FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8x03: Arya e i riferimenti alla sua storia nella serie

di - | aggiornato

Il terzo episodio dell'ottava stagione di Game of Thrones ci ha regalato un interessante colpo di scena che ha riguardato Arya. Ma era tutto previsto? Andiamo a scavare nei riferimenti dal passato.

Un'immagine di Arya nell'episodio 8x03 di Game of Thrones HBO

37 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il terzo episodio dell'ottava e ultima stagione di Game of Thrones, The Long Night, è stato molto importante per Arya Stark. Abbiamo perso alcuni personaggi e abbiamo visto i nostri protagonisti combattere contro il Night King e l'esercito degli Estranei. Ma il vero colpo di scena, che è arrivato verso la fine, ha riguardato proprio Arya e il suo percorso nello show.

Attenzione! Possibili spoiler!

Alla fine dell'episodio, la giovane Stark riesce ad uccidere il temuto Night King, colpendolo con il pugnale di acciaio Valyria che era appartenuto a Ditocorto. Il nemico era quasi arrivato al suo obiettivo: Bran. Uccidendo il Night King, poi, Arya ha anche sconfitto tutto il suo esercito. Si tratta di un momento molto importante per lei e per la serie in generale. 

Game of Thrones: Sansa e Arya in un'immagine dall'episodio 8x03HBO
Game of Thrones 8: un'immagine dal terzo episodio

Nell'episodio ci sono alcuni riferimenti al passato di Arya, delle frasi e delle situazioni che ci riportano a momenti iconici dello show. Il primo momento riguarda una scena tra lei e Sansa. La Lady di Winterfell non ha idea di come si usi un pugnale e Arya le dice: "Colpiscili con la parte appuntita" (Stick them with the pointy end, in inglese).
Vi ricorda qualcosa? Sì, Jon Snow disse la stessa e identica frase ad Arya bambina nella prima stagione.

Ma non è il solo riferimento ai primi episodi. In una scena chiave, Melisandre chiede ad Arya: "Cosa diciamo al Dio della morte?" e Arya risponde: "Non oggi". Suona familiare? Ancora una volta è così: lo spadaccino Syrio Forel le aveva impartito questa lezione, durante l'addestramento ad Approdo del Re.

E ancora, parlando di Melisandre, Arya incontrò la donna nella terza stagione. in quell'occasione la sacerdotessa le disse queste esatte parole:

Vedo dell'oscurità dentro di te. E nell'oscurità vedo degli occhi che mi fissano. Occhi marroni, occhi blu, occhi verdi. Occhi che tu farai chiudere per sempre.

Melisandre sapeva tutto e aveva predetto in destino di Arya? Non possiamo saperlo, ma sappiamo che Arya si era preparata per tutta una vita proprio a questo: dall'addestramento nella prima stagione fino ad arrivare al combattimento di prova con Brienne nella settima.

Sappiamo che Arya avrà un ruolo importante anche per la conclusione dei romanzi. George R. R. Martin ha rivelato che i cinque personaggi chiave della stroria sono: Tyrion, Daenerys, Arya, Bran e Jon/Aegon.

Cosa ne pensate dei riferimenti al passato di Arya? E cosa ci dite sul colpo di scena chedi cui è stata protagonista?

Curato da: Andrea Sala

Fonte: Vanity Fair

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.