FOX

Una famiglia al tappeto, il biopic sulla wrestler Paige, con The Rock e Lena Headey

di - | aggiornato

Presentato al Sundance Film Festival, il film sulla carriera della giovanissima campionessa WWE arriva nelle sale italiane il 10 luglio. Nel cast anche Florence Pugh e Vince Vaughn.

16 condivisioni 0 commenti

Condividi

All’incredibile talento e alla fortunata carriera da wrestler di Saraya-Jade Bevis, meglio conosciuta come Paige, è dedicato il film Una famiglia al tappeto.

Dopo essere stata protagonista nel 2012 del documentario The Wrestler: Fighting with my family, la storia di Paige meritava davvero di essere raccontata anche al cinema. Grazie al lavoro di Stephen Merchant (creatore di The Office assieme a Ricky Gervais) che ha realizzato la sceneggiatura e diretto un cast di bravissimi attori come Florence Pugh, Dwayne "The Rock" Johnson (che è anche produttore del film), Lena Headey e Vince Vaughn, la lotta per il successo di Paige è ora un film pieno di emozioni e di humor.

La trama del film

Il poster di Una famiglia al tappeto, biopic sulla wrestler PaigeEagle Pictures

Saraya (Florence Pugh, Lady Macbeth) nasce in una famiglia della working class inglese da anni impegnata nel mondo del wrestling. Il padre Patrick “Rowdy Ricky Knight” (Nick Frost, Tomb Raider) e la madre Julia “Sweet Saraya” (Lena Headey, Cersei Lannister in Game of Thrones) non si risparmiano in consigli sulle più efficaci prese da combattimento, quando assistono ai classici litigi tra fratelli che coinvolgono Saraya e Zak (Jack Lowden, Dunkirk), suo fratello maggiore.

Cresciuti anche loro con la passione per questa disciplina sportiva, i due adolescenti decidono di fare un provino per la WWE. Dopo aver ricevuto i consigli del famoso wrestler The Rock (Dwayne Johnson) fratello e sorella partecipano alla selezione, ma è solo Saraya a superarla.

A lei viene data l’opportunità di frequentare un programma di allenamento in Florida con il coach Morgan (Vince Vaughn), il che significa allontanarsi dai suoi genitori e lasciare un disperato fratello inchiodato alla provincia, per giocarsi la chance che potrebbe cambiare la sua vita.

Dopo Lady Macbeth, Florence Pugh stupisce di nuovo con una performance ammirevole. La somiglianza con la vera Paige è incredibile, stesso look gothic, stessa attitude, stessa energia.

Una affinità che non è stata colta da un giornalista dell’Evening Standard che ha criticato il fisico dell'attrice, definendo le sue cosce un po’ troppo grassottelle per essere paragonate a quelle delle wrestler professioniste. Una dichiarazione che ha spinto Pugh a rispondere a tono con un tweet contro il body shaming subito, subito ritwittato da Paige con il commento “Wow sono davvero inorridita”

Il film racconta i primi passi di Paige nel mondo del wrestling, che debutta nella WWE a soli 14 anni, un processo elettrizzante che mette a fuoco l’identità femminile (e per questo potremmo accostare il film all’originalità della serie TV GLOW) e l’influenza che uno sport può avere nel migliorare le vite dei ragazzi.

Il wrestling sarà pure uno sport d’intrattenimento, anche un po’ finto, ma le emozioni che riesce a suscitare no, quelle non hanno niente di falso.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.