leggerne il colore, il numero o le istruzioni come "Inverti" o "Salta". Ma non finisce qui.

I giocatori non vedenti possono anche andare sul sito web UNOBraille.com e scaricare file leggibili in Braille per imparare le regole del gioco. Si può contare sull'aiuto di Amazon Alexa e Google Assistant, che possono rispondere ad eventuali domande con le istruzioni a comando vocale.

Come nel caso dei LEGO Braille Bricks, l'obiettivo di Mattel è quello di aiutare soprattutto i più piccoli ad imparare il Braille in modo ludico, inclusivo e coinvolgente.

Da diversi anni la multinazionale californiana vuole consentire ad un pubblico più ampio possibile di giocare ad UNO. Il primo passo era avvenuto nel 2017 con le ColorADD, la versione con carte dotate di simboli speciali per rappresentare i colori, così da aiutare i giocatori affetti da daltonismo.

Mark Riccobono, presidente della National Federation of the Blind, ha commentato con soddisfazione il lavoro svolto in collaborazione con Mattel.

UNO Braille fa molto di più che rendere questo gioco così amato più accessibile. Sta contribuendo a promuovere l'importanza e la normalità del Braille introducendolo lì dove nessuno se lo aspetterebbe, e integrandolo nel gioco per tutti i bambini non vedenti.

UNO è stato ideato nel 1971 da un barbiere di Reading, in Ohio, il signor Merle Robbins, che creò questo gioco insieme alla sua famiglia. Da quando è stato commercializzato da Mattel nel 1992, si stima siano stati venduti oltre 150 milioni di mazzi in tutto il mondo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.