FOX

Robert Downey Jr. stava per saltare Captain America: Civil War (lo confermano i Russo)

di - | aggiornato

Intervistati da Variety, i fratelli Russo hanno dichiarato che l'attore Robert Downey Jr. avrebbe potuto non apparire in Captain America: Civil War, nei consueti panni di Tony Stark/Iron Man.

41 condivisioni 0 commenti

Condividi

Abbiamo visto il ritorno del personaggio di Iron Man/Tony Stark in Avengers: Endgame, l'ultimo capitolo della saga dei Vendicatori arrivato al cinema, che ha visto chiudersi un'avventura lunga ben ventidue film.

Robert Downey Jr. è infatti uno dei volti più noti e facilmente riconoscibili del Marvel Cinematic Universe, e sorprende quindi venire a conoscenza del fatto che la sua partecipazione in Captain America: Civil War stava per "saltare".

A rivelarlo sono i due registi del film, Anthony e Joe Russo, in occasione di un'intervista con Marc Malkin di Variety per il secondo episodio del podcast di iHeartMedia, The Big Ticket.

Dovevamo convincere Robert Downey, che non era sotto contratto per Civil War, a partecipare a quel film per interpretare un cattivo ragazzo.

Abbiamo avuto un sacco di incontri a Malibu. Gli abbiamo detto: 'Guarda, proveremo a fare qualcosa di veramente rischioso. Vogliamo scomporre il tutto e iniettare un po' di tensione in queste storie'. Lui doveva continuare a raccontare queste vicende, così aveva bisogno di qualcosa di davvero avvincente. Quindi, non appena gli abbiamo detto: 'Ehi, puoi diventare un cattivo e rendere i tuoi prossimi film molto più interessanti e con molto materiale in più con cui giocare' non è stato così difficile renderlo dei nostri.

Ricordiamo infatti che in Civil War, uscito nel 2016 e diretto dai fratelli Russo, la tensione tra Captain America e Iron Man è arrivata al suo picco massimo.

Nel film, in seguito a un incidente internazionale, le Nazioni Unite decidono di creare un ente governativo che possa monitorare e decidere quando far intervenire il team degli Avengers. Questi si dividono presto in due fazioni. Una è capeggiata da Steve Rogers, il quale desidera che i Vendicatori rimangano liberi dalle decisioni governative, mentre l'altra è guidata proprio da Tony Stark, pronto a sostenere il sistema di vigilanza istituito dagli Accordi di Sokovia. Difficile quindi immaginare il film senza Downey.

Anthony e Joe Russo hanno confermato lo scorso 24 aprile che dopo Endgame hanno intenzione di volersi prendere del tempo lontani dal set dei film Marvel, non escludendo un loro ritorno in futuro (il loro prossimo progetto sarà infatti un film molto più piccolo, chiamato Cherry e basato su una storia vera di un veterano della guerra in Iraq, che vedrà la partecipazione di Tom Holland).

Avengers: Endgame è nelle sale cinematografiche del nostro paese dal 24 aprile.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.