FOX

La nuova miniserie a fumetti di Spider-Man porterà la firma di J.J. Abrams (e suo figlio)

di - | aggiornato

J. J. Abrams e suo figlio Henry annunciano una miniserie a fumetti di Spider-Man, in arrivo a settembre nelle fumetterie USA. Nella storia suddivisa in cinque capitoli, Peter dovrà affrontare un villain inedito.

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

J. J. Abrams è noto per le sue attività da regista, sceneggiatore e produttore sia in ambito cinematografico che televisivo, ma perché non ampliare ulteriormente gli orizzonti della propria carriera? Ebbene, il 'padre' di Lost (nonché regista degli episodi VII e IX della saga di Star Wars) ha intenzione di lasciare il segno anche nel mondo dei fumetti, con una miniserie originale su Spider-Man.

Tramite un video pubblicato sui canali social di Marvel Entertainment (che trovate in copertina), J. J. Abrams e suo figlio Henry (20) hanno annunciato la sorprendente e inattesa collaborazione con Marvel Comics. La clip si apre con un countdown (con i numeri realizzati con la ragnatela che hanno scatenato il panico sui social) che mette definitivamente a tacere le voci sul quarto capitolo della saga di Spider-Man firmata Sam Raimi e con Tobey Maguire nei panni del protagonista.

La copertina (realizzata da Olivier Coipel) del primo numero della miniserie di Spider-Man scritta da J.J. e Henry Abrams;HDMarvel Comics
La copertina del primo numero della miniserie di Spider-Man scritta da J.J. e Henry Abrams

La miniserie in cinque capitoli in arrivo a settembre nelle fumetterie statunitensi introdurrà un villain inedito, Cadaverous, che creerà non pochi problemi a Spider-Man / Peter Parker e alla donna della sua vita, Mary Jane Watson. A disegnare le tavole del nuovo evento Marvel Comics sarà l'italiana Sara Pichelli, prima illustratrice di Miles Morales in Ultimate Spider-Man.

Intervistato dal New York Times, J. J. Abrams ha raccontato il suo "primo incontro" con lo spararagnatele del Queens:

Lavoravo in una fumetteria ai tempi del liceo e lì c'era un numero di Amazing Fantasy con la prima apparizione di Spider-Man. Grazie a quel lavoro mi sono avvicinato al mondo dei fumetti. E anche se non sono mai stato appassionato quanto Henry, ho sempre apprezzato il modo in cui una storia emozionale e in cui è facile riconoscersi sia raccontata in questa fantastica circostanza.

Lavorare al fumetto è stato quasi come lavorare ad un film, ha dichiarato il regista:

Potrei dire che è stato come lavorare ad un film. Hai un'idea su come sarà il castello di Maz Katana [di Star Wars]. È solo una teoria per mesi e mesi, poi si passa attraverso altre fasi e progetti. Poi un giorno vai sul set e stai lì, potresti non registrare nulla, ma sei sul set.

E sui disegni di Sara Pichelli:

E quando ti consegnano gli artwork di Sara, i primi rendering in bianco e nero... è strano perché all'improvviso stai guardando un'interpretazione brillante di un artista di un lavoro di cui stai parlando da molto tempo.

Eccezion fatta per l'arrivo di un nuovo villain nell'universo Marvel Comics, scarseggiano le notizie sulla prossima adrenalinica avventura di Peter Parker. Ma d'altronde si sa, con J. J. Abrams i misteri sono all'ordine del giorno.

Cosa ne pensate della collaborazione tra Marvel Comics e Abrams? Quale sarà il tono della miniserie?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.