FOX

La Fase 4 non ha avuto alcuna influenza sul finale di Avengers: Endgame

di - | aggiornato

Nuove interessanti rivelazioni dagli sceneggiatori di Avengers: Endgame.

15 condivisioni 0 commenti

Condividi

Durante il Comic-Con svoltosi a San Diego, in California, dal 18 al 21 luglio 2019, il presidente Marvel Studios Kevin Feige ha svelato i titoli dei film che comporranno la Fase 4 dell'Universo Cinematografico Marvel (MCU), che include anche alcune serie TV, come Loki e The Falcon and The Winter Soldier.

Proprio questi ultimi due progetti vivranno le conseguenze di ciò che si è visto in Avengers: Endgame, ovvero della fuga di Loki con il Tesseract (l'artefatto contenente una delle Gemme dell'Infinito), avvenuta durante il viaggio dei Vendicatori indietro nel tempo fino al 2012 (durante la famosa battaglia di New York del film The Avengers) e del passaggio di testimone (simboleggiato con lo scudo) del ruolo di Capitan America tra Steve Rogers a Sam Wilson AKA Falcon.

Nel video qui sotto potete vedere il momento in cui un invecchiato Steve Rogers dona il suo scudo a Sam Wilson:

Eppure, nonostante ciò, sembra che tutte le scelte degli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely per il film campione di incassi Avengers: Endgame non siano state influenzate dagli sviluppi narrativi della Fase 4.

In una intervista al sito Canada.com, gli sceneggiatori hanno rivelato che la prossima fase dell'MCU non ha avuto alcun effetto sulla conclusione del film.

Alla domanda se avevano dovuto preoccuparsi della Fase 4 durante la stesura della sceneggiatura di Avengers: Endgame, McFeely ha risposto:

Non molto. È una delle ragioni per cui penso che questo film sia andato così bene. Insieme ai registi, ci è stato permesso di concludere un capitolo [The Infinity Saga n.d.R.]. Questo significa che puoi raccontare una storia molto diversa rispetto a quella che racconteresti se dovessi trattenerti e pensare a cosa succede in un film su un altro supereroe ambientato tre anni dopo. Tutto questo è decisamente rischioso. Quindici anni fa, uno studio non ti avrebbe permesso di uccidere Iron Man in nessuna circostanza. 

"È anche ciò che mantiene vivo l'MCU", ha aggiunto Markus. "Sono disposti a fare tabula rasa - periodicamente - per far crescere cose nuove. Questo è ciò che ha stimolato la creatività".

McFeely ha concluso dicendo:

La mia speranza è che la gente capisca che questa è una narrazione seriale su scala epica, come non è mai stato fatto prima perché Marvel sta investendo i suoi guadagni e può permettersi di farlo.

Avengers: Endgame (2019)

Data uscita in Italia: 24 aprile 2019 voto 8,8

Avengers: Endgame, quindi, avrebbe fatto da "guida" al futuro dell'MCU, suggerendo le scelte dello studio per la Fase 4. Questa inizierà con il film dedicato a Black Widow il primo maggio (data americana) 2020. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.