FOX

Playdate: arriva la prima console portatile... a manovella!

di -

Piccolissima, gialla come una banana matura e con uno schermo in bianco e nero: nel 2020 arriverà Playdate!

Playdate è la prima console di Panic Panic

8 condivisioni 0 commenti

Condividi

Piccolissima, assolutamente anacronistica e dal giallo intenso. 

Si chiama Playdate, ed è la la prima - minuscola - console portatile dotata di una manovella. Console che, per la sua peculiare natura, sembrerebbe essere stata progettata nelle sempre creative fucine di "mamma" Nintendo. Il produttore è in realtà, e un po' a sorpresa, Panic, publisher del celebre Firewatch e del futuro Untitled Goose Game.

L'azienda, dopo venti anni a realizzare software, ha deciso di spingersi oltre i confini della propria comfort zone e di imbarcarsi in un'avventura dal profilo giocoso e decisamente affascinante. D'altronde, la natura "giocattolosa" di Playdate è evidente al primo colpo d'occhio, tra colori e scocca della piattaforma.

Le dimensioni di Playdate, sviluppata negli ultimi quattro anni, sono incredibilmente contenute: 7 centimetri per 7, per uno spessore di soli 9 millimetri. In dotazione tecnica, invece, troviamo due pulsanti, uno schermo in bianco e nero da 2.7 pollici, jack per le cuffie, alimentazione via cavo USB C e naturalmente una manovella. Quest'ultima funge da vero e proprio controllo analogico opzionale. Stando al comunicato ufficiale di Panic, non tutti i giochi ne faranno uso, ma potremo saggiarne le feature già con Crankin's Time Travel Adventure, il primo titolo annunciato per Playdate. Nel gioco si sfrutterà la manovella per far avanzare o arretrare il tempo e quindi i movimenti di un eroe di latta deciso a incontrare la sua amata.

Per quanto uno schermo in bianco e nero oggi - o nel 2020, quando Playdate sarà disponibile sul mercato - possa far sorridere, i creatori ci tengono a precisare che si tratta comunque di una tecnologia "moderna", con una risoluzione di 400x240 pixel senza retroilluminazione - funzionerà ottimamente se illuminato dal sole o da una fonte di luce artificiale, proprio come avveniva con il primissimo Game Boy

Il prezzo consigliato per la stramba - ma desiderabilissima! - piattaforma da gioco è di 149 dollari, ed include una intera stagione composta da dodici videogiochi - a cui probabilmente ne seguiranno altre in futuro. Per arricchire la line-up della sua piccola console, Panic ha coinvolto nel progetto molti autori di titoli indie, tra cui Keita Takahashi (Katamari Damacy), Bennett Foddy (Sportsfriends), Shaun Inman (Retro Game Crunch) e Zach Gage (Really Bad Chess). Ogni lunedì, per dodici settimane, Playdate riceverà un nuovo gioco, attraverso il collegamento via Wi-Fi e Bluetooth. Una piccola spia luminosa indicherà la disponibilità di qualcosa di nuovo da provare.

Cosa ve ne pare di Playdate? Il suo fascino hipster è riuscito a conquistarvi?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.