FOX

[Spoiler!]

One Piece: le rivelazioni dei nuovi capitoli 956 e 957 sconvolgono il manga

di - | aggiornato

Gli ultimi due capitoli di One Piece hanno sconvolto il mondo creato da Eiichiro Oda con un susseguirsi di eventi e informazioni molto importanti. Ecco cosa è successo.

One Piece Rufy e gli Yonkou Shueisha

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il mondo di One Piece è in subbuglio. Gli eventi avvenuti nelle ultime due settimane stanno rompendo tutti gli equilibri di potere che il Governo Mondiale aveva faticato a tenere stabili. Quanto rivelato nei capitoli 956 e 957, gli ultimi creati dal maestro Eiichiro Oda e freschi d’uscita sulle pagine di Shonen Jump, ha mandato i fan in delirio.

Gli avvenimenti del capitolo 957 sono stati così importanti che le discussioni si sono espanse nel web come un incendio, tanto che il suddetto capitolo è arrivato addirittura tra i primi posti nelle tendenze di Twitter in diversi paesi del mondo, tra cui anche l’Italia.

One Piece è attualmente nel bel mezzo della saga dedicata al Paese di Wa, dove le vicende si fanno sempre più serie, ma Oda ha sorpreso tutti mostrando anche quanto accade nel resto del mondo, rivelando alcune informazioni importantissime per la storia generale.

Ovviamente, essendo capitoli appena usciti in Giappone, e leggibili in inglese sulla piattaforma ufficiale di Shueisha, Manga Plus, contengono grossi spoiler per chi segue la versione italiana del manga edita da Star Comics. Vediamo dunque cos’è avvenuto di tanto importante negli ultimi due capitoli di One Piece.

Attenzione! Possibili spoiler!

Lo scioglimento della Flotta dei Sette

One Piece ShichibukaiHDShueisha

Il capitolo 955 chiudeva la seconda parte della saga del Paese di Wa. Essendo la nuova isola ispirata al Giappone Feudale, Oda ha deciso di creare la storia dividendola in diversi atti ispirandosi alle più famose composizioni del teatro Kabuki giapponese. Solitamente gli spettacoli teatrali Kabuki sono divisi in cinque atti: i primi due di introduzione, seguiti da un terzo e quarto atto con un ritmo più veloce ed esplosivo, ed infine un quinto atto più breve che fa da epilogo.

Molti si aspettavano di vedere l’inizio del terzo atto nel capitolo 956, ma Oda ha deciso di fare una pausa, anzi, un intermezzo restando in termini teatrali, per mostrarci cosa accade nel mondo dopo il Reverie.

Il capitolo 956 inizia con Garp alla corte di Re Nettuno sull’isola sottomarina degli uomini pesce. Garp inizia a raccontare di alcuni fatti avvenuti subito dopo che i diversi re hanno lasciato la sacra isola di Marijoa dove il Reverie si è svolto. Mentre racconta le pagine si muovono tra diversi personaggi coinvolti, lasciandoci scoprire alcuni eventi che da quanto rivelato sembrano sconvolgenti.

Le novità introdotte da Oda sono tante: la prima riguarda un avvenimento pubblicato sul giornale di Morgans, il presidente del World Economic Journal, il quotidiano che riporta le news dal mondo all’interno di One Piece. Quanto accaduto non viene esplicitamente rivelato, ma il Cipher Pol, gli agenti segreti del Governo Mondiale, minacciano Morgan intimandogli di insabbiare il caso e di non rivelare nessuna informazione. L’uomo gabbiano non è d’accordo e mette KO l’agente rivendicando di essere un giornalista innanzitutto e che il suo compito è quello di informare.

X Drake MarineShueisha
X. Drake si scopre essere un membro delle forze speciali segrete della Marina

Così vediamo molte persone scioccate dal conoscere questa notizia che sembra avere a che fare con Sabo. Infatti vediamo poi il giornale letto da Dragon e altri uomini dell’Armata Rivoluzionaria piuttosto sconvolti, stessa cosa dicasi per le persone che conoscevano Sabo in gioventù, come Makino del villaggio natale di Rufy. All’apparenza Sabo sembra dunque rimasto coinvolto in un incidente legato al Reverie (sappiamo infatti che il fratello di Rufy era sull’isola durante l’evento), dove potrebbe aver perso la vita.

Altra importante rivelazione è quella dello scioglimento della Flotta dei Sette, una delle tre grandi forze che reggevano l’equilibrio mondiale insieme ai tre Ammiragli della Marina e ai Quattro Imperatori. Lo scioglimento è stato deciso durante il Reverie, quando il re di Alabasta, Nefertari Cobra, e il re di Dressrosa, Riku, hanno mosso questa proposta dopo i danni tremendi provocati ai loro paesi da due membri della Flotta dei Sette, e dato quanto è successo lo scioglimento è stato approvato. Così vediamo le isole base di alcuni membri dell’ormai ex organizzazione circondate dalla Marina con l’ordine d’arresto. Tra questi vediamo Bagy il Clown, Edward Weevil il figlio di Barbabianca, Drakule Mihawk e Boa Hancock.

Vediamo poi Koby, il marine incontrato da Rufy quando ancora era un semplice mozzo nei primissimi capitoli del manga, dirigersi verso l’isola di Boa Hancock per arrestarla. Il giovane, divenuto ormai contrammiraglio, sta parlando al lumacofono con X. Drake, all’apparenza ex marine poi divenuto uno dei pirati della peggiore delle generazioni e ora appartenente all’esercito di Kaido. Scopriamo quindi che X. Drake è sempre stato un Marine sotto copertura come agente della squadra speciale segreta chiamata Sword. X. Drake informa Koby della pericolosissima alleanza tra Kaido e Big Mom, due dei più potenti imperatori che uniscono le forze e minacciano di cambiare per sempre gli equilibri di potere del mondo piratesco.

Le taglie dei Quattro Imperatori

Il 29 settembre è uscito invece il capitolo 957, che riprende in parte gli avvenimenti del 956. Akainu, ora a capo della Marina, parla con Fujitora, sembrando contrariato dalla notizia dello scioglimento della Flotta dei Sette, cosa che invece sembra sia stata sempre desiderata dall’ammiraglio col potere della gravità. Nel loro discorso viene citata l’esistenza di un nuovo gruppo della Marina, che potrebbe prendere il posto della Flotta dei Sette come potenza, l’SSG lo Special Science Group. Questo dipartimento scientifico sarà probabilmente guidato da Vegapunk, creatore dei Pacifista, potenti robot creati su modello del pirata Kuma Bartholomew. Al momento però non ci vengono forniti altri dettagli.

La scena poi passa all’ex capo dei Marine Sengoku, che narra ad alcuni importanti ufficiali la storia dei Pirati Rocks, la banda più temibile che sia esistita in passato. Questo gruppo di pirati aveva tra le sue fila alcuni dei più potenti pirati mai apparsi nel mondo di One Piece, infatti in questa ciurma erano presenti Barbabianca, Kaido e Big Mom, senza contare altri famosi pirati come Golden Lion Shiki apparso nel film One Piece: Strong World, il Capitano John, visto come zombie nella saga di Thriller Bark e che ha disseminato molti tesori in giro per il mondo (Bagy è sempre alla ricerca delle sue ricchezze) e altri ancora mai apparsi. Il loro capitano era chiamato semplicemente Capitano Rocks da tutti, ma il suo vero nome è Rocks D. Xebec, altro personaggio con la D nel nome.

Pirati Rocks silhouetteShueisha
Sengoku ricorda i Pirati Rocks, tra cui si vedono le silhouette dei giovani Big Mom, Kaido e Barbabianca

La loro potenza era incredibile e tanti incidenti avvenuti per via di questa ciurma sono stati insabbiati dal Governo, che con gli anni ha voluto far sparire le tracce dei Rocks, infatti molti dei giovani marine presenti ad ascoltare Sengoku non li avevano mai sentiti nominare prima d’ora.

 La storia dei Rocks si concluse 38 anni prima delle vicende attuali, in una battaglia epocale su God Island, che ufficialmente vide il Vice Ammiraglio Garp sconfiggere l’intera ciurma. La verità è però ben diversa. Infatti Garp si alleò con la ciurma capitanata da Gol D. Roger per riuscire a vincere contro quella temibile alleanza di pirati. Secondo quanto detto da Sengoku, Garp combatté per proteggere i Draghi Celesti, anche se la sua morale è completamente contraria al loro modo di fare, per questo motivo Garp non è mai diventato Ammiraglio, perché altrimenti sarebbe stato sotto i loro ordini diretti.

Yonkou TaglieHDShueisha

Nel capitolo si scoprono anche le taglie dei pirati più potenti di tutti i tempi, con cifre da capogiro.

  • Il primo a essere nominato è Barbanera, da circa un anno considerato uno dei Quattro Imperatori avendo preso il posto di Barbabianca. La sua taglia attuale ammonta a 2.247.600.000 di Berry.
  • Poi si passa a Shanks il Rosso, da ormai sei anni considerato uno dei Quattro Imperatori con una taglia di 4.048.900.000 di Berry.
  • Big Mom, da poco affrontata anche dalla ciurma di Rufy, che ha visto la sua smisurata potenza, ha una taglia di 4.388.000.000 di Berry.
  • Kaido, l’imperatore a capo dei Pirati delle Cento Bestie e attuale nemico della saga del Paese di Wa, ha invece una taglia di 4.611.100.000 di Berry.
  • Infine vengono rivelate anche le taglie di Barbabianca, 5.046.000.000 di Berry e del Re dei Pirati Gol D. Roger, 5.564.800.000 di Berry.

Il capitolo si conclude con l’arrivo di Akainu, che dice che per il momento non hanno le forze di fermare l’alleanza tra Big Mom e Kaido.  Sengoku poi gli fa notare come il Paese di Wa sia legato a diversi personaggi tra i più potenti della storia, rivelando di come Kozuki Oden, precedente Shogun di Wa prima di essere deposto da Orochi e Kaido, sia stato a capo di una delle navi di Barbabianca prima di unirsi all’ultimo viaggio di Gol D. Roger verso Raftel.  Secondo Sengoku non è una coincidenza che Wa sia legata a così tanti importanti personaggi.

Cosa potrà accadere d'ora in poi?

Dopo gli ultimi capitoli possiamo tranquillamente affermare che la saga di Wa è attualmente la saga più importante mai fatta da Oda. Rufy e i suoi alleati si stanno preparando ad affrontare ben due dei Quattro Imperatori, mentre il mondo è scosso da avvenimenti che cambieranno per sempre gli equilibri di potere. Attualmente è impossibile prevedere cosa accadrà in futuro, dato che mai Rufy aveva affrontato in una sola saga due nemici così potenti, senza contare la forza delle loro ciurme.

Nel frattempo la pagina Twitter ufficiale dello staff di Oda ha voluto darci degli indizi su un Buster Call che avverrà il 4 ottobre. Che i riferimenti siano un teaser sulla mossa della Marina verso l’alleanza di Big Mom e Kaido? Onestamente, seppur questo attacco militare composto da 10 navi da guerra, 10 mila uomini e 5 Vice Ammiragli, sia temibile, non è minimamente in grado di contrastare la potenza di due dei Quattro Imperatori, ma se succedesse davvero renderebbe la saga ancora più epica.

One Piece Rufy nel paese di WaHDShueisha/Toei Animation

Il capitolo 957 ci ha messi a conoscenza anche dell’esistenza dei Pirati Rocks e della loro fine sull’isola di God Island. Probabilmente le cause della battaglia finale tra loro, Roger e Garp sono legate alla verità dietro i 100 anni di vuoto della storia del mondo di One Piece, dato il coinvolgimento dei Draghi Celesti e della misteriosa D. In futuro sicuramente si vedrà un flashback che chiarirà tutto quanto, e farà luce sulla figura del Capitano Rocks.

Altra questione riguarda la morte di Sabo. Nonostante sia sicuramente rimasto coinvolto in qualche grave incidente, è molto improbabile che Oda lo abbia fatto morire in questo modo. Il mangaka non ha mai lasciato morire personaggi così importanti fuori scena, realizzando sempre scene toccanti come avvenuto per Ace e Barbabianca. Non ci resta che aspettare di saperne di più su quanto è successo al secondo fratello di Rufy.

Il capitolo 958 uscirà la settimana prossima, e non sappiamo ancora se le vicende torneranno all’imminente battaglia di Rufy e la sua Ciurma contro Kaido e Big Mom oppure Oda continuerà a descriverci nuovi dettagli su quanto sta accadendo nel mondo. Una cosa è certa: dopo questa saga il mondo di One Piece cambierà radicalmente, e probabilmente si inizierà a vedere la via verso il finale dell’opera.

Voi cosa ne pensate degli ultimi avvenimenti di One Piece? Vi hanno entusiasmato?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.