FOX

Gary Oldman nel nuovo film di David Fincher sullo sceneggiatore di Quarto Potere

di - | aggiornato

Dopo L'ora più buia, un nuovo ruolo impegnativo per il poliedrico Gary Oldman.

L'attore Gary Oldman in una foto in bianco e nero Getty Images

20 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'attore vincitore del premio Oscar Gary Oldman e il regista di culto David Fincher si sono uniti per raccontare la storia di Herman J. Mankiewicz, il giornalista diventato sceneggiatore, noto soprattutto per aver collaborato con Orson Welles al film Quarto Potere (Citizen Kane).

Il film si intitolerà Mank, che era il soprannome di Mankiewicz, e sarà basato su una sceneggiatura scritta dal padre di Fincher, Jack Fincher. Gary Oldman interpreterà lo sceneggiatore che ha avuto una grande influenza nell'età d'oro di Hollywood. Il lungometraggio, mantenendo la classica atmosfera hollywoodiana del periodo in cui ha lavorato Mank, verrà proposto al pubblico in bianco e nero.

Gary Oldman ha una lunghissima carriera iniziata nei primi anni '80. Tra i film per cui è più ricordato ci sono Dracula di Bram Stoker del 1982 e Léon del 1994, inoltre viene riconosciuto per i suoi iconici ruoli di commissario di polizia James Gordon, nei film de Il Cavaliere Oscuro diretti da Christopher Nolan, e di Sirius Black, il padrino di Harry Potter nella saga cinematografica omonima. Infine, Oldman ha vinto il premio Oscar per il suo ruolo di Winston Churchill nel biopic L'ora più buia del 2017, diretto da Joe Wright.

Chi era Herman J. Mankiewicz?

Mankiewicz è stato giornalista e critico negli anni '20, nonché membro della Algonquin Round Table, il famoso club letterario di New York City. Alla fine degli anni '20, tuttavia, fu reclutato da Paramount per andare a Hollywood e lavorare nel mondo del cinema, che all'epoca stava passando dal muto al sonoro. Lo stesso Mankiewicz ha anche arruolato colleghi giornalisti, al fine di farli diventare sceneggiatori di Hollywood.

Mankiewicz ha lavorato a numerosi film ormai classici come Il mago di Oz (The Wizard of Oz) del 1939 e L'idolo delle folle (Pride of the Yankees) del 1942 ma fu Quarto Potere del 1941 il suo capolavoro, per la cui sceneggiatura vinse un premio Oscar insieme al regista Orson Welles. Quest'ultimo ha più volte reclamato la paternità della sceneggiatura ai danni di Mankiewicz. Si dice persino che Welles abbia offerto una ingente somma al giornalista, per avere il pieno credito sulla sceneggiatura di Quarto Potere. Probabilmente, questo sarà un argomento che verrà affrontato nel film di David Fincher.

Il poster originale di Quarto Potere (Citizen Kane)HDRKO
Il manifesto americano di Quarto Potere

Per chi non lo sapesse, Quarto Potere è un film in bianco e nero, che narra la vita del magnate della stampa americana Charles Foster Kane (interpretato da Orson Welles), morto pronunciando la misteriosa parola "Rosabella". Un giornalista, intento a scoprire il significato di quella parola, intervista le persone che hanno vissuto vicino a Kane e da qui, tramite flashback, viene raccontata la storia del protagonista.

Il regista David Fincher seduto in poltrona, impegnato a parlare con un microfono in manoHDGetty Images
Il regista David Fincher

L'epopea di Fincher

Secondo quanto riportato dal sito americano The Hollywood Reporter, Mank è nei progetti di David Fincher da oltre 20 anni. Il padre del regista ha scritto la sceneggiatura prima di morire nel 2003 e adesso, finalmente, l'autore di film come Seven, Fight Club e The Social Network, potrà realizzare il suo progetto. Mank sarà il primo film di Fincher dal 2014, anno di uscita di L'amore bugiardo - Gone Girl, e sarà disponibile sulla piattaforma di streaming Netflix.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.