FOX

[Spoiler!]

Jenny of Oldstones: cosa significa la canzone alla fine di GoT 8x02?

di - | aggiornato

La canzone struggente intonata da Pod alla fine di GoT 8x02 ha reso ancora più intenso e malinconico il lungo addio dei protagonisti. Ma Jenny of Oldstones potrebbe avere un significato preciso... e tutt'altro che rassicurante.

Jon e Danerys nelle Cripte di Grande Inverno HBO

23 condivisioni 1 commento

Condividi

L'episodio 8x02 di Game of Thrones ha avvicinato ancora i protagonisti alla "grande battaglia" e al loro destino. Tutti sanno che le ore a Grande Inverno potrebbero essere le ultime della loro vita e ognuno le affronta in modo diverso. 

Mentre Arya lascia che la sua umanità riemerga, un gruppo di vecchi amici e nemici si ritrova davanti a un fuoco a raccontare storie, bere vino e cantare. La scena è un potente, straziante lungo addio e la canzone intonata da Podrick "Pod" Payne è il sigillo di uno dei momenti più intensi ed emozionanti di A Knight of the Seven Kingdoms. E probabilmente racchiude in sé la risposta a molte domande.

Secondo varie teorie che stanno circolando in rete, il testo della melodia, intitolata Jenny of Oldstones, rivelerebbe la sorte di alcuni personaggi chiave e forse il finale stesso della serie.

Attenzione! Possibili spoiler!

La storia della canzone Jenny of Oldstones

La canzone Jenny of Oldstones scandisce una delle sequenze più potenti di GoT 8x02 ed è probabilmente un elemento chiave dell'intera serie. Ma da dove arriva? Qual è la sua storia?

Come spiegano Vanity Fair e Screen Rant, la melodia è presente nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, dove è conosciuta con il titolo di Jenny's Song ed è composta da una sola strofa:

Lassù, nelle sale dei re che non ci sono più, Jenny danzava con i suoi fantasmi.

Il testo completo è stato scritto apposta per Game of Thrones e, stando a quello che riporta Bustle, D. B. Weiss e David Benioff hanno chiesto personalmente a Florence + the Machine di eseguire la canzone per un video originale (che trovate qui sotto):

Lassù,
Nelle sale dei re che non ci sono più,
Jenny danzava con i suoi fantasmi.
Con quelli che aveva perduto
E con quelli che aveva ritrovato
E con quelli che l'avevano amata di più
Con quelli spariti da così tanto tempo
Che non riusciva a ricordarne il nome
La facevano volteggiare
Sulle vecchie pietre umide,
Liberandola da tutte le preoccupazioni
E dal dolore.
E lei non sarebbe più voluta andare via.
Non sarebbe più voluta andare via.
Non sarebbe più voluta andare via.
Non sarebbe più voluta andare via.
Non sarebbe più voluta andare via.
Non sarebbe più voluta andare via.

Il potere evocativo e la suggestione della melodia sono innegabili, ma i lettori dei libri di George R. R. Martin hanno visto (sentito) molto di più che una musica e delle parole emozionanti. Per capire perché, è necessario fare un passo indietro.

Nei romanzi, la canzone fa riferimento a Jenny of Oldstones, una donna di umili origini (e della quale si dice che discenda dai Figli della Foresta) di cui si innamora il principe Duncan Targaryen, primogenito di Aegon V ed erede del Trono di Spade. Il giovane è promesso sposo alla figlia di Lord Lyonel Baratheon, ma rompe il patto, abdica e si unisce in matrimonio alla donna che ama.

La scelta di Duncan porta all'ascesa al trono del Re Folle Aerys II (che nei libri è il nipote e nella serie il fratello), molti anni dopo la Tragedia di Sala dell'Estate. Il testo della canzone Jenny of Oldstones fa (probabilmente) riferimento a tale evento, che si verifica nella residenza di piacere dei Targaryen a Dorne.

La Tragedia di Sala dell'Estate: la nascita di Rhaegar TargaryenMarc Simonetti ©/wikighiaccioefuoco.com
La nascita di Rhaegar Targaryen durante la Tragedia di Sala dell'Estate

La famiglia reale è riunita a Sala dell'Estate per celebrare l'imminente nascita di Rhaegar (il fratello di Daenerys), quando scoppia un incendio devastante. Tra le fiamme muoiono Re Aegon V, il principe Duncan, Ser Duncan l’Alto della Guardia Reale e molti altri membri della corte. Rhaegar nasce proprio durante la tragedia e sopravvive insieme a sua madre, Rhaella. Invece, il destino di Jenny non è noto.

Le cause del rogo sono sconosciute, ma una ipotesi è che l'incendio sia stato causato dal tentativo di Aegon V di fare schiudere delle uova di drago pietrificate con l'Altofuoco.

Negli anni seguenti, Rhaegar Targaryen si reca spesso in visita alle rovine di Sala dell'Estate e probabilmente è lui (musicista appassionato e di talento) a comporre Jenny of Oldstones. Ma non solo. Molti lettori ritengono che la canzone sia quella che il principe canta al Torneo di Harrenhal e che fa commuovere fino alla lacrime Lyanna Stark. Di fatto, riconducendo a questo momento l'inizio della storia d'amore tra i due (con tutto quello che ne consegue).

Il matrimonio tra Rhaegar Targaryen e Lyanna StarkHBO
L'amore tra Rhaegar Targaryen e Lyanna Stark culmina nel loro matrimonio a Dorne

Nei romanzi, la melodia viene nominata per la prima volta in Tempesta di Spade, quando la Fratellanza senza Vessilli si reca da una strega chiamata il Fantasma di Cuore Alto. In cambio delle sue profezie, gli uomini cantano per lei Jenny of Oldstones e molti pensano che il Fantasma di Cuore Alto sia la veggente che Jenny porta con sé a corte dopo avere sposato il principe Duncan (anche se c'è chi crede che la giovane e la strega siano la stessa persona).

Nel periodo che trascorre con i Targaryen, il Fantasma di Cuore Alto fa un profezia importantissima. Infatti, è lei che predice che il Principe che venne promesso aka Azor Ahai nascerà dalla stirpe di Aerys II e Rhaella (ragione per cui i due vengono costretti a sposarsi).

Jenny of Oldstones rivela il destino di Jon e Daenerys?

Sulla base di questa lunga premessa, diversi fan ritengono che la storia della e nella canzone Jenny of Oldstones riveli il destino di Jon e Daenerys.

Secondo una teoria, l'ex bastardo del Nord rinuncerà al Trono di Spade per Daenerys e la sua decisione causerà morte e dolore a Westeros. Proprio come nel caso di Duncan, che per sposare Jenny abdica e cambia la linea di successione, con la conseguente proclamazione a re di Aerys II. In altre parole, scegliere l'amore (o l'onore?) al posto del potere si rivelerà ancora una volta sbagliato e disastroso. Perché non è dato sapere, ma potrebbe darsi che alla fine la Madre dei Draghi sederà sull'Iron Throne non come un sovrano illuminato, ma come un tiranno (e la sua ossessione per il Trono di Spade qualche dubbio lo insinua).

Jon e Daenerys al NordHDHBO
La canzone Jenny of Oldstones sembra predire un tragico epilogo per Jon e Daenerys

D'altra parte, il collegamento di Jenny of Oldstones al Fantasma di Cuore Alto, ovvero a colei che ha rivelato che Azor Ahai nascerà dalla stirpe di Aerys e Rhaella, sembra confermare (definitivamente?) che uno tra Jon e Daenerys o forse tutti e due sono il Principe che venne promesso. Di conseguenza, uno di loro o entrambi saranno chiamati ad affrontare il Night King. Ma come e a quale prezzo non è dato sapere.

Qualcuno legge dei cattivi presagi per i due Targaryen nella morte (certa) di Duncan e in quella (probabile) di Jenny nella Tragedia di Sala dell'Estate e non manca chi vede un (inquietante) filo rosso unire le tragiche storie d'amore di Duncan e Jenny, Rhaegar e Lyanna e Jon e Daenerys.

Tutte le ipotesi sembrano plausibili, ma vanno inevitabilmente prese con le molle. In ogni caso, sembra certo che la scelta di D. B. Weiss e David Benioff di inserire la canzone Jenny of Oldstones nell'immobile, spaventosa calma che precede la tempesta e poco prima che Jon riveli a Daenerys le sue vere origini non è casuale. Per nulla.

Jenny of Oldstones predice la morte di Arya?

La teoria per cui Jenny of Oldstones rivela (in vario modo) il futuro di Jon e Daenerys non è l'unica che circola in rete. Ce n'è anche un'altra. Se possibile, ancora più inquietante, drammatica e dolorosa. A proporla è Yahoo, che invita a considerare il montaggio delle immagini dell'episodio 8x02 che accompagna la canzone e le parole del testo, più che la storia e i fatti che collegano la melodia ai libri.

L'ipotesi (scioccante) è che (quasi) tutti i personaggi mostrati mentre risuonano le note di Jenny of Oldstones moriranno in GoT 8x03, perché hanno portato a termine il loro viaggio. Ma chi sono le vittime e perché dovrebbe toccare proprio a loro?

La prima è Gilly. Secondo il ragionamento, la giovane Bruta ha completato il suo cammino scoprendo la verità sul legame tra Rhaegar e Lyanna (e di fatto, la legittima rivendicazione di Jon/Aegon all'Iron Throne). Di conseguenza, Gilly morirà... nelle Cripte di Grande Inverno. Molti fan sono convinti che il Night King o chi per lui farà tornare dalla morte gli Stark che si trovano nelle tombe sotto Winterfell e la teoria di Yahoo abbraccia questa linea di pensiero, sostenendo che la giovane Bruta perirà nell'attacco (e che, molto probabilmente, Tyrion, confinato nelle Cripte da Daenerys, aiuterà gli altri a salvarsi).

Gilly a Grande InvernoHDHBO
Gilly morirà nelle Cripte di Grande Inverno?

Secondo l'ipotesi, un altro candidato a probabile morte è Theon Greyjoy. Il giovane ha ottenuto il perdono di sua sorella e quello di Sansa e nella canzone Jenny of Oldstones c'è un verso che sembra fare riferimento proprio a lui:

[...] Che non riusciva a ricordarne il nome [...]

Quando Theon viene spezzato da Ramsay, il bastardo dei Bolton cancella le sue origini e la sua umanità dandogli un nome diverso e dispregiativo, ovvero Reek, che significa "Putrido". E l'erede dei Greyjoy sembra dimenticare completamente chi è.

È probabile che il giovane muoia nel suo ultimo atto di redenzione, ovvero difendendo Bran e Grande Inverno come ha promesso di fare.

Theon e Sansa a Grande InvernoHDHBO
Theon ha ottenuto il perdono di Yara e di Sansa: il suo viaggio è giunto al termine?

Sulla lista ci sono anche Verme Grigio e Missandei. I due dichiarano apertamente che i loro compiti si concluderanno una volta che Daenerys sederà sul Trono di Spade e fanno progetti per il futuro. Cosa che - oggettivamente - non porta mai bene.

Secondo la teoria di Yahoo, è possibile che entrambi periscano nella battaglia di Grande Inverno. Ma ancora più probabile è che a morire sia la sola Missandei, lasciando la Madre dei Draghi priva di un consigliere leale, saggio e fidato e precipitandola lungo una china di dispotismo che sembra accentuarsi episodio dopo episodio.

Verme Grigio e Missandei a Grande InvernoHDHBO
Verme Grigio e Missandei moriranno nella battaglia a Grande Inverno

Un altro personaggio che sembra destinato a non sopravvivere a GoT 8x03 è Ser Jorah Mormont. Il viaggio del cavaliere inizia quando viene bandito da Ned Stark e disonora la sua casata, al punto che suo padre - Ser Jeor Mormont, Lord Comandante dei Guardiani della Notte - sceglie di donare la spada di famiglia, Lungo Artiglio, a Jon Snow. Nell'ultimo episodio di Game of Thrones, il cerchio si chiude.

Dopo essere già stato perdonato da Daenerys in precedenza, Ser Jorah dice alla Madre dei Draghi che ha fatto bene a scegliere Tyrion come suo Primo Cavaliere. E poi, prima della battaglia, riceve da Sam Tarly la spada della famiglia del ragazzo, che ritiene che sia giusto che a brandirla contro gli Estranei sia il cavaliere.

Ser Jorah Mormont a Grande InvernoHDHBO
Ser Jorah Mormont morirà combattendo a Grande Inverno?

Ma chi c'è in fondo a questa lunga, triste lista? Purtroppo, due personaggi molto amati: Arya e Gendry. E secondo la teoria, sarà proprio la giovane Stark a morire.

Il figlio bastardo di Robert Baratheon non sembra essere ancora giunto alla fine del suo cammino. Anzi, se Jon e Daenerys dovessero perire, la sua origine lo rende il più prossimo e legittimo erede del Trono di Spade.

Invece, per Arya, il discorso è diverso. La giovane ha ucciso quasi tutti i nemici sulla sua lista (e la stessa lista sembra essere diventata una priorità secondaria), si è riunita alla sua famiglia, è stata perdonata dal Mastino per averlo derubato e lasciato a morire e ha scelto l'amore. In definitiva, sembra avere ritrovato sé stessa e la sua umanità. O almeno, una grande parte.

Inoltre, pare avere una connessione molto profonda con i versi di Jenny of Oldstones:

Jenny danzava con i suoi fantasmi. Con quelli che aveva perduto e con quelli che aveva ritrovato. E con quelli che l'avevano amata di più. Con quelli spariti da così tanto tempo che non riusciva a ricordarne il nome.

Le parole del testo della canzone sembrerebbero alludere alla "Danza dell'Acqua" (lo stile di combattimento appreso da Arya da Syrio Forel), alle persone che ha perso e per le quali combatte e a quelle che ha ucciso lei stessa. E i fantasmi di cui "non riesce a ricordare il nome" potrebbero essere Ser Gregor Clegane e Beric Dondarrion, che la giovane Stark ha perdonato, cancellandoli dalla sua lista dei "nomi dell'odio" e di fatto "dimenticandoli" come nemici.

Non ultimo, a mettere in discussione la sopravvivenza di Arya c'è la famosa sequenza della sua fuga disperata lungo le scale di Grande Inverno mostrata nel trailer di Game of Thrones 8.

È davvero giunta l'ora della giovane Stark? La teoria di Yahoo presenta molte, suggestive e plausibili ragioni. Ma c'è qualcosa che potrebbe sconfessarla. Nell'episodio 3x06 di Game of Thrones, La scalata, quando Melisandre porta via Gendry dalla Fratellanza senza Vessilli, la Sacerdotessa Rossa dice ad Arya:

Vedo dell'oscurità in te e in quella oscurità ci sono degli occhi che mi fissano. Occhi scuri, occhi azzurri, occhi verdi. Occhi che tu farai chiudere per sempre. Ci incontreremo ancora.

La figlia di Ned e Catelyn e Melisandre non si sono ancora ritrovate. La loro reunion avverrà in GoT 8x03 e il destino di Arya si compirà? Oppure il fato ha in serbo altri giorni e altri piani per la giovane Stark?

La risposta arriverà lunedì 29 aprile, alle 3:00 del mattino, nel nuovo episodio di Game of Thrones in onda su Sky Atlantic.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.