FOX

Addio Android Beam e benvenuto Fast Share, app per la condivisione veloce di contenuti (anche con iPhone)

di - | aggiornato

Condividi file, url e persino frammenti di testo in pochi secondi e in tutta sicurezza con chi hai attorno.

La nuova funzionalità di Android, Fast Share Android

4 condivisioni 0 commenti

Condividi

Android Beam è stato il tentativo di Google di fornire funzionalità di condivisione locale veloce senza doversi appoggiare a reti esterne e servizi di trasferimento dati. Dopo qualche tempo dal suo rilascio Google ha deciso di chiudere il progetto che oggi rinasce sotto il nome di Fast Share.

Reso inizialmente disponibile per tutti gli sviluppatori di Android Q, Android Beam è stato eliminato da Google in favore del migliorato Fast Share. Le nuove funzionalità, introdotte dal gigante della ricerca web, sono simili alle opzioni di condivisione file locale dell'app File di Google. Fast Share permette però di condividere contenuti con gli utenti vicini semplicemente attivando la funzione apposita nel percorso Impostazioni> Google> Condividi veloce. Avvicinando semplicemente il dispositivo a quello di un altro utente potrete così condividere file, URL, immagini e frammenti di testo.

Android Fast Share: come funziona?

Fast Sgare permette di selezionare a chi rendere visibile il dispositivoAndroid

Dalle prime informazioni emerse sembra che la funzionalità richieda l'accesso al Bluetooth e ai servizi di localizzazione (se si utilizza anche il Wi-Fi). Le immagini suggeriscono anche che la funzionalità sarà compatibile anche con Chromebook, smartwatch e iPhone.

La ricezione di un file è quindi molto simile alla ricezione di un file tramite Bluetooth, in quanto è possibile accettare o rifiutare rapidamente il contenuto condiviso tramite l'area notifiche. C'è perfino un'opzione per abilitare la visibilità del dispositivo in modo che gli altri utenti possano vedere se c'è un dispositivo abilitato a al Fast Share nelle vicinanze, anche se in quel momento non stai scambiando dati.

Probabilmente Fast Share potrebbe non essere limitato ai soli dispositivi Android Q, in quanto si tratta di una funzionalità di Google Play Services. Questo significa che sarà scaricabile come una qualsiasi applicazione anche da smartphone rimasti a versioni Android più vecchie.

Essendo compatibile anche con iPhone, Fast Share si pone come alternativa semplificata del sistema Air Drop di Apple che propone una condivisione locale ma solo tra i dispositivi Apple. Non sappiamo ancora quando Fast Share verrà lanciata ufficialmente ma vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi dell'app.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.