FOX

[Spoiler!]

48mila dollari al minuto per la stagione 8: Lena Headey regina di Game of Thrones

di - | aggiornato

La regina di Game of Thrones? Lena Headey! L'interprete di Cersei conquista la corona con un compenso pari a 48mila dollari al minuto per la stagione 8. E i fan chiedono che le sia dato l'Emmy.

Lena Headey è Cersei in Game of Thrones HBO

106 condivisioni 2 commenti

Condividi

Chi è la (vera) regina di Game of Thrones? Al momento, a Westeros niente è ancora deciso. Vero è che gli eventi dell'episodio 8x05, The Bells, sembrerebbero avere emesso un verdetto. Tuttavia, la sensazione è che gli ultimi 80 minuti della serie HBO riserveranno molti colpi di scena. E probabilmente cambieranno ancora (e parecchio) la situazione.

Ma se in TV è tutto in discussione, nella realtà c'è già una "vincitrice": Lena Headey. L'interprete di Cersei Lannister ha conquistato la corona di attrice più pagata della stagione 8.

Per essere corretti, Lena ha percepito lo stesso compenso (monster) di Emilia Clarke, Kit Harington, Peter Dinklage e Nikolaj Coster-Waldau, che The Hollywood Reporter ha aggiornato a 1 milione e 200mila dollari a episodio. Ma l'attrice britannica è comparsa sullo schermo molto meno dei suoi colleghi. Esattamente, il suo impegno è stato di 25 minuti su 432 totali.

Secondo un calcolo fatto da Fox News, questo significa che l'alter ego di Cersei ha guadagnato 48mila dollari al minuto.

Ovviamente, Lena non è stata sul set di Game of Thrones solo 25 minuti. Durante le riprese, le scene vengono ripetute (anche più e più volte). E in fase di montaggio, parecchie sequenze e minuti vengono scartati. Ma anche così, rimane indiscutibile che interpretare la spietata Regina di Approdo del Re ha fruttato all'attrice nata nell'isola di Bermuda un gruzzoletto niente male.

Tanto più - come hanno immediatamente sottolineato i fan - perché ha trascorso la maggiore parte di GoT 8 a bere vino (beh, quella è stata una costante per tutte le stagioni...) e a stare affacciata a una finestra con aria compiaciuta:

L'"impresa" di Lena ha scatenato l'ironia e la creatività degli internauti e ha dato origine a decine di divertentissimi meme e battute (c'era da dubitarne?):

Il commento sugli elefanti valeva da solo i 6 milioni di dollari che ha ricevuto per l'intera stagione.

Avrebbe dovuto guadagnare 12 milioni di dollari per il modo in cui se l'è svignata alla chetichella dai fratelli Clegane.

Ha dovuto recitare una fuga estremamente interessante lungo le scale per scappare dal Cleganebowl.

Non siete obiettivi! Vi ha regalato emozioni! Vi ha regalato tragedia! Ha centellinato vino con audacia!

Ha guadagnato ogni centesimo che ha ricevuto per avere mostrato la fragilità e l'amore [di Cersei, n.d.r.]... ha persino riportato indietro la mano di Jaime!

Un grandissimo applauso per come ha portato alla grande uno dei tagli di capelli più brutti di sempre.

Ma al di là dei meme e delle battute, molti fan pensano che Lena Headey dovrebbe vincere l'Emmy per la performance nel penultimo episodio di GoT.

Come riporta Gold Derby (un sito specializzato in pronostici nel mondo dell'intrattenimento), diversi utenti di un forum interno dedicato a The Bells hanno sottolineato la grande interpretazione offerta dall'attrice.

Uno scrive:

Attenzione! Possibili spoiler!

Anche se ho una marea di dubbi su come si è conclusa la storia di Cersei, devo ammettere che Lena Headey è stata straordinaria. Ha dato tutto e si merita l'Emmy solo per quella scena di pianto.

E un altro ribadisce:

Attenzione! Possibili spoiler!

Lena merita l'Emmy solo per le sue ultime battute e per il suo pianto disperato mentre è sola (Emmy, non deludeteci più).

La richiesta all'Academy of Television Arts & Sciences non è casuale. L'attrice è già stata candidata 4 volte per il ruolo di Cersei in Game of Thrones (nel 2014, 2015, 2016 e 2018) nella categoria Migliore attrice non protagonista, ma è tornata a casa sempre a mani vuote. Nelle prossima edizione riuscirà a conquistare la sua prima statuetta

Per la serie "pochi ma buoni", i suoi 25 minuti sullo schermo potrebbero passare alla storia...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.