FOX

L’ADSL non soddisfa le aspettative di 1 italiano su 3

| aggiornato

Un italiano su tre non è soddisfatto della connessione ADSL in casa. Scopri quali sono i principali motivi di insoddisfazione da parte degli utenti.

L’ADSL non soddisfa le aspettative di 1 italiano su 3

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Per quanto riguarda l’accesso a internet, la connessione ADSL non sembra soddisfare le aspettative degli italiani, al punto che oltre 7 milioni di cittadini della Penisola hanno deciso di cambiare operatore ADSL nell’ultimo anno. E altri 10,5 milioni di italiani sono intenzionati a farlo, non appena ne avranno la possibilità. È questo lo spaccato della situazione tricolore, tracciata da una recente ricerca di mUp Research e di Norstat. Quest’ultima ha infatti evidenziato una serie di problemi che gravitano intorno alle infrastrutture ADSL in Italia. Problemi che, ovviamente, si trovano anche alla base dei motivi di insoddisfazione da parte degli utenti. Quali sono queste ragioni?

Costi eccessivi: il 32% degli italiani ha indicato il costo del servizio ADSL come quello che incide più di tutti gli altri sulle spese mensili del proprio nucleo familiare. In secondo luogo, 17 milioni di italiani sostengono di voler tagliare questa voce di costo entro il 2019: un’ulteriore testimonianza del peso economico portato dalle connessioni ADSL.

Velocità di navigazione bassa: le infrastrutture di rete presenti nel nostro paese non sono attrezzate per andare incontro alle richieste degli italiani, anche dal punto di vista della velocità. In Italia si naviga sotto quota rispetto alle medie europee, e non si parla di un problema facilmente risolvibile. Qui non basta cambiare operatore, perché il limite non appartiene ai provider, ma alle infrastrutture ADSL in generale.

Mancanza di trasparenza da parte delle compagnie telefoniche: le politiche attuate dalle compagnie telefoniche non piacciono agli italiani, per via di un problema di mancata trasparenza. Questo è un altro dei motivi che ha spinto gli utenti a cambiare operatore nel corso del 2018: per la precisione, la mancanza in termini di trasparenza ha convinto il 13% di questa fetta di consumatori.

Recedere da un contratto ADSL

Un utente, se non è soddisfatto della propria linea internet, ha comunque la possibilità di recedere e la libertà di trovare un’alternativa più conforme alle proprie richieste o aspettative. In tal senso, però, è il caso di analizzare sia i costi, sia il funzionamento del modem incluso in alcune offerte.

Costi: per quanto riguarda i costi di disdetta, la legge sancisce che questi ultimi non possono superare il canone mensile medio (“valore del contratto”). Si tratta di una misura che evita alle compagnie telefoniche di gonfiare il costo della disdetta, una pratica in passato utilizzata per dissuadere l’utente dal recesso. Poi, per approfondire il tema, il consiglio è di scoprire quanto costa disdire un contratto ADSL informandosi con le guide online di settore. Infine, è il caso di specificare che ogni compagnia applica comunque le proprie condizioni.

Come funziona il modem incluso in alcune offerte: la delibera “modem libero” ha stabilito che gli utenti non sono più obbligati ad acquistare (a rate o in una soluzione unica) il modem proprietario dell’operatore. Di conseguenza, chiunque può decidere di usare un apparecchio differente.

In conclusione, il recesso del contratto ADSL è una soluzione percorribile per tutti, fra l’altro resa più chiara e agevole dalle norme del settore. In caso di insoddisfazione, dunque, chiunque può decidere di cambiare.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.