FOX  

Mark Strong affascinato dagli anni '70 in Rapina a Stoccolma

di - | aggiornato

Una miscela curiosa di thriller e commedia dark vi aspetta al cinema con Rapina a Stoccolma.

3 condivisioni 0 commenti

Condividi

Si torna negli anni '70 con il film Rapina a Stoccolma, la cui storia ha definito la famosa sindrome di Stoccolma, per cui le vittime (come gli ostaggi in questo caso) prendono in simpatia i criminali, qualche volta fino a innamorarsi.

Il film diretto da Robert Budreau, nelle sale italiane dal 20 giugno 2019 distribuito da M2 Pictures, è interpretato da Ethan Hawke, Noomi Rapace e da uno degli attori più apprezzati del momento, ovvero Mark Strong. Quest'ultimo è stato recentemente protagonista al cinema con film di successo come Kingsman - Il cerchio d'oro e Shazam!, per il piccolo schermo, invece, è stato uno dei volti di spicco della prima stagione della serie televisiva Deep State, dove ha interpretato il personaggio di Max Easton. La seconda stagione, composta da 8 episodi e creata da Simon Maxwell e Matthew Parkhill, è in onda in prima TV assoluta su FOX.

In Rapina a Stoccolma, Mark Strong interpreta Gunnar Sorensson. L'attore ha avuto modo di parlare del suo personaggio e dell'esperienza di lavorare a questo film nella featurette che potete vedere in testata a questo articolo.

Nel filmato, Strong racconta che è stato per lui un piacere calarsi nell'atmosfera degli anni '70 (la storia ha luogo nell'agosto del 1973), poiché si ritorna a un look straordinario con tanto di pantaloni a zampa di elefante, che hanno caratterizzato quegli anni e che, sottolinea Mark, lui non poteva indossare perché troppo piccolo. Inoltre, l'attore si sofferma su quella che è probabilmente la riflessione più importante di tutte e che è al centro del film: perché dei criminali diventano delle rock star? Il carisma che queste esercitano sul pubblico spesso li rende famosi e persino capiti in qualche modo.

Gli ostaggi del film sono, infatti, molto in sintonia con i rapinatori della banca e si fidano più di loro che della polizia. Infine, Mark Stong dichiara che ha scelto di recitare in Rapina a Stoccolma per il sapore degli anni '70 mescolato all'ambiente svedese, una combinazione che cra un mix esplosivo da ammirare al cinema.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.