FOX

'Cosa mangiano i draghi di Game of Thrones?': risponde lo zoologo!

di -

Da vera "madre", Daenerys era preoccupata per il poco appetito dei suoi "figli". Ma uno zoologo ha spiegato che la Khaleesi può stare tranquilla e ha rivelato cosa mangiano i draghi!

Drogon contro l'esercito Lannister in GoT 7x04, Spoglie di guerra HBO

28 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nella battaglia contro il Night King, Drogon e Rheagal hanno confermato di essere delle devastanti macchine da guerra. Ma solo pochi giorni prima, Daenerys era molto preoccupata per loro. Da vera madre, la Khaleesi era in apprensione perché i suoi figli mangiavano poco (per la precisione, "solo" 18 capre e 11 pecore).

Come tutto quello che riguarda Game of Thrones, anche l'alimentazione dei draghi è diventata argomento di dibattito e il sito Eater si è rivolto a uno zoologo per sapere cosa mangiano.

Leslie Storer dello zoo di Oakland ha ipotizzato che Drogon e Rhaegal abbiano abitudini alimentari simili a quelle dei rettili carnivori e nello specifico dei Draghi di Komodo:

Osservando la forma del loro cranio, sarei orientata a ipotizzare che siano carnivori in senso stretto. La dentatura suggerisce che non mangino vegetali e non ruminino. Non presentano molari come quelli degli onnivori e neppure degli erbivori.

Drogon e RhaegalHDHBO
Drogon e Rhaegal con Jon e Dany

Come osserva la zoologa, nel caso di scarsità di risorse, la dieta esclusivamente a base di carne rappresenta un notevole vantaggio adattativo:

I carnivori tendono a mangiare meno di frequente rispetto agli erbivori, che sono sempre impegnati a pascolare perché racimolano piccole porzioni di nutrienti da quantità massive di cibo. Alcuni rettili sono noti perché trascorrono senza mangiare nulla periodi di tempo incredibilmente lunghi: giorni, settimane, mesi e via dicendo.

Leslie Storer aggiunge che il consumo di cibo dipende dal metabolismo:

A seconda della velocità del metabolismo, possono trascorrere un'intera stagione senza mangiare. Molti, molti mesi. Quando il metabolismo accelera, riprendono a nutrirsi.

Questo comportamento spiegherebbe perché i draghi di Daenerys stanno mangiando di meno. Il metabolismo dei rettili rallenta con il freddo e quello di Drogon e Rhaegal starebbe rispondendo al clima rigido del Nord.

GoT 7x06: i draghi oltre la BarrieraHDHBO
I freddo del Nord fa rallentare il metabolismo dei draghi

D'altra parte, la battaglia contro il Night King e Viserion potrebbe fare tornare loro la fame. Anche se la zoologa sottolinea che la struttura fisica dei draghi sembra essere ottimizzata per garantire la massima resa con il minimo dispendio energetico:

Fondamentalmente, un'ampia apertura alare e una piccola massa fisica consentono di fare molto volo planare, che richiede un minore uso di energia.

Inoltre, la zoologa osserva che Drogon e Rhaegal potrebbero anche sfruttare le correnti e le bolle d'aria calda come fanno molti uccelli per faticare di meno in volo.

Dunque, Daenerys non ha nulla di che preoccuparsi. Insomma... quasi. Come suggerisce Leslie Storer, i suoi adorati "figli" potrebbero ridurre (ancora) la già malmessa armata degli alleati del Nord:

[Il fatto che possano divorare un soldato, n.d.tr.] non è una possibilità da escludere. Per esempio, se si trova nel posto sbagliato e il drago non lo riconosce o non sa chi è. Oppure se il drago lo vede come uno spuntino e gli capita a tiro... insomma, se facessi parte di quell'esercito, sarei preoccupata.

Ma forse, più che i soldati, è qualcun altro che deve fare attenzione. Tipo Jon Snow/Aegon Targaryen. Lo sguardo di Drogon mentre baciava sua "madre" non era per nulla rassicurante.

E di fronte a uno spuntino, non c'è discendenza Targaryen che tenga...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.