FOX

Game of Thrones: in un museo a Belfast novanta metri di arazzi che raccontano le otto stagioni

di - | aggiornato

Presso lo Ulster Museum di Belfast l'arazzo dedicato a Game of Thrones sta per raggiungere i novanta metri di lunghezza: presto narrerà per immagini anche tutti gli eventi della stagione 8.

La morte di Ned Stark nell'arazzo di Game of Thrones Getty Images

114 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le otto stagioni di Game of Thrones si sono concluse lo scorso mese di maggio e, arrivato l'epilogo per le vicende di Westeros ed Essos, è venuto il momento di aggiornarsi anche per il celebre Northern Ireland's Game of Thrones Tapestry.

Questo mastodontico arazzo si prepara ad arrivare alla lunghezza di novanta metri, osservando i quali sarà possibile rivivere tutti gli eventi chiave che hanno animato la serie TV, dalla prima all'ultima stagione.

Esposta presso lo Ulster Museum di Belfast, città chiave della produzione HBO, l'opera è realizzata nello stile dello storico Arazzo di Bayeux, che risale alla fine dell'XI Secolo e che racconta la conquista normanna dell'Inghilterra nel 1606. Quello dedicato a Game of Thrones ne ricalca pienamente tutte le caratteristiche, sostituendo ai personaggi storici le dinastie protagoniste della serie TV.

Secondo Valerie Wilson, curatrice di costumi e tessuti per National Museums of Northern Ireland e intervistata da The Guardian, proprio gli arazzi sono un mezzo narrativo perfetto per consentire ai fan di rivivere le avventure di Jon Snow e compagni:

La lunghezza dell'arazzo consente alle vicende di svelarsi via via, in un certo senso possiamo dire che questo sia il mezzo perfetto per raccontare la storia del progetto Game of Thrones.

Sansa Stark diventa Regina del Nord nell'arazzo di Game of ThronesHDGetty Images
Una delle scene della stagione 8 che saranno sicuramente nell'arazzo di Game of Thrones: l'incoronazione di Sansa

Al momento, gli artisti sono al lavoro per il suo completamento, con l'opera che tornerà al museo di Belfast dal 13 settembre e rimarrà esposta fino al 13 gennaio 2020. La sua realizzazione ha richiesto più di due anni di lavoro a oltre trenta persone, che hanno rifinito a mano tutti i dettagli delle immagini cucite prima a macchina.

Non ci è dato sapere nel dettaglio quali scene della stagione 8 saranno rappresentate, ma non mancheranno tutti i momenti chiave: tra quelli presenti dalle vecchie stagioni, si va dalla condanna di Lord Ned Stark a tutte le storiche battaglie (e morti) che hanno coinvolto i protagonisti principali e caratterizzato la serie.

Una piccola anticipazione dall'arazzo di Game of Thrones dedicato alla stagione finaleHDGetty Images
Alcune sequenze dal finale di Game of Thrones mentre vengono immortalate nell'arazzo: Drogon distrugge il trono di spade, Bran Stark diventa Re, Sansa è Regina del Nord, Tyrion è Primo Cavaliere al Concilio Ristretto di Re Brandon I

Una volta che l'arazzo tornerà al suo posto sarà visitabile solo dai maggiorenni, a causa del fatto che ritrae, nel pieno stile di Game of Thrones, anche sequenze particolarmente violente. L'accesso sarà gratuito e, secondo le stime del museo, in questi anni l'opera ha già attirato 150mila visitatori da tutto il mondo. Non ci sono dubbi che, nei prossimi mesi, ne conquisterà ulteriori migliaia, a prescindere dalle diverse reazioni suscitate dalla stagione finale della serie TV.

Game of Thrones è andato in onda in 73 episodi dal 2011 al 2019. Attualmente, HBO sta producendo un prequel ambientato 5mila anni prima, le cui riprese si svolgeranno anche in Italia.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.