FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8: i cambiamenti nella sigla (e cosa ci suggeriscono)

di - | aggiornato

Con il debutto del primo episodio di Game of Thrones 8, sono ufficiali i cambiamenti apportati alla sigla di apertura della produzione HBO: vediamo in cosa consistono e, soprattutto, cosa potrebbero dirci.

145 condivisioni 0 commenti

Condividi

Era un argomento caldo ancora prima della messa in onda della premiére di Game of Thrones 8: la sigla dell'ultima stagione della serie di HBO aveva mostrato qualche piccolo cambiamento già dagli assaggi che erano trapelati online, che avevano attirato enormemente le attenzioni dei fan. Le novità, in effetti, non sono mancate e potrebbero suggerirci qualcosa su come andranno le vicende, di appuntamento in appuntamento. Vediamo cosa.

Attenzione: gli spoiler si riferiscono anche ad alcune anticipazioni sul primo episodio dell'ottava stagione!

Attenzione! Possibili spoiler!

La discesa degli Estranei

La sigla si apre subito puntando i riflettori sulla grave minaccia che incombe sui Sette Regni: come scoperto al termine di Game of Thrones 7, il Re della Notte conta ora sul drago Viserion, del quale si è servito per creare un'enorme apertura nella Barriera e iniziare la sua invasione del Nord. Da qui, una scia di ghiaccio si estende fino a Ultimo Focolare: non si entra però nel dettaglio di questo scenario, che in effetti è stato protagonista di una sola (disturbante) scena nel corso dell'episodio.

Un fotogramma dalla sigla di Game of Thrones 8, Episodio 1HDHBO
La forma a spirale della montagna che ospita Ultimo Focolare

La casa degli Umber è stato il primo insediamento lungo il cammino del Re della Notte e la forma a spirale della montagna su cui si erge è stata tristemente ripresa nella sequenza che ci ha portato poi tra le sue mura nel debutto di Game of Thrones 8. Proprio questa spirale potrebbe diventare un simbolo ricorrente nel corso della stagione?

L'arrivo a Grande Inverno e Approdo del Re

La sequenza si sposta subito dopo a Grande Inverno, cuore pulsante dell'episodio: se, in passato, gli scenari venivano mostrati solo dall'alto e abbastanza rapidamente, quest'anno l'apertura si concentra ampiamente sui luoghi chiave — complice anche il fatto che le ambientazioni cardine della premiére siano state solamente due, nonostante il minutaggio invariato del brano che fa da sigla. L'inquadratura ci porta così non solo all'esterno della casa degli Stark, ma anche nella cripta di Grande Inverno, in cui ha avuto luogo una scena decisamente di rilievo nell'episodio e location che, considerando anche l'importanza che le hanno dato i teaser, probabilmente rivedremo.

Un fotogramma dalla sigla di Game of Thrones 8 mostra la cripta di Grande InvernoHDHBO
La cripta di Grande Inverno

Tra gli scenari mostrati entro le mura, anche la Sala Grande, dove le importanti personalità del Nord hanno messo sul tavolo i loro piani per respingere gli Estranei e hanno discusso della legittimità di Daenerys e dei suoi eserciti di trovarsi al Nord come riconosciuta Regina dei Sette Regni. Anche in questo caso, si tratterà con ogni probabilità di una stanza che vedremo spesso in quest'ultima stagione, in preparazione alla grande battaglia contro il Re della Notte.

L'altro scenario importante dell'episodio, come ci rivelava proprio la sigla, è stato Approdo del Re: la capitale di Westeros viene mostrata dapprima nel suo insieme e, in seguito, ci si addentra negli interni. Confermata la presenza della Fossa del Drago e, immancabilmente, abbiamo potuto vedere anche la sala in cui giganteggia il trono di spade, per ora occupato da Cersei Lannister e sul quale capeggia lo stemma della famiglia.

La sala del trono nella sigla di Game of Thrones 8HDHBO
Lo stemma dei Lannister continua a giganteggiare sul trono

Se, tuttavia, nelle precedenti stagioni il focus sulla capitale si concentrava sulle strade e la città, ora è tutto sul palazzo: significa che sarà proprio Cersei la protagonista assoluta delle sequenze che si svolgeranno ad Approdo del Re?

La sigla avrà cambiamenti in ogni episodio

Negli anni, i fan di Game of Thrones hanno appreso che la sigla li porta con una rapida carrellata presso tutti gli scenari che saranno protagonisti dell'episodio che stanno per vedere: una regola confermata anche per il debutto della stagione 8. Come riportato dal sito Polygon, il designer Kirk Shintani ha assicurato che ci saranno novità e cambiamenti per la sigla in tutti i futuri episodi

Posso dire che ci saranno differenze in ogni singolo episodio. Fateci attenzione, perché ci sono un bel po' di indizi disseminati in giro per la sigla.

L'inverno è arrivato e i fan stanno già aguzzando la vista in cerca di ulteriori dettagli che potrebbero notare, prima della messa in onda del prossimo episodio (e della prossima sigla) — lunedì 22 aprile alle ore 3:00 in Italia.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.