FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8: il teaser del quinto episodio e la featurette ufficiale del quarto

di - | aggiornato

Il quarto episodio di Game of Thrones 8 ha segnato per sempre e ineluttabilmente il destino dei protagonisti. L'ultima guerra incombe e sarà spietata.

42 condivisioni 0 commenti

Condividi

In The Last of the Starks, il Nord ha detto addio ai caduti della battaglia di Grande Inverno e ha serrato i ranghi per combattere l'ultima guerra. Quella di Daenerys Targaryen per il Trono di Spade. Ma forse non era il Night King il nemico più pericoloso.

Cersei ha dimostrato di avere parecchie frecce al suo arco (letteralmente) e ha colpito al cuore la Madre dei Draghi. Sarà proprio la furia della Khaleesi ferita ad "annientare per sempre" la Regina di Approdo del Re?

Il teaser del quinto episodio di Game of Thrones 8 lascia presagire qualcosa di sconvolgente e la featurette ufficiale del quarto conferma che tutto e tutti sono cambiati. In una maniera che porterà gli eventi molto lontano... 

Attenzione! Possibili spoiler!

Il teaser del quinto episodio di Game of Thrones 8

È passata una sola stagione da quando Daenerys è sbarcata a Roccia del Drago dopo anni di esilio. Ma sembrano trascorsi secoli. La roccaforte Targaryen non è più il luogo dove la discendente di Aegon il Conquistatore progettava grandi piani di (ri)conquista dei Sette Regni, ma ha un aspetto desolato e sinistro.

Il teaser del quinto episodio di Game of Thrones (che trovate in copertina) mostra la sala di comando deserta e un orizzonte cupo e immobile oltre le grandi finestre che affacciano sulla baia. Tyrion avanza con cautela guardando fuori e a un certo punto si ferma come se vedesse qualcosa di inaspettato. O incredibile.

Dalla Fortezza Rossa, anche Cersei scruta la distesa di tetti di Approdo del Re, con la silenziosa e inquietante presenza della Montagna alle sue spalle. E oltre le mura, Ser Davos, Jon e il Folletto guidano l'esercito che stringe d'assedio la Capitale, mentre Euron e la sua flotta sono in rada nel porto.

Tutto è immobile e sospeso, ma l'attesa sembra destinata a finire rapidamente.

GoT 8x05: Euron Greyjoy scruta il cieloHDHBO
Cosa vede Euron Greyjoy nel cielo sopra Approdo del Re?

Il breve trailer mostra una fuggevole immagine di Tyrion e Daenerys nella sala del trono di Roccia del Drago (immersa nell'oscurità) che ha tutta l'aria di essere precedente allo scontro e subito dopo la Compagnia Dorata in marcia e Verme Grigio che si prepara a combattere.

Poi i soldati dei Lannister armano gli Scorpioni e un cielo nuvoloso tagliato da lame di luce si posa su Approdo del Re.

Euron lo scruta riparandosi gli occhi dal riverbero con un braccio. E a un certo punto vede qualcosa (preceduto da una sorta di grido) che gli dipinge sul volto un'espressione di stupore e paura...

La featurette del quarto episodio di Game of Thrones 8

Il quarto episodio di Game of Thrones 8 racconta una vittoria, ma si apre con un lungo, profondo doloroso momento di lutto.

Come spiegano nella featurette ufficiale, D. B. Weiss e David Benioff volevano mostrare l'enorme sacrificio di vite umane che è stato necessario per fermare il Night King e la sua armata. Migliaia di guerrieri sono morti e nessuno ha realmente voglia di festeggiare. Per questa ragione, il banchetto a Grande Inverno è molto diverso da quello rappresentato in 1x01, L'inverno sta arrivando.

Ma a rompere l'incantesimo è Daenerys. Con la sua decisione di proclamare Gendry Baratheon Lord di Capo Tempesta, la Madre dei Draghi dà ai sopravvissuti il permesso di celebrare quello che hanno fatto e l'atmosfera nel grande salone di Winterfell cambia.

Ma paradossalmente, la Khaleesi rimane ai margini. Daenerys sta facendo i conti con quello che è accaduto ed è profondamente scossa dal magnetismo di Jon. Tutti vogliono festeggiare con l'ex bastardo di Grande Inverno e tutti non fanno che parlare del fatto che solo un pazzo o un re avrebbe potuto cavalcare un drago come ha fatto lui:

Jon è amato e rispettato dalle genti del Nord e Daenerys non può competere con lui neppure con il gesto che ha appena fatto. Si rende conto che se la vera identità di Jon diventasse nota, per lei sarebbe una vera e propria minaccia. 

Dopo il banchetto, la Madre dei Draghi va da Jon perché vorrebbe aggiustare le cose tra loro. Vorrebbe tornare al punto in cui erano prima che Jon le dicesse chi è realmente. E in un primo momento, sembra che possa funzionare. Ma poi il giovane si ricorda chi sono l'uno per l'altra. Daenerys ha consuetudine alle relazioni e ai matrimoni tra consanguinei, ma per Jon non è così. 

La Madre dei Draghi crea ulteriore attrito tra loro chiedendo al giovane di non rivelare la verità sulle sue origini. Ma per Jon è una richiesta che non ha senso. Ha giurato fedeltà a Dany ed è un uomo che mantiene fede ai giuramenti. Ma è anche un uomo profondamente legato alla sua famiglia e non può tenere Sansa e Arya all'oscuro di una informazione così importante.

Dal punto di vista dell'ex bastardo di Grande Inverno, le due cose non si escludono. Può essere fedele a Daenerys e dire la verità a quelle che un tempo credeva le sue sorelle. Ma diversamente da lui, tutti quelli che vengono a conoscenza dell'informazione si rendono conto di quanto esplosiva sia.

E ovviamente Sansa - che come ricordano gli sceneggiatori ha imparato da Ditocorto - capisce che non può tenerla per sé. La giovane Stark rivela la notizia a Tyrion, sapendo che arriverà a Varys e che avrà inevitabilmente delle conseguenze. In questo modo, la Lady di Grande Inverno si porta un passo avanti a tutti. Proprio come Lord Petyr Baelish.

GoT 8x04: Jaime e Brienne a Grande InvernoHDHBO
La felicità non può durare per Jaime e Brienne

L'amore non trionfa (quasi) mai a Westeros e anche la felicità di Jaime e Brienne è fragile e destinata a durare poco. Weiss e Benioff osservano che il Kingslayer è probabilmente onesto nei suoi sentimenti nei confronti della guerriera di Tarth, ma la notizia che Cersei ha affondato la flotta di Daenerys e ha ucciso uno dei suoi draghi rappresenta un punto di svolta. O per meglio dire, un punto di non ritorno.

Jaime è costretto a dare un lungo e spiacevole sguardo a chi è davvero. Per quanto tenga a Brienne, la ammiri e la ami, è dipendente da Cersei e non riesce a spezzare il legame che ha con lei. E pure di fronte alla possibilità di essere felice e di vivere un'altra vita, non può fare altro che tornare da Cersei.

GoT 8x04: la difese di Approdo del Re conto i draghiHDHBO
Approdo del Re e gli eserciti di Cersei si sono attrezzati per combattere i draghi

Le vicende personali e umane dei protagonisti di The Last of the Starks si intrecciano sullo sfondo di una guerra sempre più imminente e che porta con sé drammatici presagi di morte e dolore.

Mentre gli alleati del Nord combattevano per l'umanità, il Sud si è preparato per vincere la battaglia contro la regina straniera. Qyburn ha progettato un nuovo Scorpione e ha armato Approdo del Re e la flotta di Euron Greyjoy con dozzine di esemplari.

In un certo senso, Daenerys si è "dimenticata" dei suoi nemici, ma loro non si sono dimenticati di lei e questo le costa Rhaegal e Missandei. Il suo drago viene ucciso e la sua consigliera e amica più fidata viene catturata e la Khaleesi sa che non la rivedrà viva.

Come ricordano gli sceneggiatori, la Regina di Approdo del Re conosce le regole, lei stessa le ha ripetute a Ned Stark: "Al gioco del trono, o si vince o si muore". Cersei non ha intenzione di arrendersi ed è pronta a combattere. Anche contro la profezia della strega Maggy e contro le parole di Melisandre che sembrerebbero annunciare la sua morte per mano di Arya.

E diversamente da suo fratello Tyrion, che sa perfettamente che due enormi eserciti che si scontrano e dei draghi (proprio così, Weiss e Benioff parlano di "dragons"... casualità o vero e proprio spoiler?) non possono essere altro che una catastrofe per il popolo, Cersei non è interessata alla sorte di migliaia di innocenti.

Per questo, lancia l'ultimo, definitivo guanto di sfida a Daenerys e uccide Missandei.

Dopo, non ci può essere altro che guerra. Una guerra che la stessa giovane esorta la sua Regina a combattere senza pietà. E nel "Dracarys" pronunciato da Missandei in punto di morte riecheggia in modo sinistro il "Bruciateli tutti" del Re Folle Aerys Targaryen...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.