FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones: cosa significa il simbolo del Night King?

di - | aggiornato

I fan di Game of Thrones pensano da sempre che il simbolo - anzi, i simboli - del Night King siano cruciali nell'economia della storia. E due nuove teorie versano benzina sul fuoco. [UPDATE]

Bran all'albero-diga dove è iniziato tutto in una delle sue visioni GIPHY/HBO

67 condivisioni 0 commenti

Condividi

Aggiornamento

La scena a Ultimo Focolare con Ned Umber, nel primo episodio di Game of Thrones 8, ha dato seguito a molteplici teorie su cosa sia e cosa possa significare il simbolo del Night King.
I fan si sono lanciati in ardite speculazioni, ma forse tutta la faccenda è meno misteriosa di quello che sembra

In un'intervista al New York Post, lo sceneggiatore di Grande Inverno, Dave Hill, ha spiegato che la famigerata spirale lasciata come firma dal Re della Notte ha un valore blasfemo:

Come abbiamo visto grazie a Bran e al Corvo a Tre Occhi, lo schema a spirale era qualcosa di sacro per i Figli della Foresta, che hanno creato il Night King sacrificando un uomo in una specie di 'cerchio di pietre' a forma di spirale. Da lì, il Re della Notte ha adottato il simbolo come una sorta di bestemmia, come Satana con la croce rovesciata.

Si tratta davvero solo di questo? In ogni caso, Hill non ha parlato dell'altro simbolo del Night King, quello del cerchio schiacciato attraversato da una linea retta. Una dimenticanza o qualcosa di voluto?
Se la spiegazione dello sceneggiatore non vi convince, qui di seguito trovate le interessanti teorie elaborate dai fan.

Articolo originale

Chi è il Night King e cosa (diamine) vuole? La risposta è la chiave di Game of Thrones e (probabilmente) del finale. Ma anche se alla conclusione della serie mancano solo 5 episodi, il mistero è ancora fitto.

Le ipotesi non fanno difetto (per esempio, una molto gettonata sostiene che il gelido condottiero degli Estranei sia Bran Stark) e recentemente i fan hanno deciso di tentare un'altra strada per arrivare alla soluzione, cambiando prospettiva e partendo dai simboli che sono la firma dei White Walkers.

L'analisi del cerchio schiacciato attraversato da una linea retta e delle molteplici spirali che appaiono nella serie hanno dato forma a due differenti teorie, che giungono a conclusioni molto diverse.

Se volete conoscerle, continuate a leggere qui sotto.

Il Night King è un Targaryen?

Le speculazioni sul significato dei simboli del Night King sono letteralmente esplose dopo l'episodio 8x01, Grande Inverno.

Attenzione! Possibili spoiler!

Ad alimentare la fantasia dei fan è stata la scena in cui Beric Dondarrion dà fuoco al macabro messaggio lasciato dal condottiero degli Estranei a Ultimo Focolare.

GoT 8: la macabra firma del Night King a Ultimo FocolareHDHBO
La spirale di arti umani con Ned Umber che è la macabra firma del Night King a Ultimo Focolare

La spirale composta da arti umani, al cui centro c'è (il povero) Ned Umber, non è una novità. In 3x02, Ali oscure, oscure parole, Jon Snow e Mance Rayder ne trovano una identica (solo più grande e fatta di parti di cavalli) al Pugno dei Primi Uomini. E anche Bran Stark ne vede due all'interno delle sue visioni, nell'episodio 6x05, Il tempo è giunto (composte da un albero-diga e delle pietre).

GoT 3: il simbolo del Night King al Pugno dei Primi UominiHDHBO
ll simbolo a forma di spirale lasciato dal Night King al Pugno dei Primi Uomini

Ma quando Dondarrion uccide con la sua spada infuocata il bambino tornato come-non morto e le fiamme si propagano dal centro ai raggi, il simbolo del Night King assume una forma nota... quella dello stemma di Casa Targaryen:

La suggestione è fortissima e un ulteriore indizio sembrerebbe avvalorare l'ipotesi che il Night King possa essere un antenato della nobile famiglia di Valyria.

Nell'episodio 7x04, Spoglie di guerra, Jon e Daenerys scoprono nella miniera di ossidiana sotto a Roccia del Drago delle antiche pitture rupestri, che mostrano proprio la spirale (oltre ad altri simboli):

GoT 7: la spirale del Night King a Roccia del DragoHDHBO
Il simbolo della spirale (usato dal Night King) compare tra le pitture rupestri nella caverna sotto a Roccia del Drago

Ma (purtroppo) per quanto suggestiva, la teoria presenta numerosi problemi. E il principale è connesso a una questione temporale.

Come osservano Nerdist e Daily Dot, la prima Lunga Notte si è verificata migliaia di anni prima che i Targaryen arrivassero a Westeros e all'epoca della battaglia tra il Night King, i Figli della Foresta e i Primi Uomini non esistevano draghi

Le possenti creature alate sono state scoperte dai pastori di Valyria successivamente (la loro comparsa e la fine della Lunga Notte potrebbero essere avvenute contemporaneamente) e i Targaryen hanno eletto Roccia del Drago come propria dimora circa 100 anni prima dell'Approdo di Aegon. Ovvero, in epoca relativamente recente per Westeros (la stirpe del Conquistatore regnerà sui Sette Regni per 300 anni).

Dunque, chi ha realizzato i disegni nella grotta sotto a Roccia del Drago non era un Targaryen. Però la prospettiva può essere ribaltata.

È (molto) probabile che Aegon (coraggioso e impavido fin da ragazzo) abbia scoperto la caverna e le pitture rupestri e che si sia ispirato alle incisioni per creare lo stemma di Casa Targaryen. Infatti, la sua famiglia non aveva un sigillo nobiliare e il Conquistatore dei Sette Regni ne ha realizzato uno per "adeguarsi" alle usanze del Continente Occidentale ed essere pienamente accettato dai suoi abitanti. Nello specifico, Aegon ha scelto di rappresentare sé stesso e le sue sorelle, Rhaenys e Visenya.

D'altra parte, George R. R. Martin sembra avere suggerito che il giovane Targaryen sia partito alla conquista di Westeros perché aveva previsto la seconda Lunga Notte:

Ci sono un sacco di speculazioni circa il fatto che [Aegon Targaryen, n.d.r.] abbia avuto una qualche visione di quello che sarebbe accaduto 300 anni dopo e che volesse unificare i Sette Regni per meglio affrontare la minaccia che aveva visto arrivare dal Nord.

In tal senso, la scelta dello stemma di Casa Targaryen potrebbe essere una sorta di risposta (o sfida) di Aegon al Night King.

Tuttavia, sia Nerdist che Daily Dot invitano a prendere con le pinze l'ipotesi e a considerare che la somiglianza potrebbe essere solo una coincidenza.

Il simbolo del Night King è una mappa?

Se la teoria secondo cui il Night King potrebbe essere un Targaryen presenta qualche falla di troppo, quella che individua nei simboli del condottiero degli Estranei una mappa sembra decisamente più solida (almeno, all'apparenza).

La suggestiva ipotesi sviluppata dall'utente di Reddit zyuko22 non solo suggerisce che i disegni rituali degli Estranei indichino un luogo, ma anche il modo per sconfiggere il Re della Notte.

Il punto di partenza del ragionamento del redditor è che la scena della première di Game of Thrones 8 in cui Beric Dondarrion distrugge con il fuoco della sua spada il macabro sigillo dei White Walkers prefiguri la sconfitta del Night King.

GoT 8: il sigillo del Night King in fiamme a Ultimo FocolareHDHBO
Beric Dondarrion dà fuoco al sigillo del Night King a Ultimo Focolare

zyuko22 ricorda che il Re della Notte è stato creato dai Figli della Foresta conficcando una lama di vetro di drago (ossidiana) nel cuore di un uomo. Il misterioso "Primo Estraneo" è legato a un albero-diga, che Bran vede in due visioni (nell'episodio 6x05, Il tempo è giunto), al centro di una spirale di pietre:

GoT 6: l'albero-diga dove nasce il Re della Notte in una visione di BranHDHBO
L'albero-diga circondato da una spirale di pietre nella visione di Bran che mostra la nascita del Re della Notte
GoT 6: l'albero-diga del Re della Notte nella neveHDHBO
L'albero-diga del Re della Notte spaccato a metà e coperto di neve nella seconda visione di Bran

Secondo il redditor, per sconfiggere il Night King è necessario distruggere la fonte primaria della magia che gli ha dato forma. Ma come?

zyuko22 ritiene che la chiave sia un altro simbolo, apparso nei primi minuti dell'episodio 1x01, L'inverno sta arrivando. Ovvero, il raccapricciante cerchio schiacciato attraversato da un linea retta fatto di corpi smembrati, scoperto dal Guardiano della Notte in missione oltre la Barriera con due confratelli:

GoT 1: il simbolo degli Estranei nei boschi innevatiHDHBO
Il raccapricciante sigillo lasciato dal Night King nel primo episodio di Game of Thrones
GoT 7: il simbolo del Night King nella caverna sotto a Roccia del DragoHDHBO
Il simbolo del Night King compare anche tra le pitture rupestri nella caverna sotto a Roccia del Drago

Stando alla teoria del redditor, il macabro disegno (presente anche tra le pitture rupestri nella grotta sotto a Roccia del Drago) indicherebbe un luogo di Westeros. Per la precisione, si tratterebbe dell'Occhio degli Dei, un enorme lago che si trova a sud del Tridente, nella parte meridionale delle Terre dei Fiumi (vicino ad Harrenhal).

In mezzo al misterioso specchio d'acqua (che si dice sia maledetto e circondato da una nebbia magica) sorge l'Isola dei Volti, dove i Figli della Foresta e i Primi Uomini hanno firmato il trattato di pace che ha posto fine al loro conflitto e dove "crescono ancora e in abbondanza" gli alberi-diga.

La mappa di Westeros con l'Occhio degli DeiHDDaughter of Winter/wiki.ghiaccioefuoco.com
La mappa di Westeros che mostra la collocazione dell'Occhio degli Dei e dell'Isola dei Volti

Secondo zyuko22, nel centro esatto dell'Isola dei Volti potrebbe trovarsi un "grande albero-diga" - una sorta di capostipite - che sarebbe la fonte primaria della magia di tutti gli altri alberi-diga e di conseguenza dei Figli della Foresta e degli Estranei.

Tornando alla prefigurazione rappresentata da Beric Dondarrion, il redditor ritiene che per distruggere il Night King qualcuno, ovvero Jon Snow/Aegon Targaryen/Azor Ahai/il Principe che venne promesso, dovrà affondare una spada fiammeggiante nel precursore di tutte le piante magiche di Westeros.

Ma, c'è un ma (ovviamente). Secondo zyuko22, la distruzione del capostipite degli alberi-diga avrà delle conseguenze. Come nel caso della spirale di Ultimo Focolare, dando fuoco al centro, le fiamme si propagheranno ai raggi. Raggi che nell'ipotesi del redditor sono tutte le creature magiche. Ovvero, i Figli della Foresta, i White Walkers e... il Corvo a Tre Occhi moriranno.

Non solo. Il redditor ritiene che il "grande albero-diga" (o almeno, la sua fonte di potere) sia la stessa cosa di R'hllor. Dunque, distruggendolo, anche le creature rinate nel Signore della Luce periranno. E questo significa che Beric Dondarrion e Jon/Aegon moriranno.

Secondo zyuko22, si avvererebbe così il "finale agrodolce" di cui ha parlato George R. R. Martin.

Game of Thrones si concluderà davvero in questo modo? La risposta arriverà nella notte tra il 19 e 20 maggio...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.