FOX

Raid Area 51: l'evento è stato un mezzo flop (tra minacce di bombardamenti e MEME sui social)

di - | aggiornato

L'evento organizzato sui social più imponente di sempre si è purtroppo rivelato un mezzo fiasco: il raid dell'Area 51 ha visto infatti un numero esiguo di partecipanti, minacciati 'virtualmente' dal Dipartimento della Difesa (che si è scusato).

Una foto di spalle di un partecipante al raid dell'Area 51, con un alieno gonfiabile in braccio Getty Images

35 condivisioni 0 commenti

Condividi

Sin dall'annuncio ufficiale di Alienstock, il festival musiciale noto in precedenza come il raid dell'Area 51 (e nato su Facebook con il nome di Storm Area 51, They Can't Stop All of Us), l'entusiasmo verso quello che sembrava essere come il più grande evento virale della storia dei social network era alle stelle.

Con oltre 2 milioni di utenti che avevano cliccato su "parteciperò", l'ex raid era stato scherzosamente messo in piedi per dare il via a una "invasione di massa" all'interno dell'area militare segreta (dove potrebbero essere nascosti i resti alieni dell’incidente di Roswell del 1947).

Un passaparola così potente che sia le forze di polizia locali che l'FBI hanno iniziato a preoccuparsi seriamente, visto che la zona interessata all'evento (in origine la piccola cittadina di Rachel) non sarebbe sicuramente stata in grado di reggere l'arrivo di oltre due milioni di "invasori", pronti a correre in stile Naruto - ossia con le braccia rivolte all'indietro - pur di raggiungere il perimetro (vietato) dell'Area 51.

Considerando che l'evento si è tenuto lo scorso 20 settembre per poi concludersi il 22 dello stesso mese, qual è il resoconto finale?

L'invasione è stata portata a termine con successo?

Gli alieni sono stati recuperati dall'interno della base segreta...?

Raid dell'Area 51: missione fallita?

Non tutto è andato come previsto, anche considerando qualche piccolo intralcio sul percorso: innanzitutto, come riportato da Deadline, il Dipartimento della Difesa ha dovuto scusarsi dopo un tweet che suggeriva come l'esercito americano avrebbe bombardato chi avesse tentato di varcare i confini dell'Area 51.

Il tweet 'minatorio' del servizio di distribuzione di informazioni visive sulla difesaTwitter/DVIDS

Il tweet è stato pubblicato venerdì 20 settembre dal servizio di distribuzione di informazioni visive sulla difesa (DVIDS), e ha messo seriamente in allerta i partecipanti (e non solo). Il giorno successivo, lo stesso Defense Video & Imagery Distribution System ha cancellato il tweet con tanto di scuse ufficiali.

Ieri sera un dipendente di DVIDSHub ha pubblicato un tweet che non sostiene in alcun modo la posizione del Dipartimento della Difesa. È stato inappropriato e ci scusiamo per questo errore.

Il tweet aveva come immagine di accompagnamento un bombardiere Spirit B-2, un velivolo ad alta tecnologia costruito per superare le difese nemiche e devastare obiettivi con munizioni non convenzionali.

Nonostante il brivido, va detto che il pericolo di arresti di massa è stato sicuramente scongiurato. Stando a quanto riportato dal Reno Gazzette Journal, una sola persona ha preso d'assalto la sbarra di protezione vicino alla struttura militare, più precisamente una donna di 60 anni, la quale sarà costretta a pagare un'ammenda di 1000 dollari.

Lo sceriffo Kerry Lee della contea di Lincoln ha rilasciato una dichiarazione ufficiale al riguardo:

Ci aveva detto che avrebbe violato il perimetro. Lo voleva fare e lo ha fatto.

Su Twitter, è anche apparso un breve video che mostra la temeraria signora nel momento esatto in cui decide di affrontare il confine imposto dai miliari.

Purtroppo, è stato anche riferito che un uomo è stato dato per disperso nelle zone rurali del Nevada, dopo essere stato visto l'ultima volta proprio vicino all'ingresso dell'Area 51. Questi sarebbe stato trovato sano e salvo venerdì 20 settembre, secondo le autorità. Lo sceriffo della contea lo ha descritto come un ventenne, sebbene non abbia reso pubblico il suo nome.

Gli arresti totali ammontano a cinque, inclusi quelli dei due youtuber avvenuti qualche giorno prima dell'evento.

Il raid dell'Area 51 e i MEME

Sembra che al "rendez-vous" a tema alieno ci fossero solo 150 persone (e quindi un numero sensibilmente inferiore ai due milioni di partecipanti previsti). Dal luogo del raid sono circolati diversi video e immagini pubblicati poi sui social media, letteralmente sommersi da foto, video e MEME di ogni genere. 

Insomma, al netto del "flop", dovuto più che altro alla mancanza di partecipanti (e alla delusione di non aver visto neanche un UFO passare sopra il deserto del Nevada durante i giorni interessati all'assalto), per molti questa esperienza rimarrà sicuramente nel cuore e nella mente per moltissimo tempo.

Nonostante tutto, quindi, avreste voluto essere lì e correre verso l'Area 51 in stile Naruto?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.