FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones: il finale sarà ispirato a Il Signore degli Anelli? GRRM parla dell'influenza di Tolkien e spunta una teoria

di - | aggiornato

Come finirà Game of Thrones? A un episodio dalla conclusione, le dichiarazioni di GRRM sull'influenza di Tolkien sulla sua opera hanno fatto nascere una teoria secondo cui il finale sarà ispirato a quello de Il Signore degli Anelli.

Kit Harington è Jon Snow HBO

38 condivisioni 1 commento

Condividi

Alla conclusione di Game of Thrones manca solo un episodio, ma niente è certo (del resto, lo è mai stato?). Il plot twist di The Bells ha sconvolto i fan (per dirla tutta, a molti non è piaciuto per niente) e ha (ri)messo in discussione alcune tra le più significative profezie e speculazioni che tengono banco da anni. Ma forse gli indizi del finale sono in bella vista. Basta cambiare prospettiva.  

L'influenza di J.R.R. Tolkien su George R.R. Martin

Secondo una teoria che sta prendendo piede sul web, il finale di GoT sarà ispirato a quello de Il Signore degli Anelli. Per capire come, è necessario fare un passo indietro e spostare l'attenzione su George R.R. Martin, ovvero il creatore della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco su cui è basata la serie HBO.

Come riporta Variety, in occasione della première del film Tolkien, l'autore ha parlato del modo in cui il leggendario autore lo ha ispirato e ha confermato la grande influenza che ha avuto sulla sua opera... anche nella mole:

Mi ha fatto amare il genere che ha creato: il fantasy epico. Ha ridefinito tutto quello che c'era prima. Ho iniziato a scrivere una trilogia intitolata Game of Thrones. Adesso quella trilogia ha 7 libri... se finisco gli altri due.

George R.R. Martin, Lily Collins e Nicholas Hoult alla prima di TolkienHDGetty Images
George R.R. Martin, Lily Collins e Nicholas Hoult sul red carpet della première di Tolkien

In una intervista con Slash Film, GRRM ha approfondito la questione:

J.R.R. Tolkien è colui che ha creato il genere che oggi chiamiamo fantasy. Certo, il fantasy esiste da milioni di anni. Basta pensare ai miti greci e ad altre cose del genere. E certamente a Edmund Spenser e a La regina delle fate, a William Morris e a La fonte ai confini del mondo, a Eric Rücker Eddison e a Lord Dunsany. Tutti grandi scrittori. Ma Tolkien ha creato un modello completamente nuovo, che non solo io, ma ogni autore di fantasy moderno segue.

Lo scrittore ha spiegato di avere mutuato da Tolkien l'assunto che "chiunque può morire", ma anche di essersi distaccato dal "maestro". Non solo perché... "non c'è porno nella Terra di Mezzo" (sic.), ma anche per il fatto di vivere in un'epoca e in un contesto diversi:

Io sono molto diverso. E non sono Tolkien. Scrivo molti anni dopo di lui e provengo da un posto differente. Tolkien ha avuto una enorme influenza su di me, senza dubbio. Ma la sua influenza non è stata l'unica. Ho letto anche molti romanzi storici e saggi su veri governanti del Medioevo. Ho da dire cose che non sono le stesse che ha detto Tolkien.

Attenzione! Possibili spoiler!

Il finale di GoT sarà ispirato a quello de Il Signore degli Anelli

Dove porta tutta questa lunga premessa? Secondo una teoria condivisa da Comic Book, al fatto che il finale di GoT sarà modellato su quello de Il Signore degli Anelli. Pure con le dovute differenze rimarcate da Martin.

Giusto per ricapitolare, la saga di Tolkien si conclude con Frodo Baggins e Samvise Gamgee che riescono a portare l'Anello a Mordor e a distruggerlo nella voragine del Monte Fato. Gollum, corrotto dal potere dell'Anello, muore nell'ultimo tentativo di impossessarsene. Invece, Frodo e Sam fanno ritorno a casa e il secondo sposa l'amata Rosie Cotton. Ma Frodo non riesce a trovare pace per le ferite ricevute nel corpo e nell'anima e salpa alla volta delle Terre Immortali. Molti anni dopo, sarà raggiunto da Sam.

Ned Stark sul Trono di SpadeHDHBO
Ned Stark sul Trono di Spade nella prima stagione di Game of Thrones

Ebbene, secondo la teoria, la fine di Game of Thrones presenterà i seguenti parallelismi:

Il Trono di Spade è l'Anello. L'Iron Throne è il motore della storia, il simbolo del potere che tutti perseguono e che corrompe chiunque entra in contatto con esso o cerca di ottenerlo.

Jon Snow è Frodo. L'ex bastardo di Grande Inverno è l'eroe improbabile e riluttante, destinato a spezzare il "gioco del trono", ma solo se sarà capace di resistere alla lusinga del potere. 
Il figlio di Rhaegar Targaryen e Lyanna Stark ha detto e ripetuto più volte di non essere interessato a essere re o a regnare. Né sul Nord, né sui Sette Regni. Dunque, è probabile che porterà a termine la sua missione. Ma come Frodo, è lecito credere che anche lui pagherà un prezzo altissimo (ucciderà Daenerys? Vedrà morire qualcuno che ama per mano della Mad Queen?). Come conseguenza, sceglierà di vivere oltre la Barriera con il Popolo Libero o addirittura si spingerà nelle Terre del'Eterno Inverno.
In tal senso, un indizio si trova nell'episodio 8x04, quando Jon lascia Ghost con Tormund, dicendo che i metalupi devono vivere liberi nel profondo Nord. Nella serie, la sorte delle bestie trovate in L'inverno sta arrivando rappresenta o prefigura quella dei giovani Stark e la decisione di Jon per Ghost potrebbe anticipare quella per sé stesso.

Jon Snow con il suo grande amore, YgritteHBO
Jon Snow e Ygritte: il (vero) posto dell'ex bastardo è il Nord?

Samwell Tarly è Samwise Gamgee. Dopo avere condiviso (quasi) tutte le battaglie di Jon, Sam metterà su famiglia con Gilly (cosa che, di fatto, è già avvenuta). E come il suo alter ego partecipa alla creazione del resoconto delle avventure vissute con Frodo, il Libro Rosso dei Confini Occidentali, è probabile che lui scriverà le Cronache del ghiaccio e del fuoco (dando seguito al cortocircuito metanarrativo già ipotizzato dai fan) e... un giorno, raggiungerà Jon.

Daenerys Targaryen è Gollum. La Madre dei Draghi ha avuto un solo obiettivo per tutta la serie: riprendersi quello che le è stato portato via e sedere sul Trono di Spade. Ma la sua legittima (non più, dopo la rivelazione delle origini di Jon) rivendicazione dell'Iron Throne si è trasformata progressivamente in ossessione e alla fine è esplosa nella follia che le ha fatto radere al suolo Approdo del Re. 
Come Gollum, è (molto) probabile che la Khaleesi non rinuncerà al suo "tesoro". E come Gollum, anche lei ne sarà distrutta. Anche se in che modo è tutto da vedere.

Daenerys e la nascita della Mad QueenHDHBO
Daenerys verrà distrutta dalla sua ossessione per il trono?

Bran Stark è Aragorn. L'ultimo figlio maschio di Ned Stark e Catelyn Tully ha compiuto un lungo viaggio ed è diventato il Corvo a Tre Occhi. La trasformazione lo ha portato a rifiutare le proprie origini e il legittimo diritto a Lord Protettore del Nord. Due caratteristiche che lo avvicinano ad Aragorn. Di conseguenza, è probabile che sarà lui a diventerà il re - o almeno, una sorte di governante - dei Sette Regni.
Un indizio del suo destino sembra essere in The Last of the Stark, quando Tyrion dice a Bran che la sua natura di Corvo a Tre Occhi (superiore alla piccolezza degli uomini e dei loro intrighi di potere) potrebbe fare di lui il re migliore di tutti...

Per sapere se quest'ultima, suggestiva e (per dirla tutta) convincente teoria ha colto nel segno, non resta che guardare l'episodio finale di Game of Thrones.

L'appuntamento è per lunedì 20 maggio, alle 3:00 del mattino, su Sky Atlantic.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.