FoxAnimation

I 20 (+1) personaggi più forti di Naruto Shippuden e Boruto

di - | aggiornato

Scopriamo insieme i 20 (+1) personaggi più potenti che popolano l'universo del ninja della Foglia.

Naruto affronta Madara Studio Pierrot

19 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'opera magna di Masashi Kishimoto racchiude un mondo vasto e ricco di personaggi carismatici, ognuno con una propria storia e degli obiettivi da raggiungere. Naruto, Naruto Shippuden e Boruto raccontano le gesta di poderosi ninja con abilità potentissime, che sfoggiano tecniche illusorie e rapidi attacchi corpo a corpo per avere la meglio sugli avversari.

Tra rivalità, amori che nascono e finiscono, intrighi politici e battaglie all'ultimo sangue, le avventure del ninja di Konoha hanno conquistato grandi e piccoli. Con oltre 250 milioni di copie, Naruto è il terzo manga più venduto al mondo, subito dietro One Piece e Dragon Ball: il fumetto si è concluso nel 2014, l'anime tre anni più tardi (ovviamente stiamo parlando di Shippuden, seguito diretto di Naruto), ma il Villaggio della Foglia non ha smesso di essere la casa di valorosi shinobi e validi sensei. Con Boruto, figlio di Naruto, le vicissitudini del Paese del Fuoco - e non solo - continuano!

Nuove minacce, nuovi scontri, nuovi nemici. Nel corso del masterpiece di Kishimoto si sono alternati tanti ninja degni di nota, ma quali sono i più forti in assoluto? Ho stilato una classifica al riguardo, ma ci tengo a precisare alcune cose: tutti i ninja riportati di seguito sono potentissimi e, in alcuni casi, si equivalgono (o quasi). Di conseguenza, non tutti voi lettori potreste essere d'accordo con le posizioni da me stabilite, nonostante il mio tentativo di motivare alcune scelte.

La top 20 (+1) va dal ninja più debole al più potente.

Buona lettura!

20) Tsunade

Prosperosa, seducente... e incredibilmente forte! Tsunade è il Quinto Hokage e il miglior medico nella storia di Naruto. La sua conoscenza delle arti mediche è così grande che può determinare quale tipo di lesioni o malattie una persona abbia semplicemente guardandola. L'esempio più estremo della sua abilità medica è il Sigillo della Rinascita, una tecnica che fa uso dell'enorme quantità di tutto il chakra disponibile per ripristinare organi mancanti (tuttavia, a causa della veloce rigenerazione cellulare, il jutsu accorcia la vita dell'utilizzatore di alcuni anni).

E ancora, Tsunade può evocare, tramite la sua Tecnica del Richiamo, delle lumache che variano in dimensioni - e la kunoichi ha persino una connessione mentale con Katsuyu, la Regina delle Lumache.

Tsunade è uno dei SanninHDStudio Pierrot

19) Gai Maito

Soprannominato la Bestia verde della Foglia, Gai è forse il personaggio fisicamente più forte in Naruto. Dopo l'estenuante allenamento cui si sottopone e non avendo alcuna abilità nel ninjutsu e nel genjutsu, il maestro di Rock Lee si concentra sul combattimento corpo a corpo fino a ottenere l'accesso alle Otto Porte del Chakra, limitatori naturali e inconsci alla quantità di chakra cui un ninja può attingere dal suo corpo.

Le Porte esistono per impedire che l'uso eccessivo del chakra danneggi il corpo dello shinobi, sono dunque qualcosa che tutti hanno in Naruto; solo dopo essersi sottoposto a livelli di allenamento quasi disumani, però, il ninja può accedervi. Una volta che l'utilizzatore ottiene l'accesso a queste porte, può aprirle una a una per ottenere un sostanziale incremento di forza, velocità, resistenza, riflessi e percezione (la quantità di potenza guadagnata dipende dal numero di porte che apre).

Con l'apertura della Settima Porta, quella della velocità, Gai è in grado di bruciare l'atmosfera a ogni spostamento con l'attrito prodotto dalla sua straordinaria rapidità e di utilizzare la tecnica della Tigre del Mezzogiorno: a testimoniare l'enorme potenza e velocità di questo jutsu è Madara Uchiha, che viene colpito in pieno e investito da una distanza di circa un centinaio di metri (vengono spazzati via sia lui che il suo Susanoo).

Gai è esperto di taijutsuHDStudio Pierrot

18) Orochimaru

L'attaccamento di Orochimaru ai serpenti è più appropriato di quanto ci si potrebbe aspettare. Come loro, il Ninja Traditore del Villaggio della Foglia è pericoloso, infido e subdolo. E se vogliamo dirla tutta anche viscido. Sebbene Naruto affronti il villain amante dei rettili fin dalla prima serie, in Boruto è ancora vivo e continua i suoi esperimenti poco ortodossi e spesso crudeli.

Essere in grado di affrontare Naruto così tante volte e sopravvivere, è sinonimo di grinta e forza. Orochimaru si dimostra capace di generare la vita. Attraverso il suo figlio sintetico, Mitsuki (e Log, suo "fratello" genetico), Orochimaru rivela livelli di intelligenza e determinazione elevatissimi. Motivo per cui, anche se Naruto vince, non sembra mai in grado di sconfiggere il leader del Villaggio del Suono.

Orochimaru crea un figlio sinteticoHDStudio Pierrot

+1) Mitsuki

Orochimaru si cimenta in una lunga serie di strani e terribili esperimenti durante la sua vita. Uno dei più inquietanti è senz'altro la creazione di suo figlio, Mitsuki. Clone di Log, il giovane sembra avere piena autonomia mentale e intenzione di diventare un formidabile shinobi. Essendo sintetico, non si sa quanto sarà lunga la sua vita e se potrà acquisire nuove abilità uniche, motivo per cui è proprio lui il "+1"  di questa classifica (non sapendo di preciso fin dove potrà spingersi). Lo stesso Orochimaru riconosce la forza potenziale del figlio.

Mitsuki ha la capacità di entrare in Modalità Eremitica, di evocare serpenti e padroneggiare l'Arte del Vento (e del Fulmine); inoltre possiede abilità rigenerative similmente a Hashirama Senju. Il figlio di Orochimaru sembrerebbe poi in grado di allungare gli arti utilizzando la Tecnica del Corpo Flessibile.

Mitsuki è nel team di BorutoHDStudio Pierrot

17) Kakashi Hatake

Sebbene Naruto sia pieno di personaggi potenti, Kakashi Hatake è il primo shinobi presentato nell'opera a mostrare incredibili qualità. Prodigio sin da bambino, la sua grande devozione allo stile di vita ninja lo spinge ad allenarsi intensamente e a metterlo davanti ai suoi pari. Sotto la tutela del Quarto Hokage, Kakashi diviene un potente ninja capace di sviluppare la sua tecnica definitiva, il Chidori.

Tuttavia, il jutsu non funziona mai completamente, fino a quando Kakashi non riceve il suo più grande dono: lo Sharingan. L'esclusivo occhio del clan Uchiha offre al possessore una percezione visiva incredibilmente migliorata e lo shinobi dai capelli argentei impara a usarlo talmente bene da copiare le tecniche usate dai suoi avversari seguendo i loro movimenti.

In seguito, il suo Sharingan si evolve in un Mangekyō Sharingan, dandogli accesso al Kamui, una potente tecnica spaziotemporale che permette di creare un ponte con un'altra dimensione. Oltre alla vasta lista di jutsu a sua disposizione, Kakashi è un genio del combattimento ed è in grado di inventare nuove tattiche seduta stante. Grazie al suo ruolo determinate nella Quarta Grande Guerra Ninja, Kakashi viene nominato Sesto Hokage.

Kakashi ha lo Sharingan trapiantatoHDStudio Pierrot

16) Jiraya

Unica persona a rifiutare il titolo di Hokage, Jiraiya è uno dei Sannin (team rappresentato dai tre migliori shinobi della Foglia) insieme a Tsunade e Orochimaru. È anche l'Eremita dei Rospi, nonché colui che insegna a Naruto il Rasengan, una tecnica inventata dal Quarto Hokage che consiste nella rotazione del chakra fatto fuoriuscire dalla mano, in modo da creare un vortice di energia in grado di uccidere sul colpo o provocare seri danni fisici a chi viene colpito.

Considerato imbattibile per la maggior parte della sua vita, alla fine muore nella battaglia con il suo ex allievo, Nagato (che nel frattempo ha adottato il nome di Pain), sotto i colpi delle Sei Vie di Pain - una potente tecnica che permette a un possessore di Rinnegan di manipolare fino a sei corpi come se fossero i propri.

Jiraya muore sotto i colpi di NagatoHDStudio Pierrot

15) Gaara

Gaara e Naruto hanno molto in comune: entrambi custodiscono un demone dentro il proprio corpo e, per questo motivo, sono considerati reietti durante l'infanzia. Gaara ospita infatti il Demone a Una Coda, Shukaku, che potenzia non di poco le sue abilità incentrate sull'utilizzo della sabbia (spesso del tutto istintive).

Dimostra sin da piccolo di essere potentissimo, tanto che le persone del villaggio lo temono nonostante sia solo un bambino; ad appena sei anni, peraltro, uccide un sicario inviato dal padre - a quel tempo a capo del Villaggio della Sabbia - per farlo fuori in quanto troppo pericoloso. Da adulto diventa Quinto Kazekage e, nella serie Boriuto, adotta un figlio, Shinki.

La gente si aspettava il peggio da lui, ma Gaara diventa incredibilmente protettivo nei confronti del suo villaggio.

Gaara è, come Naruto, una Forza PortanteHDStudio Pierrot

14) Pain (Nagato)

Membro del Villaggio della Pioggia, Nagato prende il nome di Pain per due motivi: per il dolore che si è inflitto con i vari piercing presenti sul proprio corpo e per il suo desiderio, nato dalla morte dei genitori avvenuta davanti suoi occhi, di mostrare al mondo il dolore (pain in inglese, appunto). Entrato in possesso del Rinnegan, un'abilità innata discendente dal Mangekyō Sharingan, grazie a un trapianto, Nagato si rivela un ninja prodigio: sebbene non sia un Uchiha, la sua maestria con il Rinnegan sembra di molto superiore a quella di Tobi, dimostrando - proprio come Kakashi - di non essere secondo agli Uchiha nell'utilizzo dell'abilità oculare innata.

Con i suoi sei avatar, le Sei Vie del Dolore, Pain è in grado di controllare la gravità, evocare una grande varietà di animali giganti, assorbire chakra, manipolare le anime delle persone e trasformarsi in un cyborg armato. Viene ucciso da Naruto dopo un lungo scontro; in seguito lo riporta in vita Kabuto con la Tecnica della Resurrezione, fin quando non è trafitto dalla spada Totsuka di Itachi e sigillato definitivamente.

Pain è il capo dell'AkatsukiHDStudio Pierrot

13) Obito Uchiha

Obito è in grado di utilizzare quasi tutte le abilità che il Mangekyō Sharingan e il Rinnegan hanno da offrire, tra cui la Resurrezione dei ninja del passato, potenti genjutsu e altro ancora. La sua tecnica migliore è il Kamui, ma gran parte della sua forza deriva dalla Decacoda (il cercotero più potente di tutti) racchiuso nel suo corpo, che gli dà accesso a una pletora di jutsu devastanti.

Osservando timidamente da bordo campo, Obito controlla l'Akatsuki da lontano, calcolando attentamente ogni mossa. Pochi conoscono il suo vero scopo o potere, e persino Itachi lo sottovaluta. Naruto e Obito sono spesso visti come personaggi simili e, come il protagonista dell'opera, il membro del clan Uchiha passa dall'essere scherzoso e divertente a potentissimo e pericoloso in un attimo.

Sfortunatamente, la morte del suo amico Rin Nohara induce Obito ad avvicinarsi al "Lato Oscuro" e diventare uno dei villain più temibili della serie, piuttosto che uno dei suoi eroi principali.

Obito racchiude in sé la DecacodaHDStudio Pierrot

12) Hashirama Senju

In quanto Senju, Hashirama possiede incredibili capacità e forza fisica ed è anche esperto di guarigione: sa infatti curare qualsiasi ferita senza lasciare il benché minimo segno, un po' come Tsunade (considerata il medico migliore al mondo). Hashirama possiede così tanto chakra che anche dopo che Naruto e Minato combinano le parti Yin e Yang di Kurama, la versione resuscitata dall'Edo Tensei dice di averne ancora di più di quanto ne abbiano loro.

Hashirama è sempre stato superiore a Madara Uchiha, fin quando quest'ultimo non ha risvegliato il Rinnegan. È proprio Hashirama a essere Primo Hokage ed è considerato uno degli shinobi più forti del suo tempo: il suo Mokuton no Jutsu (Arte del Legno) è un'abilità innata formidabile e gli consente di unire l'elemento della Terra e dell'Acqua per creare la vita. Ciò gli permette di formare Cloni di Legno, ben più resistenti di quelli dati dalla Moltiplicazione del Corpo di Naruto; inoltre, ha la possibilità di creare e controllare oggetti di legno, così come alberi e foreste, al fine di manipolare il campo di battaglia come meglio preferisce; infine, può utilizzare i tronchi per intrappolare o uccidere gli avversari.

Hashirama Senju padroneggia l'Arte del LegnoHDStudio Pierrot

11) Minato Namikaze

Noto come Lampo Giallo della Foglia per la sua tecnica della Dislocazione Istantanea, che gli permette di spostarsi da un punto ad un altro istantaneamente, Minato Namikaze è Quarto Hokage e papà di Naruto. Spetta proprio a lui l'infelice compito di imprigionare la Volpe a Nove Code dentro suo figlio per salvare il Villaggio della Foglia. In tale occasione, peraltro, perde la vita rinchiudendo per metà il Demone in se stesso.

Allievo di Jiraya, Minato viene considerato uno dei più potenti ninja che la Foglia abbia mai visto. Lo stesso Hiruzen Sarutobi, Terzo Hokage, sostenne in un'occasione che se Minato fosse ancora stato ancora in vita, Orochimaru non avrebbe causato problemi. Jiraiya ha invece affermato che "il Lampo Giallo della Foglia è stato il ninja con più abilità che la storia ricordi, e si dice che possedesse un talento e delle capacità ineguagliabili".

In seguito, Kakashi dichiara che il solo ninja che avrebbe potuto superare il Quarto Hokage sarebbe stato Naruto.

Minato sigilla metà Volpe dentro di séHDStudio Pierrot

10) Itachi Uchiha

A un certo punto, Masashi Kishimoto stesso nominò Itachi Uchiha come "il personaggio più forte dell'universo di Naruto". È stato parecchio tempo prima che nuovi potentissimi personaggi saltassero fuori, ma l'affermazione del creatore la dice lunga sulle sue potenzialità. Vale anche la pena ricordare che Itachi non ha mai perso uno scontro, se non per volontà propria.

Non solo attiva il suo Sharingan in tenera età e il Mangekyō durante l'adolescenza, ma si accolla interamente la responsabilità di sedare sul nascere il colpo di stato progettato dal suo clan, radendolo al suolo per preservare il buon nome degli Uchiha (di fatto, risparmia la vita soltanto a Sasuke).

Uno stratagemma, quello di Itachi: mettendosi in cattiva luce agli occhi del fratello minore, fa sì che l'odio di Sasuke nei suoi confronti cresca a dismisura e si trasformi in forza. Così, lascia che il giovane lo uccida al momento giusto - ma quella era la sua intenzione da sempre.

In combattimento, Itachi è un portento. Può lanciare potenti genjutsu, dissolvere il suo corpo in uno stormo di corvi e controllare in maniera incredibile l'elemento fuoco. Il suo vero potere, tuttavia, deriva dal Mangekyō Sharingan, che gli conferisce l'accesso a tre tecniche leggendarie: lo Tsukuyomi, l'Amaterasu e l'impenetrabile difesa di Susanoo.

Itachi si fa uccidere dal fratelloHDStudio Pierrot

9) Toneri Ōtsutsuki

Toneri è un membro del potentissimo clan Ōtsutsuki che utilizza il Tenseigan (l'evoluzione del Byakugan), arte oculare che gli conferisce abilità incredibili. Ancor prima di risvegliarlo completamente, è in grado di muoversi in tutto il villaggio senza essere individuato, teletrasportarsi, ipnotizzare le persone e persino spostare la Luna verso la Terra.

Allora perché Toneri è così in basso nella classifica? Beh, le sue Sfere dei Desideri non sono potenti come quelle fornite dalla Modalità dell'Eremita delle Sei Vie, lo dimostra il fatto che i poteri di Naruto senza la Modalità sono stati sufficienti per romperle (e gli sono bastati i pugni); tra l'altro, le Sfere dei Desideri di Toneri non hanno mostrato le stesse proprietà di quelle fornite dal Senjutsu delle sei vie.

Toneri sposta la LunaHDStudio Pierrot

8) Kinshiki Ōtsutsuki

Altro membro del clan Ōtsutsuki a far visita alla Terra, Kinshiki ha una potenza impetuosa ed è il padre adottivo di Momoshiki. Il suo amore per il figlio è così grande che, quando Momoshiki è in pericolo, Kinshiki si offre di essere assorbito senza esitazione. Come la maggior parte dei membri del clan Ōtsutsuki possiede il Byakugan, ha una forza sovrumana e la capacità di volare.

Nello scontro con Sasuke si muove a velocità incredibilmente alte e mostra un'incredibile potere, dando problemi all'Uchiha in non poche occasioni e costringendolo persino a usare il suo Rinnegan per schivare l'offensiva. Tuttavia, nonostante tutte le sue ottime performance, nel combattimento con Bee non è chiaro il suo effettivo contributo: non si sa se l'Ottacoda sia stato preso alla sprovvista da Momoshiki o se quest'ultimo sia stato aiutato da Kinshiki.

Kinshiki è membro del clan più potente della serieStudio Pierrot

7) Naruto Uzumaki

In uno scenario uno contro uno, ci sono pochi shinobi in grado di fronteggiare Naruto. Con una quantità ineguagliabile di chakra che scorre nel nel suo corpo, in aggiunta al Kyūbi (la Volpe a Nove Code) sigillato dentro di lui, è uno dei personaggi più forti dell'intera serie. Dopo aver visto la prima dozzina di episodi o giù di lì, tuttavia, potrebbe non sembrare così ovvio. Il protagonista è infatti impacciato e incapace.

Via via che la serie prosegue, però, il destino di Naruto diventa chiaro: il pubblico inizia a credere che un bambino senza talento possa un giorno diventare Hokage. Il ninja della Foglia è forte fisicamente, acquisisce doti di leadership e la sua capacità di fare amicizia con (quasi) tutti lo mette a suo agio in ogni situazione.

L'opera si chiama Naruto per una ragione, e, sebbene lo shinobi biondo non sia sin dall'inizio una presenza carismatica e minacciosa, non impiega troppo tempo a diventare il personaggio più amato della serie.

Naruto è il protagonista della serieHDStudio Pierrot

6) Sasuke Uchiha

Chi è più forte, Sasuke o Naruto? Una domanda che ha assillato i fan per quindici lunghi anni, via via che la serie progrediva. Alla fine, Kishimoto ha decretato un pareggio. Gli eterni rivali si eguagliano in battaglia.

Tuttavia, le cose sembrano cambiare verso la fine di Shippūden e l'inizio di Boruto: sebbene entrambi i personaggi continuino a essere tra i ninja più potenti dell'opera, Naruto persegue e raggiunge il suo sogno di diventare Hokage.

Sasuke, al contrario, è costantemente impegnato nelle missioni, si allena e mantiene il suo corpo in perfetta forma. Lo stesso Naruto, a un certo punto, afferma di essersi un po' arrugginito ricoprendo la carica di Hokage. Di conseguenza, è molto probabile che Sasuke sia più forte di di Naruto adesso. Semplicemente perché uno di loro è rimasto seduto dietro una scrivania troppo a lungo.

Per quanto forti siano stati gli ex membri del clan Uchiha, l'ultimo sopravvissuto, Sasuke, è probabilmente il più potente della famiglia. Itachi era sulla buona strada per conquistare il titolo di "Uchiha più abile di tutti i tempi", ma la sua morte prematura per mano del fratello minore ha messo fine a quella che già era una carriera ninja storica. Utilizzando il potere del Rinnegan, l'occhio più apprezzato tra le Tre Grandi Arti Oculari, Sasuke ha avuto accesso a un potere che pochi altri Uchiha sono riusciti a ottenere.

Sasuke è il rivale del protagonistaStudio Pierrot

5) Hamura Ōtsutsuki

Molti potrebbero non essere d'accordo con la scelta di mettere Hamura al di sopra di Naruto e Sasuke e, quindi, contestare il seguente ragionamento.

Hamura, tuttavia, ha combattuto e sigillato Kaguya insieme a suo fratello: nei filler viene affermato che la battaglia durò per mesi, un'impresa straordinaria (nonostante vada considerato che si sta parlando di episodi riempitivi, non presenti nella storia originale manga).

Hamura è anche in grado di teletrasportarsi sulla Luna e sopravvivere lì senza difficoltà, percepire e vedere quanto accade sulla Terra mentre è sul satellite, proiettarsi e parlare con altre persone anche dopo essere morto (come suo fratello) e trasferire a terzi il proprio chakra. Ma soprattutto, essendo figlio di Kaguya, fa supporre che sia più potente di Naruto, Sasuke e la maggior parte degli altri shinobi nati dalla mente di Masashi Kishimoto.

Hamura è fratello di HagoromoHDStudio Pierrot

4) Momoshiki Ōtsutsuki

Momoshiki è un membro del clan Ōtsutsuki che assorbe il chakra per creare pillole in grado di renderlo più forte e giovane. Sua grande caratteristica è quella di possedere due Rinnegan di colore rosso sui palmi delle mani: con quello di destra è capace di assorbire il chakra e le Arti Magiche degli avversari, mentre con quello di sinistra può rilasciarli in modo amplificato (è riuscito per esempio ad assorbire tecniche come il Rasengan o la Tecnica del Controllo dell'Ombra).

Momoshiki può essere considerato tra i più potenti personaggi dell'opera: viene eliminato da Boruto e Naruto, che congiungendo le forze riescono a creare un Rasengan di proporzioni gigantesche, talmente potente da sovraccaricare il potere di Momoshiki. Quest'ultimo quindi, nella speranza di assorbirlo, ne rimane distrutto.

Momoshiki può trasportarsi tra le dimensioniHDStudio Pierrot

3) Hagoromo Ōtsutsuki

Meglio noto come Eremita delle Sei Vie, Hagoromo è fratello di Hamura ed entrambi sono figli di Kaguya Ōtsutsuki, un'aliena venuta da un'altro mondo. È il capostipite di tutti i ninja, nonché jinchūriki del Demone a Dieci Code. Non è una sorpresa che occupi una posizione più alta di Naruto e Sasuke: dopotutto, il Rinnegan del tenebroso Uchiha e l'Arte Eremitica delle Sei Vie del protagonista provengono letteralmente dallo stesso Hagoromo - e, peraltro, i due ninja della Foglia padroneggiano la versione più debole.

Poter fare affidamento su entrambi queste due arti è piuttosto impressionante, ma c'è un dettaglio che sfugge a tutti quando si parla di Hagoromo. In realtà, il figlio di Kaguya sapeva utilizzare l'Arte Eremitica delle Sei Vie prima di diventare il jinchūriki della Decacoda. Quindi era tanto potente ancora prima di ottenere ciò che solitamente mette i ninja a quel livello. È proprio Hagaromo a fermare Kaguya, con l'aiuto di suo fratello, per mezzo del Chibaku Tensei.

Hagoromo porta in sé la DecacodaHDStudio Pierrot

2) Madara Uchiha

I poteri rivoluzionari di Madara Uchiha lo rendono uno dei ninja più potenti mai esistiti. È l'unico shinobi, oltre a Sasuke, a ottenere lo Sharingan Ipnotico Eterno, il quale gli dà accesso - tra gli altri poteri - al Susanoo Perfetto, una gigantesca creatura umanoide costituita dal chakra del suo utilizzatore che lo circonda e combatte per esso.

Anche senza il suo Susanoo, il normale Sharingan di Madara è così potente da permettergli di affrontare da solo l'Alleanza degli Shinobi. Combinando il suo Sharingan con le cellule del Primo Hokage, è stato in grado di sbloccare il Rinnegan e tutti i poteri a esso associati, tra cui l'ambita Arte del Legno. Durante la Quarta Grande Guerra Ninja diviene il jinchūriki della Decacoda, acquisisce la capacità di volare e le Sfere dei Desideri.

Con il potere combinato del Demone a Dieci Code e del Rinnegan, Madara è in grado di lanciare lo Tsukuyomi Infinito, un'illusione che incanta l'intero pianeta.

Madara è il leggendario leader del clan UchihaHDStudio Pierrot

1) Kaguya Ōtsutsuki

Matriarca del clan Ōtsutsuki, è proprio lei a creare e disperdere il chakra. Kaguya ha i poteri di un Dio, inclusa la possibilità di volare, l'abilità di fondersi con la natura, cambiare l'ambiente, effettuare salti dimensionali, assorbire il chakra, rigenerarsi e persino dare forma alle cose.

In combattimento, può usare le sue ossa come armi e un solo graffio inflitto con esse è sufficiente per ridurre un bersaglio in cenere. Ha la capacità di sparare aghi dai suoi capelli e controllarne la lunghezza e la densità.

Kaguya può inoltre usare la Sfera Primaria, una gigantesca palla con il potere di cancellare il mondo e di farlo tornare al nulla. Come se non bastasse, padroneggia tutte e tre le principali Arti Oculari: il Byakguan, lo Sharingan e il Rinnegan, e può utilizzare lo Tsukuyomi. Una volta sottomessi i malcapitati, può trasformarli in un'armata di Zestu. Può infine assorbire e trasformarsi nella Decacoda.

Kaguya crea e distribuisce il chakra nel mondoHDStudio Pierrot

Secondo voi quali sono i personaggi più forti di Naruto e Boruto?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.