FOX

Michael B. Jordan ha basato la sua linea d'abbigliamento su Naruto (e altri anime e manga)

di - | aggiornato

Michael B. Jordan ha collaborato con Coach per creare una linea d'abbigliamento ispirata a Naruto. L'attore ha parlato di quanto gli anime abbiano influenzato la sua vita e la creatività.

Michael B. Jordan al TIFF Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Michael B. Jordan è un grande amante di fumetti e dell'animazione giapponese. Gli piace di tutto, dai classici come Dragon Ball agli anime più moderni, come L'attacco dei giganti.

Doppiatore di Julian Chase in gen:LOCK, Jordan ha parlato di questa sua passione in un'intervista per Highsnobiety Magazine, in cui ha spiegato come l'ha sfruttata per creare la sua linea di moda. L'attore, infatti, ha un'alta considerazione dell'animazione giapponese, tanto da aver paragonato Naruto Uzumaki ad Adonis Creed, il personaggio interpretato nella saga di Rocky.

Anche Adonis crede in sé ed è come maledetto, è come se avesse dentro di sé una volpe a nove code e cercasse di liberarsene per affermare la propria identità. Ma una volta che abbraccia questo demone e lo trasforma in qualcosa di positivo, diventa estremamente potente.

Secondo Jordan, anche se è comune credere che gli anime siano rivolti ai bambini, è necessario notare quanto siano importanti anche per gli adulti. Personaggi come Naruto e Goku sono estremamente umani, emotivamente vulnerabili, molto più vicini agli spettatori di quanto non lo sia un eroe come Superman. I protagonisti degli anime sono, per l'attore, incredibilmente sfaccettati, con le loro insicurezze, le sfide che affrontano, le sconfitte che subiscono e le lacrime che versano. E l'animazione a volte esasperata nelle espressioni del viso contribuisce ad enfatizzare questo importantissimo aspetto.

Gli anime hanno avuto un grosso impatto sulla mia vita da ragazzo, su quella adulta e sulla mia creatività.

Gli anime hanno significato talmente tanto nella vita di Jordan che l'attore non ha paura di ammettere di aver pianto a dirotto per la fine di Naruto: Shippuden.

Il franchise ha influito in modo davvero importante su Michael B. Jordan: quando gli è stata offerta l'opportunità di lavorare con Coach, ha voluto che la sua linea di abiti fosse basata interamente su Naruto. Non ha trovato alcun ostacolo in quanto il direttore creativo di Coach, Stuart Vevers, non è estraneo a collaborazioni di questo tipo: il marchio ha infatti proposto una collezione Disney lo scorso anno.

Vavers ha detto di essere rimasto molto colpito dall'entusiasmo di Michael:

Una collaborazione funziona bene quando si è personalmente coinvolti nella cosa. È stato così per Michael, quindi ero incuriosito di saperne di più.

Così Vavers è partito per un viaggio in Giappone, per scoprire qualcosa in più sul mondo degli anime e organizzare un incontro con alcuni membri del team di Naruto.

È incredibile la quantità di piccolezze che Michael conosce sugli anime e in particolare su Naruto. Spesso entra nei dettagli mentre ne parla e io devo dirgli: 'Okay, va bene, rallenta'.

Lo stesso Jordan ha detto di essersi divertito a fare da insegnante a Vavers mentre collaboravano insieme durante il processo creativo per l'ideazione della linea di moda.

Stuart è super creativo. Ho costruito una relazione con lui nel corso degli anni e ho avuto la possibilità di conoscerlo. Gli ho dato lezioni su Naruto, gli ho spiegato personaggi e simboli. Quindi abbiamo iniziato a scegliere i pezzi e abbiamo iniziato a disegnarli.

Ci sono molti elementi grafici di Naruto utilizzati nel design degli abiti, come la foglia del villaggio di Konoha o lo Sharingan. Fanno parte della collezione un giubbotto ispirato al vestiario del maestro Kakashi e un paio di pantaloni che richiamano lo stile di Kiba Inuzuka.

Volevo creare qualcosa di facilmente riconoscibile da chi ama gli anime. Ho sparso indizi qua e là che i fan possono facilmente notare, ma non è nulla di troppo palese, non volevo esagerare.

Jordan ha così strizzato l'occhio a fan di Naruto, ma allo stesso tempo è riuscito a creare una linea in grado di catturare anche l'attenzione di chi in materia non è molto ferrato.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.