FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8: Jon Snow ha aiutato Arya in quella scena della Battaglia di Winterfell?

di - | aggiornato

La giovane Stark potrebbe non aver fatto tutto da sola.

86 condivisioni 8 commenti

Condividi

Durante la Battaglia di Winterfell, Game of Thrones 8 ha regalato ai suoi fan grandi emozioni. L'episodio ha raccontato la guerra tra vivi e morti nel corso della "lunga notte", tra colpi di scena e sequenze mozzafiato.

Attenzione! Possibili spoiler!

Nel finale della puntata, Arya Stark ha messo fine allo scontro uccidendo il Re della Notte e, di fatto, ha sconfitto l'Esercito dei Morti proprio quando tutto sembrava perduto. Una recente teoria dei fan, però ipotizza che la ragazzina non avrebbe agito da sola.

Stando ad alcuni utenti di Reddit potrebbe aver ricevuto l'aiuto di un altro personaggio importante dello show: Jon Snow. Poco prima che Arya raggiungesse il Re della Notte, infatti, Jon si stava scontrando con il drago non-morto Viserion e, secondo la teoria, lo si può sentire chiaramente urlare "Vai! Vai! Vaiiii!" a qualcuno (in inglese "Go, go, goooooooo", più facilmente "mascherabile" come grido di guerra). A quanto pare, il Re del Nord potrebbe aver rischiato la propria vita per far passare la sorella (in realtà sua cugina, ma lei ancora non lo sa).

E pensare che Jon è stato ritenuto piuttosto inefficace, nell'ottica bellica dell'episodio.

L'utente u/Applesoapp afferma:

Jon ha urlato contro il drago non-morto per distrarlo cosicché Arya potesse passare e andare a uccidere il Re della Notte. Viserion stava proteggendo l'entrata del Parco degli Dèi. Riguardando la scena attentamente, si può sentire Jon gridare 'VAAAAIII! VAI! VAI!' [in inglese 'Go, go, goooooooo', n.d.r.]; dieci secondi dopo si notano i capelli di un Estraneo come spostati dal vento ed è il momento in cui Arya sfreccia davanti al gruppo di morti. Jon era di nuovo pronto a sacrificarsi per uccidere il Re della Notte.

A ogni modo è stata la giovane Stark a pugnalare il Night King. Di seguito è possibile rivivere la scena.

È stato uno sviluppo della trama che Maisie Williams, l'attrice che interpreta il personaggio di Arya, non era sicura i fan avrebbero gradito. Ha infatti raccontato a Entertainment Weekly:

Era incredibilmente emozionante, ma ho subito pensato che nessuno avrebbe apprezzato. Che Arya non meritasse un simile privilegio. In ogni serie, quando costruisci un villain, la cosa più difficile da fare è renderlo impossibile da sconfiggere e alla fine ucciderlo. Deve essere fatto in modo intelligente, altrimenti le persone potrebbero pensare 'beh, non doveva essere così forte se una ragazza mingherlina entra in scena e lo pugnala'. Bisogna rendere il momento memorabile. Poi ho chiesto al mio ragazzo cosa ne pensasse e lui ha reagito tipo 'uhm, non avrebbe dovuto essere Jon a farlo?'.

Kit Harington stesso, l'attore che interpreta Jon Snow, ha dichiarato di essere rimasto sorpreso di non aver ucciso il Re della Notte, soprattutto alla luce dei loro trascorsi. Ha infatti affermato:

Pensavo che sarei stato io! Però mi piace questa scelta. Dà all'addestramento di Arya uno scopo ed è molto meglio il modo in cui lo uccide lei. Forse qualcuno tra il pubblico potrebbe rimanere deluso dal fatto che Jon abbia dato la caccia al Re degli Estranei ma non si siano scontrati direttamente. Una battaglia epica che non accadrà mai. Però è la cosa giusta per i personaggi ed è interessante, dato che a uccidere il nemico non è la persona che ci si aspettava.

Cosa ne pensate della teoria secondo cui Jon avrebbe aiutato Arya a uccidere il Night King? Vi è piaciuto che sia stata lei a risolvere la situazione?

La nuova puntata, la quarta, di GoT 8, tornerà il prossimo lunedì alle 3:00 del mattino su Sky Atlantic e Now TV.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.