FOX  

Addio, The Walking Dead: esce negli USA l'ultimo numero a fumetti

di - | aggiornato

Oggi, 3 luglio, esce negli USA l'ultimo numero a fumetti di The Walking Dead: è la fine di una grande avventura durata quasi 16 anni. Celebriamola insieme, con le parole dell'editore italiano.

177 condivisioni 1 commento

Condividi

Senza preavviso, con pochissimo anticipo, come una doccia fredda per i suoi moltissimi lettori: è stato annunciata così l'uscita dell'ultimo numero di The Walking Dead, il fumetto che dopo quasi 16 anni di successo mondiale si conclude negli USA con il numero 193 oggi, 3 luglio 2019.

Milioni di lettori in tutto il mondo, una serie TV che è giunta alla decima stagione, uno spinoff alla quinta stagione e un altro in procinto di essere lanciato: la storia di The Walking Dead è una storia universale, in cui l'uomo lotta prima contro la sovversione dell'ordine naturale, con i morti che si risvegliano, e poi con il nemico più pericoloso... Se stesso.

Il primo numero di The Walking Dead, creato da Robert Kirkman e disegnato prima da Tony Moore (per i primi 6 numeri) e poi da Charlie Adlard, il suo disegnatore storico, uscì negli USA nell'ottobre del 2003. saldaPress lo portò in Italia nel 2005.

The Walking Dead: la cover dell'ultimo numeroSkybound Entertainment
The Walking Dead: la cover dell'ultimo numero a fumetti, in uscita oggi negli USA

Ed è proprio il direttore editoriale di saldaPress, Andrea G. Ciccarelli, a rilasciare una dichiarazione che rende omaggio a una passione durata tanti anni.

Sebbene Skybound ci avesse dato la possibilità di leggere in anteprima il #193 di The Walking Dead” ha detto Andrea G. Ciccarelli,  “le parole ‘THE END’ alla fine dell’albo mi hanno lasciato comunque a bocca aperta. Come immagino stia succedendo a chi, in queste ore, legge l’albo negli USA. Il primo pensiero è stato che è un finale perfetto che arriva alla fine di una bella, bellissima storia, piena di personaggi indimenticabili. E che conclude un romanzo a fumetti durato 16 anni, un lunghissimo periodo di tempo in cui The Walking Dead è stato capace di cambiare in tanti modi la vita di tante persone in tutto il mondo. Ed è bello pensare che tutto ciò sia stato reso possibile da una storia.

Un finale perfetto: così viene definito da uno dei massimi esperti, perciò - nella tristezza di una lunghissima avventura che finisce all'improvviso - avremo almeno la soddisfazione di una conclusione degna di tale nome.

Il primo numero di The Walking DeadHDSkybound Entertainment
Il risveglio di Rick in ospedale nel primo numero di The Walking Dead

Ciccarelli continua:

Quindi il sentimento principale che provo adesso è quello di gratitudine – come lettore e come editore – verso Robert Kirkman che, questa storia l’ha creata e l’ha scritta. E verso tutti coloro che, negli anni, ci hanno lavorato per portarla mensilmente ai lettori. Tra questi, in primis, ovviamente Charlie Adlard e Tony Moore che l’hanno disegnata, insieme a Cliff Rathburn Stefano Gaudiano e Dave Stewart che hanno aggiunto toni di grigio, inchiostri e colori. E, in generale, verso Skybound, uno dei nostri principali partner editoriali che dal 2010 non ha mai smesso di affidarci grandissime storie da pubblicare qui in Italia. E come dice anche il finale di The Walking Dead – tranquilli, nessuno spoiler – sono le storie il centro di tutto. E, in questo, Robert e la squadra Skybound restano imbattibili.

Il volume 32 - l'ultimo della serie in Italia - uscirà a dicembre. 

Ancora pochi mesi, dunque, e anche da noi la straordinaria avventura di un gruppo di sopravvissuti, determinati a vincere la morte - nel vero senso del termine - arriverà al capolinea.

Molti si chiedono se questo segnerà anche la fine della serie TV, il cui destino è però legato ad altri fattori. E il cui sviluppo, come abbiamo visto in questi anni, ha saputo costruirsi anche in maniera indipendente rispetto al fumetto, pur mantenendo una linea narrativa che ne ripercorreva gli eventi più significativi.

Mentre attendiamo la stagione 10 di The Walking Dead, celebriamo la fine di un universo a fumetti che ha scritto un pezzo importante di storia.

Addio, The Walking Dead.

Ci mancherai tanto.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.