FOX

Raid Area 51: imposta la No-Fly-Zone sopra parte dei cieli del Nevada

di - | aggiornato

La Federal Aviation Administration ha deciso di vietare il passaggio di ogni tipo di velivolo sopra l'area interessata da Alien Stock, il festival precedentemente noto come il raid dell'Area 51.

Una gru con un modellino di UFO e un'insegna a tema alieni, sullo sfondo del deserto del Nevada Getty Images

16 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il festival Alien Stock, noto in precedenza come il raid dell'Area 51 (grazie all'evento nato su Facebook con il nome di Storm Area 51, They Can't Stop All of Us) è ormai alle porte. Il tutto prenderà infatti il via il prossimo 20 settembre, per una due giorni all'insegna del divertimento più sfrenato (ci si augura, nel rispetto della legge), con oltre 2 milioni di persone che hanno cliccato 'parteciperò' via social.

Nonostante l'evento sia stato spostato dalla città di Rachel a Las Vegas, anche a seguito del controllo da parte dell'FBI, le misure di sicurezza continuano ad aumentare, a poche ore dall'inizio del festival.

Come riportato da CNET, la Federal Aviation Administration (FAA) ha deciso di vietare il passaggio di ogni tipo di velivolo sopra l'area interessata da Alien Stock (inclusa la zona relativa al Nevada Test and Training Range della US Air Force). Una cosiddetta 'No-Fly-Zone' necessaria, per garantire ulteriormente la sicurezza di tutti i partecipanti (e non solo).

La FAA ha quindi notificato a tutto il traffico aereo 'restrizioni temporanee di volo per motivi di sicurezza speciali' a sud e a ovest della cittadina di Rachel. Il blocco durerà dal 18 settembre al 23 settembre, coprendo così i giorni in cui si svolgerà l'atteso festival a tema 'alieno'.

L'aumento delle misure di sicurezza non sorprende più di tanto: lo scorso 10 settembre uno dei creatori dell'evento, Matty Roberts, ha dichiarato che non avrebbe partecipato al festival per via dei timori dietro la 'cattiva pianificazione' di Alien Stock. La paura di Roberts è che potesse ripetersi il fallimento del Fyre Festival, l'evento musicale che si sarebbe dovuto svolgere nell'isola bahamense di Great Exuma (per due settimane, da aprile a maggio 2017) ma che alla fine si è tramutato in un fiasco senza precedenti, con serie conseguenze legali per gli organizzatori.

Siete curiosi di scoprire come si svolgerà l'evento a tema UFO più atteso di sempre?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.