FOX

La serie TV di Sandman è in arrivo: i primi dettagli [UPDATE]

di - | aggiornato

Il Signore dei Sogni sbarca finalmente sul piccolo schermo: Sandman, il fumetto DC Comics scritto trent'anni fa da Neil Gaiman, diventa una serie grazie a Netflix e Warner Bros. TV. Ecco tutto quello che è trapelato finora.

Un'immagine del Signore dei Sogni nel fumetto Sandman di Neil Gaiman DC Comics

32 condivisioni 1 commento

Condividi

[UPDATE della Redazione, 02/07/2019] Con un comunicato stampa ufficiale, Netflix ha confermato di aver ordinato la serie TV di Sandman.

Come anticipato da Deadline, Neil Gaiman e David S. Goyer lavoreranno all'adattamento nelle vesti di produttori e sceneggiatori affiancati da Allan Heinberg, che ricoprirà anche il ruolo di showrunner. Gli episodi ordinati sono attualmente 10 (più uno). Il pilota sarà scritto da Gaiman, Goyer e Heinberg.

[Articolo originale] Nell'anno del suo trentesimo anniversario (il primo volume debuttava nel gennaio 1989 sulla DC Comics di Batman e Superman), Sandman diventa una serie TV. La notizia arriva da Deadline e corona il sogno cullato da anni dai fan del fumetto cult di Neil Gaiman, disegnato – tra gli altri – da Mike Dringenberg e Charles Vess.

Rimasto nel limbo per decenni, Sandman debutterà sul piccolo schermo grazie a Netflix e Warner Bros. TV, che avrebbero chiuso un accordo affidando l'adattamento allo sceneggiatore e showrunner Allan Heinberg (Wonder Woman, Grey's Anatomy).

Gaiman sarà il produttore esecutivo insieme a David Goyer, lo sceneggiatore della trilogia di Blade, della trilogia di Batman di Christopher Nolan e dei cinecomics DC L'uomo d'acciaio e Batman v Superman: Dawn of Justice.

Un adattamento travagliato

Sandman è l'opera che ha rivoluzionato il fumetto americano, costruendo una mitologia tutta contemporanea del pantheon delle divinità attraverso le storie di Dream (il Signore dei Sogni, con un look à la Robert Smith dei Cure rimasto nell'immaginario dei lettori), Death (la Morte, una ragazza dark che ha ispirato non poche cosplayer) e degli altri Eterni, i sette "fratelli" che rappresentano antropomorficamente i sentimenti e le passioni degli esseri senzienti.

Vincitore del World Fantasy Award, il fumetto di Gaiman è stato definito da Stephen King, nell'introduzione a La locanda alla fine dei mondi, un viaggio "in un mondo che non è mai esistito, in compagnia di gente che avremmo voluto essere... o che, grazie a Dio, non siamo".

Un primo piano di Neil GaimanHDGetty Images
Neil Gaiman

Erano anni che la casa editrice Vertigo tentava in ogni modo di realizzare questo adattamento. In un primo momento, la saga sarebbe dovuta diventare un film diretto da Joseph Gordon-Levitt. L'attore ha poi avuto divergenze creative con la produzione, New Line Cinema, e tre anni fa ha mollato il progetto.

A quanto pare, la differente visione sull'adattamento è stata legata al nome di Jack Thorne, lo sceneggiatore di film e serie come Wonder, National Treasure e This Is England. Gordon-Levitt avrebbe imposto Thorne sin dal 2014, New Line l'ha invece sostituito con Eric Heisserer (Bird Box, Arrival, Lights Out, La cosa, Final Destination 5). Questo cambio in corsa avrebbe favorito l'addio di Gordon-Levitt.

Proprio quando il Sandman cinematografico sembrava svanito, è arrivato l'annuncio di questa versione TV. Quando arriverà la conferma ufficiale (Netflix non ha ancora commentato l'accordo con Warner Bros), sarà l'ennesimo franchise da aggiungere al recente arsenale televisivo di Gaiman.

Neil Gaiman a tutta TV

Dopo aver scritto un paio di episodi di Doctor Who, la rockstar letteraria britannica ha adattato i suoi romanzi American Gods (le prime due stagioni sono andate in onda per il canale via cavo Starz negli Usa e su Amazon Prime Video in Italia) e Good Omens, mini-serie tratta da Buona Apocalisse a tutti!, interpretata da David Tennant e Michael Sheen e disponibile sempre su Prime Video.

Su Netflix, inoltre, è già presente Lucifer, la serie basata sull'omonimo fumetto di Mike Carey (arrivata alla quinta e ultima stagione: la sesta, come dichiarato dalla showrunner Ildy Modrovich sui social, non ci sarà) che vede come protagonista proprio il Diavolo in persona, Lucifer Morningstar (uno straordinario Tom Ellis), il personaggio creato da Gaiman.

Tom Ellis seduto sul suo trono in una scena della serie TV LuciferHDNetflix
Tom Ellis versione Lucifer Morningstar

Cosa ne pensate di questa serie TV? A questo punto chi vi piacerebbe vestisse i panni di Dream e Death?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.