FOX

Adobe Premiere Pro e i vantaggi dell'AI: un video in più formati con un solo clic

di - | aggiornato

Adobe presenta una nuova funzione di Premiere Pro basata sull'intelligenza artificiale. Auto Reframe è in grado di ottimizzare un video per tutte le piattaforme social con pochi passaggi.

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Ci avrete fatto sicuramente caso, oggi i video - di privati o aziende - non vengono caricati solo su YouTube. Quella di Google era fino a qualche anno fa l'unica piattaforma per la condivisione di clip musicali, spot e contenuti simili, ma l'avvento dei social network ha senza dubbio mischiato le carte in tavola. Una ramificazione che non è passata inosservata negli uffici di Adobe che ha annunciato un nuovo utile strumento per la suite di video-editing Premiere Pro.

Solitamente un video è in formato 16:9, perfetto per smartphone (in modalità landscape), TV e monitor ma non per le storie di Instagram (ma anche Facebook e Snapchat) e/o la bacheca dello stesso social network dal 2012 di proprietà dell'azienda di Mark Zuckerberg. Modificare una clip per adattarla ai formati dei popolati social network richiede e tempo e specifiche abilità, ma in soccorso giunge la nuova funzione Auto Reframe di Adobe. Questa, basata sull'intelligenza artificiale nota come 'Sensei', permette di eseguire la noiosa operazione con un semplice clic.

L'intelligenza artificiale inclusa nel software di Adobe è in grado di riconoscere automaticamente il soggetto della scena, analizzando accuratamente frame per frame. Insomma, se proprio non avete voglia di girare uno stesso video in più formati o dedicare ore e ore all'editing potete chiedere aiuto al Sensei ("maestro" in giapponese).

Esempi di reframe automatico su Adobe Premiere Pro con Auto ReframeAdobe
Reframe automatico dei video grazie alla nuova funzione di Adobe Premiere Pro

L'Auto Reframe, come suggerisce il video in copertina, si presenta come una classica funzione per effetti da applicare alla timeline con tre preset di movimento: slower motion, default e faster motion. L'AI di Adobe garantisce il focus sul soggetto principale, ma in caso di anomalie è possibile intervenire per correzioni 'a mano'.

Adobe ha mostrato Auto Reframe in anteprima all'IBC 2019 di Amsterdam (via The Verge). L'arrivo su Premiere Pro è previsto entro la fine dell'anno.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.