FOX  

Agents of S.H.I.E.L.D. 6x11, il ricordo di Coulson

di -

Coulson tra passato e presente in un episodio che fa da apripista per il gran finale.

6 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo il pazzo episodio della serie TV Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. della scorsa settimana, l'episodio 11 di questa sesta stagione mette tutte le pedine della scacchiera al suo posto, in attesa della pazzesca tempesta che ci aspetta per gli ultimi due episodi finali. Finalmente conosciamo le origini di Sarge, i suoi nuovi poteri, inoltre, il piano di Izel prosegue mietendo vittime. Torna il dottor Benson e Deke si mostra più utile del previsto.

Arrivati a questo punto dello show, le due storie che sono sempre state al centro della storia si stanno sviluppando in maniera sempre più interessante.

Izel alla conquista del mondo

La storia di Izel (interpretata da Karolina Wydra) si sviluppa in maniera lineare. La brutale e cattiva Izel vuole salvare il suo popolo, invadendo la Terra e il suo piano non si è mai fermato. Non ha mai mostrato alcun senso di pietà e ha continuato a uccidere a sangue freddo. Dopo aver ucciso - nell'episodio 10 - l'agente Davis (Max Osinski) di fronte a tutti, adesso nei panni di Mack (Henry Simmons) pugnala alla gola un altro agente e, dopo aver tormentato Benson (Barry Shabaka Henley) - riportando "in vita" la visione del suo ex pseudo-marito di fronte a lui - uccide l'amore di Benson sporcando un pugnale con il suo sangue. Izel, infine, riesce sempre a ottenere quello che vuole, infatti alla fine dell'episodio si ritrova in Sud America nel tempio dove dovrà ricreare i Monoliti per aprire il portale tra il suo mondo e quello terrestre.

Il ricordo di Coulson

Nonostante i brutali momenti offerti da Agents of S.H.I.E.L.D., la fantascienza, lo spazio e gli antichi Dei, questo episodio è stato sorprendentemente molto emozionante. La scena della lettera d'addio a Daisy, da parte di Coulson (Clark Gregg) - che lei apre per la prima volta - è molto toccante e l'ottima performance di Chloe Bennet rende il tutto naturale. Ma come ci abituati la serie Marvel, da un momento commovente ne può arrivare, subito dopo, uno spiazzante, come il fatto che Daisy spezza con violenza il collo di Sarge, decisa a portare in vita la vera creatura che si nasconde dentro di lui. La lettera ha dato la convinzione a Daisy che Coulson è morto e che bisogna procedere con decisione (al contrario dei tentennamenti di Melinda May). Questo riesce a portarla in un campo pericoloso, dalle scelte avventate ma che alla fine le dà in parte ragione. Da un lato, infatti, Sarge libera i suoi poteri ma dall'altro Daisy si rende conto che c'è davvero qualcosa di Coulson in lui, che Melinda May ha ragione. Ciò avviene quando Sarge la chiama Sky. Improvvisamente, Sarge è umano come Daisy ricorda Coulson. È disposto a sacrificarsi per un bene superiore. Questa rivelazione e  il suo vecchio nome, fa capire a Daisy molto della persona che ha di fronte e finisce per abbracciarlo, pensando a Coulson. Questo gesto completa l'intento di Daisy, poichè rende Sarge un potente alleato per il team contro Izel. Probabilmente, si tratta di un risvolto che i fan si aspettavano fin dall'inizio ma che è arrivato in un momento emozionale molto elevato.

In conclusione si tratta di un altro episodio con momenti intriganti, che serve da unione ai pezzi che fino a ora erano stati disseminati. Benson è un personaggio importante nella storia di Izel, diventa chiave nel momento in cui spiega ciò che avviene e mette a frutto i suoi studi in Sud America. Le competenze di Deke (Jeff Ward) tornano ancora utili, rendendo fieri i suoi genitori. L'introduzione di una spada, tipica del mondo fantasy, in una serie di fantascienza è interessante. Infine, il recupero del giovane Flint (Coy Stewart) nel tempio - nella scena dei titoli di coda - è stata una mossa intelligente.

Il personaggio di FlintFOX
Flint

La scena dopo i titoli di coda: chi è Flint?

Per chi non lo ricordasse, Flint è un giovane Inumano che è nato all'interno del Faro in una linea temporale alternativa. A causa dell'influenza Kree, Flint è stato costretto a crescere velocemente in un ambiente difficile, contando sull'amicizia di Tess per sopravvivere. Dopo aver subito la propria Terrigenesi, Flint è stato salvato dalle grinfie di Kasius dallo S.H.I.E.L.D. ed è stato convinto a ribellarsi contro il Kree. Usando il suo nuovo potere di Manipolazione della Terra, Flint condusse gli umani contro i Kree e permise allo S.H.I.E.L.D. di tornare al proprio tempo ricostruendo il Monolite prima di concentrare i suoi sforzi sulla ricostruzione della Terra distrutta. Izel potrebbe utilizzare il potere di Flint proprio per ricostruire i Monoliti.

Qual è il film più riuscito del Marvel Cinematic Universe?

Vota

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.