FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8: il recap del primo episodio, Winterfell

di - | aggiornato

Dalla reunion tra Jon e Bran e Jon e Arya, alle difficoltà della nuova alleanza con Daenerys, fino alla minaccia sempre più reale del Night King, ecco cosa è accaduto nel primo episodio di Game of Thrones 8, Winterfell.

39 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'attesa è finita. Game of Thrones 8 è arrivato. E il primo episodio non lascia spazio a dubbi sul fatto che la stagione finale metterà a dura prova i fan. Tra reunion, draghi e rivelazioni - "la" rivelazione - i 54 minuti di esordio della serie HBO non hanno deluso le aspettative.

Ecco cosa è accaduto.

Attenzione! Possibili spoiler!

La nuova sigla

Come anticipato dal mini leak diffuso nei giorni scorsi da Carice Van Houten, la celebre sigla di GoT è cambiata. Non una novità del tutto inaspettata, dal momento che ogni stagione ha avuto casate e castelli diversi (a seconda del coinvolgimento nella storia), ma di certo emozionante. 

La corsa per Westeros parte significativamente dalla Barriera distrutta e procede per Ultimo Focolare, Grande Inverno e Approdo del Re. Con la novità che a venire mostrati sono anche gli interni delle varie location con il loro "contenuto", dalla testa di drago di Balerion (conservata nei sotterranei della Fortezza Rossa) all'Iron Throne.

La riunione a Grande Inverno

Che Grande Inverno sarebbe stato il "polo d'attrazione" per i protagonisti non era un mistero e in effetti la dimora avita di casa Stark è il teatro di molteplici reunion.

L'episodio si apre con lo sterminato esercito degli Immacolati (seguito dall'Orda Dothraki) che avanza nella neve tra la gente del Nord (mentre un bambino cerca una visione ottimale, infine arrampicandosi su un albero). Tra le persone radunate ai bordi della strada c'è anche Arya, invece in mezzo ai soldati compaiono Jon e Daenerys, il Mastino e Gendry. La giovane Stark li guarda con sentimenti contrastanti, prima di essere distratta dalla visione di Drogon e Rhaegal. Anche sua sorella Sansa osserva i draghi dalle mura di Grande Inverno.

Nell'imponente processione militare ci sono pure Verme Grigio e Missandei e Tyrion e Varys, impegnati in una delle loro scaramucce verbali all'interno di una (s)scomoda carrozza.

La diffidenza (quasi aperta ostilità) del Nord nei confronti della regina straniera e del suo seguito è palpabile ed emerge nel primo incontro tra le parti all'interno delle mura di Grande Inverno.

Jon e Daenerys arrivano a Grande InvernoHDHBO
Daenerys e Jon arrivano a Grande Inverno, ma l'accoglienza del Nord è fredda (non solo per la neve)

Dopo che Jon abbraccia calorosamente Bran (e viene "gelato" dal fratello, che alla sua battuta: "Guardati, sei un uomo", risponde: "Più o meno"), l'ex Re del Nord presenta Daenerys a sua sorella. La Madre dei Draghi magnifica la bellezza del Nord e della stessa Sansa, ma la Lady di Winterfell risponde solo: "Grande Inverno è vostro, vostra Altezza", mentre la piccola Lyanna Mormont guarda con ostilità la Khaleesi.

La successiva riunione si svolge in un clima di analoga freddezza. Gli alfieri del Nord (con Lady Mormont in testa) contestano a Jon la decisione di avere rinunciato al titolo che gli avevano attribuito e di essersi inginocchiato a una regina straniera. Ma l'ex bastardo di Grande Inverno replica che tutto quello che ha fatto l'ha fatto per il Nord. Tyrion accorre in suo aiuto, dicendo che è grazie a Jon Snow che sono riusciti a radunare la più grande armata mai vista e due draghi. E a quel punto, Sansa interviene chiedendo proprio come riusciranno a sfamare tutti i soldati e le enormi bestie di Daenerys.

In seguito, mentre Gendry si accerta che tutto il vetro di drago sia scaricato nelle fucine, Tyrion e Sansa hanno un nuovo incontro. Ognuno dei due osserva la strada fatta dall'altro e il Folletto dice alla giovane Stark:

Ti hanno sottovalutata in molti. E sono quasi tutti morti.

Tyrion parla del prossimo arrivo dell'esercito dei Lannister e Sansa gli dice che è un ingenuo a credere che Cersei aiuterà lui e... i suoi alleati:

Ti ritenevo l'uomo più arguto che esistesse, una volta.

Jon e Arya di nuovo insiemeHDHBO
Jon e Arya sono di nuovo insieme, ma il loro rapporto è diverso...

Dopo che i due si congedano (sotto lo sguardo scrutatore di Bran), Arya raggiunge Jon all'Albero Diga di Grande Inverno. I due fratelli si abbracciano con grande affetto e poi passano in rassegna le rispettive armi. Ma la grande confidenza tra loro sembra incrinarsi, quando Jon si lamenta del fatto che Sansa si creda più intelligente di tutti loro. Arya dice che in effetti è così e di fronte allo stupore del fratello replica:

Difendo la nostra famiglia. Lei fa lo stesso.

E quando Jon le dice che anche lui è la sua famiglia, la sorella lo invita a non dimenticarlo.

La calma di Approdo del Re

Mentre il Nord si prepara a combattere, ad Approdo del Re Cersei continua a portare avanti la sua guerra privata.

La regina si mostra compiaciuta quando Qyburn le dice (con evidente preoccupazione) che il Night King e la sua armata hanno abbattuto la Barriera e sono entrati a Westeros e si allontana mentre la flotta di Euron Greyjoy arriva con il suo prezioso carico: la Compagnia Dorata. Nella nave ammiraglia c'è anche una malconcia ma indomita Yara.

In seguito, il Re delle Isole di Ferro presenta a Cersei (a modo suo) il comandante dei mercenari, Harry Strickland, che informa la regina che l'esercito è composto da 20mila uomni e 2mila cavalli, ma che non ci sono elefanti. Cersei è contrariata dalla notizia, ma dà il suo benvenuto al comandante.

Cersei sul Trono di SpadeHDHBO
Cersei seduta sul Trono di Spadeaccoglie Euron Greyjoy e Harry Strickland

A quel punto, Euron reclama la propria ricompensa per avere portato a termine con successo la missione che gli era stata assegnata. Dopo un'iniziale opposizione, la regina cambia idea e lo invita nelle sue stanze. I due consumano un rapporto sessuale e dopo uno scambio di battute, Euron dice a Cersei:

Voglio mettere un bel principe nel tuo grembo.

Lo sguardo della regina sembra velarsi di lacrime e insieme al fatto che sta bevendo vino fa supporre che la sua gravidanza fosse un bluff o sia terminata drammaticamente.

Nel mentre, Qyburn raggiunge Bronn in un bordello e gli affida il compito di assassinare Tyrion e Jaime (se sopravviveranno) con la balestra usata dal Folletto per uccidere Tywin. Invece, al porto, Theon libera Yara. La ragazza decide di apprestare Pyke come ultima roccaforte, qualora Daenerys dovesse ritirarsi davanti agli Estranei, e lascia libero Theon di andare a combattere al Nord con gli Stark.

Jon, Daenerys e i draghi

Al Nord si prepara la guerra, ma si pensa anche alla pace che si spera di conquistare e Ser Davos Seaworth invita Tyrion e Varys a riflettere sulla bontà di un matrimonio tra Jon e Daenerys.

Tyrion a Grande InvernoHBO
Per Tyrion si annunciano nuove, difficili sfide

Ma al momento, la Khaleesi sembra avere altre preoccupazioni. I draghi non mangiano abbastanza e non mostrano particolare affinità con il Nord.

Daenerys si reca con Jon dai suoi "figli" (che di nuovo sono docili nei confronti del ragazzo) e invita il giovane a cavalcare Rhaegal. Dopo non poca titubanza, Jon sale in groppa all'enorme creatura e i due si lanciano in un volo mozzafiato tra le valli coperte di neve del Nord, sotto lo sguardo incredulo di Tyrion, Varys e Ser Davos.

La coppia si ferma davanti a una cascata e immagina di restare lì per sempre. E quando Jon stringe Daenerys tra le sue braccia e la bacia, Drogon li osserva con una espressione indecifrabile.

Arya, il Mastino e Gendry

I preparativi per la Grande Guerra comprendono anche la creazione di ingenti quantitativi di armi di vetro di drago. A occuparsene è Gendry e il Mastino gli commissiona un'ascia bipenne.

Mentre Sandor Clegane provoca il giovane fabbro, arriva Arya. Lo scambio tra la giovane Stark e il Mastino è teso, ma contiene anche qualcosa di simile a un ruvido affetto:

Sei soltanto una p****** crudele. Ecco perché sei ancora viva.

Di tutt'altro tenore è il dialogo tra Arya e Gendry. Il figlio bastardo di Robert tratta la giovane Stark con deferenza e affetto, in un miscuglio di amore fraterno e forse di altro. E anche Arya sembra toccata da Gendry. Di certo, ha bisogno dei suoi servigi e gli chiede di realizzare per lei un'arma con una punta removibile di vetro di drago.

Nuove e vecchie alleanze 

Grande Inverno è il polo nevralgico delle informazioni e Sansa viene informata che la casata dei Glover ha deciso di non combattere a fianco degli Stark. A quanto pare, il motivo è la decisione di Jon di allearsi con Daenerys e questo porta nuovamente i fratelli a scontrarsi. Ma il rapporto tra i due sembra saldo, anche se la Lady di Winterfell chiede a Jon:

Ti sei inchinato a lei per salvare il Nord o perché ne sei innamorato?

Nel mentre, la Madre dei Draghi si reca con Ser Jorah Mormont da Sam Tarly per ringraziarlo di avere curato il suo fedele consigliere. Il giovane si mostra molto ben disposto nei confronti di Daenerys, chiedendole anche di perdonarlo per avere rubato dei manoscritti dalla biblioteca della Cittadella di Vecchia Città e la spada della sua famiglia. Ma quando fa il nome dei Tarly, inevitabilmente la conversazione prende un'altra piega. La Khaleesi gli dice di avere ucciso suo padre e suo fratello e Sam chiede il permesso di congedarsi, visibilmente scosso.

La rivelazione delle origini di Jon

Mentre ancora nella sua testa riecheggiano le parole di Daenerys, Sam incontra Bran. Quando l'ex Guardiano della Notte chiede al ragazzo cosa ci faccia lì nella neve al freddo, il giovane Stark risponde:

Sto aspettando un vecchio amico.

Poi Bran esorta Sam a rivelare a Jon quello che hanno scoperto. Il ragazzo obbedisce e raggiunge l'amico di sempre nella Cripta di Grande Inverno. Dopo essersi abbracciati calorosamente, Sam rivela a Jon quello che gli ha detto Daenerys e in un dialogo sempre più teso e intenso gli dice la verità sulle sue origini:

[Non è vero che non sei un re, n.d.r.]. Lo sei da sempre. Non intendo il Re del Nord, ciò che intendo è che sei il Re legittimo dei f****** Sette Regni! Lo abbiamo scoperto io e Bran. Tua madre era Lyanna Stark. Tuo padre, il tuo vero padre, era Rhaegar Targaryen. Non sei mai stato un bastardo. Tu sei Aegon Targaryen, l'erede del Trono di Spade. [Daenerys non dovrebbe essere la regina, n.d.r.]. Hai rinunciato alla corona per il bene del tuo popolo. Lei lo farebbe?

Lo sguardo perso e il silenzio di Jon lasciano presagire che la rivelazione di Sam è destinata a cambiare pesantemente (e forse fatalmente) lo stato delle cose.

Ultimo Focolare

Sopravvissuti alla distruzione della Barriera, Tormund, Beric Dondarrion e un manipolo di uomini arrivano alla dimora avita degli Umber, Ultimo Focolare. Sansa aveva accordato al nuovo lord bambino carri e cavalli per trasportare gli abitanti e l'esercito a Grande Inverno, ma il castello è abbandonato e ci sono evidenti tracce di una drammatica battaglia.

Nella desolazione, il Bruto e i suoi compagni incontrano Edd e alcuni Guardiani della Notte, anche loro scampati all'assalto degli Estranei.

Insieme, esplorano Ultimo Focolare e trovano un raccapricciante messaggio di sfida del Night King. Il piccolo Umber è stato trafitto al muro della sala di comando, al centro di una sorta di spirale fatta di braccia umane. Quando torna in vita, Dondarrion lo uccide con la sua spada fiammeggiante, dando fuoco all'intera, macabra installazione, che assume le sembianze di un inquietante sole mortifero.

Jaime e Bran

Dopo un presumibile lungo e difficile viaggio, Jaime giunge infine a Grande Inverno. Il Kingslayer smonta da cavallo e osserva le mura da cui è iniziato tutto, fino a che il suo sguardo cade su Bran.

Il "vecchio amico" che il giovane Stark stava aspettando è arrivato? O il Corvo a Tre Occhi parlava del Night King?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.