FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8, i personaggi da cui ci si aspettava di più

di - | aggiornato

Diversi personaggi di Game of Thrones 8 hanno giocato un ruolo più defilato di quello a cui erano attesi: chi avrebbe potuto fare di più?

34 condivisioni 0 commenti

Condividi

Game of Thrones è giunta al termine con un episodio controverso, che ha frettolosamente chiuso la storia di Westeros cominciata in TV nel 2011.

La scelta dei due showrunner della serie, Benioff e Weiss, di condensare una stagione così importante come l'ottava (e ultima) ha necessariamente imposto loro delle scelte, narrativamente parlando. E sono state scelte drastiche, che i fan non hanno digerito granché (si veda la petizione per rifare la stagione, che ormai ha raggiunto oltre un milione di firme).

Vuoi perché ci si è dovuti concentrare sulla storia dei protagonisti - Daenerys, Jon, gli Stark, gli Estranei e i Lannister -, vuoi perché il tempo a disposizione era agli sgoccioli, GoT 8 ha regalato ai fan dei momenti importanti, sì, ma spesso senza quel climax che ha reso memorabili parecchi episodi precedenti.
Penso ad esempio al secondo della stagione 6, con Jon che torna dalla morte, oppure alla battaglia di Aspra Dimora vista nel quinto episodio della stagione 5. E ancora, come non citare la Battaglia dei Bastardi nel nono episodio della stagione 7 o il sacrificio struggente di Hodor nel quinto, sempre della stessa stagione?

Di puntate memorabili ce ne sono state tantissime, anche senza troppo bisogno di CGI e creature soprannaturali (che comunque hanno giocato un ruolo importante nello show).

Ebbene, alcuni personaggi attesi a grandi cose, sono stati un po' "appiattiti" nell'ultima stagione e questo ha originato un certo malcontento nel fandom. Anche se, a ben guardare, GoT da un certo punto di vista è rimasta fedele a sé stessa e le prove sono sempre state ben visibili.
Diciamo solo che, la stagione 8 ha ingranato la quarta e ha sprintato fino alla fine.

Quali sono, però, i personaggi che avrebbero potuto fare di più? Non parlo solo di atti eroici e/o bellici, ma mi riferisco anche a quell'assenza di spessore che ha spiazzato i fan, anche nei momenti con più pathos.

Attenzione! Possibili spoiler!

Daenerys

Nella coerenza che l'ha portata ad essere la Mad Queen, Daenerys ha perso un sacco di carisma negli ultimi 6 episodi.

Emilia Clarke è stata eccezionale, sia chiaro, ma il suo personaggio più di una volta è apparso come svuotato, animato solo dall'ossessione del Trono. L'amore di Jon, a un certo punto, è diventato quasi un problema - senza contare le sue origini, che di fatto erano un problema.

La sua discesa nella pseudo-pazzia (molto lucida, come pazzia) ma soprattutto la sua morte, sono sembrato troppo affrettate e, dunque, poco coinvolgenti.
Un vero peccato.

Deanerys si lascia andare alla violenza in GoT 8x05HDHBO/MonfoFox

Il Re della Notte

Sette stagioni a minacciare la sua venuta ed è morto senza lasciare veramente il segno, schiacciato dagli eventi successivi.

Ci si aspettava molto di più dal supervillain venuto dal profondo Nord: qualche potere inedito - ok, ha resistito al fuoco di drago -, due parole davanti a Bran prima dell'attacco di Arya, qualcosa di inatteso... qualunque cosa.
E invece no.

Arya ha messo in campo tutti gli insegnamenti da assassina di Braaavos, per carità, ma il Night King è andato al tappeto un po' troppo in fretta.
È stato molto più "interessante" nella settima stagione, quando ha abbattuto Viserion e ha abbattuto la Barriera, no?

Il Night King rianima i morti in Got 8HDHBO

Varys

La morte del Ragno Tessitore non ha davvero reso giustizia a uno dei personaggi più intriganti e più intelligenti di Westeros. Nei libri, Varys è sempre un passo avanti a tutti, conosce mille maniere per sfuggire ai suoi nemici e denota una capacità di muoversi fra le ombre della diplomazia che hanno in pochi.
Insomma, un consigliere perfetto.

In GoT 8, invece, sceglie il partito sbagliato e lo svela apertamente, informando altri delle vere origini di Jon Snow - o almeno ci prova. Senza contare il malcelato tentativo di avvelenare Dany.
La giustizia della Madre dei Draghi è rapida, brutale e infuocata.

La tela del Ragno viene distrutta in una fiammata infernale. Fine.

Varys affronta la sua morte in GoT 8HDHBO

Jon Snow/Aegon Targaryen

Jon Snow si aspettava di servire la sua Regina e, invece, è stato la mano che l'ha uccisa. La mano, fate attenzione, non la mente.
No, quella è stata quella ben più lucida di Tyrion Lannister, vero e proprio eroe di tutta la serie: un eroe profondamente umano, con pregi, vizi e difetti.

Se fino a poco tempo prima Jon era stato un promettente - ma riluttante - Re del Nord, l'incontro con Daenerys l'ha rapidamente ridotto al ruolo di suo amante/luogotenente.
Nella stagione 8, poi, il personaggio è rimasto come defilato da tutti i momenti più importanti: chiariamoci, non intendo dire che si sia sottratto ai suoi doveri, quando più che abbia scelto di farsi trascinare dagli eventi e seguire altri leader.

Anche nell'atto risolutivo nell'episodio 8x06, quello con cui ha messo fine alla minaccia di Daenerys, era come se non fosse cosciente di sé. Non del tutto, almeno.

Anche qui, c'erano tantissime potenzialità in più da esplorare.

Jon Snow assiste allo scempio di Approdo del Re in GoT 8x05HDHBO

Cersei Lannister

Con la morte del Night King, è diventata la villain ufficiale della stagione - almeno per un po'. E sembrava che il suo piano stesse funzionando, dopo l'abbattimento del povero Rhaegal.

Invece Cersei non ha fatto altro che morire come un ratto, schiacciata dalle macerie dei sotterranei del suo castello e frignando come una donzella senza il suo cavaliere a proteggerla - anche se Jaime era lì eccome.

Che fine ha fatto la leonessa Lannister, capace di sopravvivere alle trame di palazzo e di far tremare i più potenti Lord di Westeros?
Non pervenuta, purtroppo.

Jaime e Cersei, semisepolti dalle macerieHBO

Harry Strickland e la Compagnia Dorata

Possiamo riassumere tutto con un meme.

Gendry

Figlio bastardo di Re, poi nobilitato da Daenerys a Lord di Capo Tempesta. Costruisce armi notevoli e si distingue in battaglia, come suo padre (prima di salire al Trono).

Eppure nella stagione 8 di GoT finisce per essere "solo" il love affair di Arya, senza mostrare il suo vero valore.

Melisandre si era dunque sbagliata? Non lo sapremo mai.

Daario Naharis

A Meereen ci sarebbe anche un certo capitano di ventura innamorato di Daenerys, con i suoi uomini...

Ghost

Il povero Spettro, abbandonato da Jon Snow con una rapida occhiata prima di partire per Approdo del Re, finalmente ha ottenuta le carezze che meritava nel finale di GoT.
Il popolo dei meme, almeno in questo, ha trovato sollievo.

Va detto però che il metalupo è stato poco più di una comparsa in tutta la stagione: è servito come semplice soldato - estremamente efficace, sia chiaro - in battaglia, con buona pace del tanto chiacchierato "legame" psichico con il proprio padrone.
Un legame che non è stato nemmeno sfiorato.

Ghost ha seguito Jon per Winterfell, ha combattuto, ha perso un orecchio, ha guaito per non essere stato salutato a dovere e ha riaccolto il suo amato padrone al Castello Nero.
Come un qualsiasi animale da compagnia.

Questo particolarissimo rapporto empatico meritava di più.

Jon accarezza Ghost in GoT 8x06HDHBO

Vota anche tu!

Chi è stato il più deludente in GoT 8?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

E voi che ne pensate? Avreste voluto, come me, esplorare meglio questi personaggi? Ditemelo con un commento qui sotto!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.