FOX  

Romolo + Giuly 2, tutte le citazioni degli episodi 3 e 4

di - | aggiornato

Altri due episodi ricchi di divertimento, ma soprattutto di grandi omaggi e citazioni esplicite: ecco i film, l'attualità e le serie inserite dagli autori negli episodi 3 e 4 della seconda stagione di Romolo + Giuly.

12 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dai grandi film, Pulp Fiction su tutti - filo conduttore delle citazioni nel terzo episodio della seconda stagione di Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana - alla politica, l'attualità e i programmi TV rigorosamente made in Italy.

Ecco omaggi, riferimenti, satira e citazioni degli episodi 3 e 4 dell'irriverente comedy italiana con Alessandro D'Ambrosi e Beatrice Arnera, targata FOX.

Mentre Tciù e il suo sdoppiamento di personalità fanno il verso a Gollum de Il signore degli anelli...

Romolo + Giuly: le citazioni dell’episodio 2x03

Persistenti nausee mattutine. Giuly è incinta cosa che, come ci racconta il narratore, nel campo vacanze equivale a una condanna a morte: i romani non devono riprodursi.

In diretta dal palazzo del potere del Nord, Giorgio Mastrota ci regala una parodia di Silvio Berlusconi prima di annunciare la nuova legge: il congiuntivo è illegale.

  • L’annuncio arriva nella trasmissione C’è legge per te: un mix di C’è posta per te con una colonna sonora come quella di Forum.
  • La direttrice del campo in versione Malefica ride come Crudelia DeMon, il primo personaggio che aveva imitato quando l'avevamo incontrata, in una parodia dei cattivi di casa Disney.
  • Deborah protegge il segreto di Giuly come avrebbero fatto le detenute di Orange is the New Black: con le minacce. Anche nella scena in cui Giuly e Deborah fanno amicizia e si confidano viene citata esplicitamente la serie.
  • Legati in coppia per raccogliere l’immondizia e guadagnarsi la cena, i fratelli Romolo e Gianni sono ammanettati e costretti a lavorare insieme come Michael J. Fox e James Woods nella commedia Insieme per forza (datata 1991, da non confondersi con il film del 2014 dall'omonimo titolo).
  • I libri al rogo naturalmente sono un richiamo a moltissimi classici, a cominciare da Fahrenheit 451.
  • Tciù dopo aver preso a testate se stesso nello specchio ricoperto di cocaina cita Pulp Fiction con la frase “Cazzo, che botta” pronunciata nel film da Uma Thurman dopo aver sniffato cocaina nel bagno del locale in cui si svolge la gara di ballo.
  • L’igienista dentale fatta diventare consigliera regionale da Pederzoli è un riferimento alla vicenda reale di Nicole Minetti e Silvio Berlusconi.
  • Pederzoli dà del "cane maledetto" a Mastrota sul set della fiction che dirige, Don Mastrota, citando il suo stesso personaggio in Boris: il regista René Ferretti.
  • In un nuovo episodio di C’è legge per te, si dispone che tutte le librerie siano trasformate in bar tabacchi. E si abolisce il mutuo. Infine, laurearsi in medicina sarà possibile semplicemente con il kit de L’allegro chirurgo… 
  • Pulp Fiction torna a essere citato anche quando Romolo e Giangi vengono legati e minacciati dallo spaventoso Zed, tenuto al guinzaglio dalla direttrice.
  • La scena della fuga di Romolo con la scelta dell’arma e la musica che richiama la colonna sonora del film è un'altra citazione da Pulp Fiction.
  • Don Alfonso introduce lo Ius Soli, per riportare a casa i meridionali che rendono produttivo il Nord, e subito dopo cita il suo personaggio in Gomorra, con una delle sue frasi più celebri ("Mo ce ripigliamm' 'tutt chell' ch'è nuost").
  • La nuova citazione diretta da Pulp Fiction la pronuncia Giangi: "Non sono mai stato così lontano dallo stare bene".
Romolo + Giuly: i protagonisti nella seconda stagioneHDFox Networks Group
Romolo + Giuly: i protagonisti nella seconda stagione

Romolo + Giuly: le citazioni dell’episodio 2x04

Carlo Marzo (la guest star Giobbe Covatta) offre a Romolo la libertà in cambio dell’aiuto a salvare l’Italia, mentre i protagonisti sono alle prese con vari problemi personali…

In casa Copulati, grazie a un flashback nel 1987, scopriamo le vere origini di Olimpia: è in realtà Manila, una ex domestica filippina che si è fatta rifare i connotati da un chirurgo plastico. Subito dopo, Giorgio Mastrota finisce nel suo mirino: deve sposare un uomo ricco e potente.

  • Tciù soffre di sdoppiamento della personalità come Gollum ne Il signore degli anelli (ma anche Split di M. Night Shyamalan viene omaggiato) e fa riferimento a Uan, il pupazzo di Italia 1 che compariva in TV con Paolo Bonolis durante la trasmissione Bim Bum Bam.
  • Sottoposto a lapidazione con la spazzatura, Romolo anticipa i colloqui di Don Alfonso per stanare la fuga di cervelli al Nord. In una parodia opposta alla famosa gag di Aldo, Giovanni e Giacomo con la cadrega per individuare i meridionali, adattando le varie tecniche alla provenienza di chi è sottoposto al colloquio.
  • Al campo, Romolo propone un piano astuto per la fuga… Senza avere un piano. La citazione è a La casa di carta, seguita da un riferimento esplicito a Titanic e alla famosa questione dello spazio sulla tavola galleggiante.
  • Travestiti da sacchi della spazzatura, Romolo e i suoi amici vengono subito scoperti dopo aver giocato brevemente a 1, 2, 3… Stella!
  • Sul set di Don Mastrota, Tciù avvelena l’acqua e il cibo ma colpisce le persone sbagliate: Mastrota gli sfugge, come Dreyfus contro il suo nemico Clouseau nell'esilarante saga de La pantera rosa.
  • Uno lo distrae con la sua avvenenza e l’altro je mena: un classico stratagemma dei film comici, gestito al contrario da Deborah e l'amico di Romolo.
  • Fingendosi il ginecologo, Romolo cita Amici miei mentre formula la diagnosi di una malattia altamente contagiosa con parole a caso.
  • Olimpia salva Giorgio da Tciù in puro stile Charlie’s Angels.
  • La crisi allo stabilimento di Mirafuori richiama la vicenda italiana di Mirafiori. 
  • Come ne Il mago di Oz, ci viene svelato il trucco: dietro il mega computer Mario si nasconde un uomo, l’italiano medio. 

Appuntamento con due nuovi episodi di Romolo + Giuly lunedì prossimo, solo su FOX!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.