FOX

[Spoiler!]

Iron Man, la strada di Tony Stark verso Avengers: Endgame

di - | aggiornato

Tony Stark, da miliardario, playboy, filantropo a deterrente nucleare garante di pace nel mondo. Ecco la sua storia in breve, gli approfondimenti e le citazioni da ricordare di Iron Man.

951 condivisioni 0 commenti

Condividi

Benvenuti al primo appuntamento della rubrica che vi porterà a esplorare il cammino degli Avengers nell’Universo Cinematografico Marvel. Un lungo cammino che terminerà il 24 aprile - al cinema - con l’atteso Avengers: Endgame.

Adesso è il momento di tornare al 2008 e a quel fatidico giorno in cui Tony Stark divenne Iron Man!

 

Il percorso di Tony Stark fino ad Avengers: Infinity War

Iron Man

Tony Stark ha ereditato le Stark Industries dal padre Howard, morto nel 1991, ma nonostante il suo genio preferisce dedicarsi al quasi totale divertimento. Tony colleziona e costruisce automobili e frequenta belle ragazze, e lui stesso si definisce un genio, miliardario, playboy, filantropo. Le Stark Industries, che fabbricano armi, nel frattempo sono gestite principalmente dal suo storico socio in affari, Obadiah Stane.

Tutto ciò però cambia quando Tony si reca Afghanistan per una dimostrazione dei suoi prodotti all’esercito americano. Qui, nonostante la protezione offerta dal suo amico James Rhodes e dai suoi uomini, viene rapito dalla setta dei 10 Anelli dietro richiesta di Obadiah, che punta a diventare l’unico erede del patrimonio degli Stark.

Durante l’attacco al convoglio che protegge Tony, il miliardario viene colpito duramente al petto ed è necessario un intervento particolare, vicino al cuore, per mantenerlo in vita. L’intervento viene effettuato dal suo compagno di prigionia Ho Yinsen in condizioni pressoché critiche, ma riesce con successo.

Durante il suo imprigionamento, Tony capisce che le sue armi non sono utilizzate solo per scopi di difesa militare, ma sono anche in vendita al mercato nero: rafforzano terroristi e criminali organizzati.

Messo alle strette e in condizioni di salute precarie, Tony deve aguzzare l'ingegno. Invece di costruire il missile che i 10 Anelli gli hanno commissionato in cambio della (falsa) promessa di libertà, costruisce un dispositivo che è in grado di allungargli la vita: un oggetto che può, allo stesso tempo, tenere lontano dal suo cuore le schegge che da lì a poco lo avrebbero ucciso. Questo dispositivo, costituito da Palladio, è una riproduzione in miniatura del Reattore Arc delle Stark Industries, ed è in grado di alimentare anche l’armatura di metallo che Tony costruisce dentro la grotta in cui è rinchiuso al fine di fuggire.

Dopo aver assistito alla morte di Yinsen ed essere scappato, Tony capisce di dover fare di più e che le Stark Industries non devono più produrre armi. Tornato negli Stati Uniti, inizia costruire una nuova armatura con l'aiuto dell'Intelligenza Artificiale J.A.R.V.I.S. e di alcuni robot del suo laboratorio (Dum-E e U).

Tutto ciò lo porta a scontrarsi con Obadiah Stane, che rivelerà il suo tradimento.

Tony alla fine confesserà al mondo la sua identità di Iron Man, diventando così il "deterrente nucleare degli Stati Uniti".

Iron Man 2

Il mondo di Tony gli sta crollando addosso: il Palladio del suo Arc Reactor lo sta uccidendo perché velenoso, il governo degli Stati Uniti vuole per sé l’armatura Iron Man, e dall’altro lato del globo un russo con intenti omicidi di nome Vanko è in grado di riprodurre la sua tecnologia.

Il futuro dipende da quello che abbiamo costruito in passato, e l’ancora di salvezza di Tony è proprio il retaggio di suo padre Howard. Grazie ad esso, Tony riesce a trovare un nuovo elemento per rimpiazzare il Palladio e, infine, sconfiggere Vanko.

Durante questa avventura, che avviene 6 mesi dopo l’inizio della storia di Iron Man, Tony e Pepper Potts (la sua ex assistente personale) iniziano una relazione amorosa che, tra alti e bassi, continua fino ai fatti di Avengers: Infinity War. Inoltre, l’agenzia governativa segreta dello S.H.I.E.L.D. - gestita dalla spia Nick Fury, già visto nella scena post-credit del primo film - entra prepotentemente nella vita di Iron Man e, ovviamente, nell’MCU. Merito anche dell'introduzione nella saga di Vedova Nera, che in Iron Man 2 si presenta inizialmente come Natalie Rushman, la nuova assistente di Tony.

The Avengers

A questo punto, Tony – nonostante un profilo segnalato come non idoneo – si unisce all’Iniziativa Vendicatori voluta da Fury. Quest'ultimo ha intenzione di unire un gruppo di supereroi in grado di difendere la Terra da minacce che i governi non sono in grado di respingere.

La figura di Tony è al centro della storia: oltre alle sue doti, necessarie in battaglia, è il fautore della straordinaria Stark Tower. Loki, il villain di The Avengers, usa proprio la tecnologia che alimenta questo edificio per aprire un portale necessario a far arrivare sul pianeta un esercito di alieni denominati Chitauri.

Gli Avengers - formati da Iron Man, Thor, Captain America, Vedova Nera, Occhio di Falco e Hulk - vincono la battaglia finale, e proprio Iron Man compie un gesto disperato: devia un missile nucleare destinato alla città di New York fin dentro il portale creato da Loki.

Questo sacrificio estremo gli causerà in seguito diversi attacchi di panico.

Iron Man 3

Tony cambia del tutto a causa dell’esperienza della battaglia di New York, e dedica tutto il suo tempo a costruire armature: ha l'ossessione di proteggere sé stesso, chi ama e il mondo.

La nuova minaccia si chiama Il Mandarino, che si scoprirà essere l'alter-ego di Aldrich Killian, capo della AIM (Advanced Idea Mechanics).

Insieme a una vecchia conoscenza di Tony, Maya Hansen, Killian sviluppa una tecnologia chiamata Extremis in grado di sfruttare il potenziale bioelettrico del corpo umano e di fortificare il DNA. Ma, ovviamente, una tecnologia così straordinaria nelle mani sbagliate può causare molti danni.

Killian ha intenzione di diventare l'unico fornitore militare degli Stati Uniti, riuscendo a potenziare i soldati americani con la tecnologia Extremis, anche se questa non è perfettamente funzionante. Tony Stark è chiaramente un ostacolo e Killian va molto sul personale, distruggendo la villa di Tony, rapendo Pepper, e arrivando vicino a uccidere quest'ultima.

Alla fine, grazie anche all’aiuto del giovane Harley Keener, di James Rhodes e delle 42 armature costruite, Iron Man sconfigge Il Mandarino e l’esercito Extremis.

Ma è proprio un nuovo esercito a dare problemi a Tony: la sua stessa creazione, la Iron Legion.

Avengers: Age of Ultron

La Iron Legion - costruita per intervenire dove necessario come una specie di polizia - viene hackerata da Ultron. Quest'ultimo è una creazione realizzata da Tony Stark e Bruce Banner con lo scopo di essere un ulteriore scudo per il pianeta Terra. Ma Ultron è deciso a salvare il mondo cancellando l’umanità dal pianeta.

Questa nuova minaccia mette in attrito Tony con gli altri Avengers e soprattutto con il governo degli Stati Uniti, fino a degenerare in una nuova crisi.

Captain America: Civil War

Dopo lo scontro con Ultron e nuovi incidenti che coinvolgono gli Avengers, le Nazioni Unite instaurano gli Accordi di Sokovia (così chiamati in rimando al paese dell'Europa orientale dove avviene lo scontro finale con Ultron) per regolare le attività di individui dotati di abilità straordinarie.

Gli accordi prevedono che gli Avengers diventino un team gestito dal governo e, ovviamente, non tutti i Vendicatori sono d’accordo.

Si creano così due fazioni – il team Iron Man e il team Captain America - che si ritrovano a lottare tra loro, mentre vengono fomentate dal piano malvagio dl Helmut Zemo. Quest’ultimo - pieno di rancore scaturito dalla morte della sua famiglia durante la battaglia di Sokovia - fa leva sui sentimenti di Tony Stark, mostrandogli la brutale morte dei suoi genitori a opera di Bucky Barnes, il migliore amico di Steve Rogers, quand'era ancora sotto l'influenza dell'HYDRA.

La guerra interna tra gli Avengers smembra il gruppo e ognuno prende la sua strada. Il conflitto costa caro a Iron Man: James Rhodes / War Machine subisce pesanti conseguenze fisiche in seguito agli scontri tra i Vendicatori, e Steve Rogers gli "restituisce" lo scudo di Vibranio originariamente progettato da Howard Stark, e che Tony non lo ritiene più degno di possedere.

In Captain America: Civil War, inoltre, Tony recluta anche un nuovo eroe per aiutarlo a contrastare Team Cap: il giovane Peter Parker / Spider-Man.

Avengers: Infinity War

Gli Avengers si riuniscono, in formazioni separate, a causa dell’attacco di Thanos. Iron Man si ritrova sul pianeta Titano, insieme a Spider-Man, Doctor Strange e parte dei Guardiani della Galassia, per provare a sconfiggere il Titano Pazzo. Ma quest'ultimo ha la meglio e lo trafigge, lasciandolo in fin di vita.

Tra le vittime della Decimazione c'è anche il giovane Spider-Man, che diventa polvere tra le braccia di Tony. Alla fine del film, Iron Man si ritrova su Titano con la sola compagnia di Nebula.

 

Tutte le apparizioni di Tony Stark nei film Marvel

Tony Stark/Iron Man è presente nei seguenti film:

  • Iron Man - 2008
  • L'incredibile Hulk (cameo nella scena finale prima dei titoli di coda) - 2008
  • Iron Man 2 - 2010
  • The Avengers - 2012
  • Iron Man 3 - 2013
  • Avengers: Age of Ultron - 2015
  • Captain America: Civil War - 2016
  • Spider-Man: Homecoming - 2017
  • Avengers: Infinity War - 2018
  • Avengers: Endgame - 2019

 

Alcune cose da sapere su Iron Man

  • Tony Stark è il mentore di Spider-Man, e nel corso dei film gli ha costruito due tute accessoriate (una vista in Spider-Man: Homecoming e una in Avengers: Infinity War)
  • Uno dei comportamenti ossessivi (ma la possiamo chiamare anche psicosi o mania) è quella di non volere che gli si porgano direttamente le cose. Secondo le ipotesi dei fan, questa peculiarità è sorta dopo il suo rapimento in Afghanistan
  • Fino ai fatti di The Avengers, Tony è in possesso (o almeno così crede) di tutti i segreti dello S.H.I.E.L.D., che ha rubato quando era a bordo dell'Helicarrier (la nave volante dello S.H.I.E.L.D.)
  • Ha creato il Damage Control, un'organizzazione per la sistemazione dei danni causati dalle battaglie dei supereroi nei centri urbani
  • Alla fine di Iron Man 3 si opera al cuore, rimuovendo le schegge che erano rimaste conficcate nel suo petto in seguito al suo viaggio in Afghanistan
  • I genitori di Tony (Howard e Maria) sono stati uccisi dal Soldato d'Inverno il 16 dicembre 1991
  • In Captain America: Civil War, Tony combatte duramente con Steve Rogers e reclama la proprietà dello scudo in Vibranio costruito dal padre Howard
  • In Captain America: Civil War, Tony presenta la tecnologia chiamata B.A.R.F., che è in grado di "dare tridimensionalità" ai ricordi
  • In Avengers: Age of Ultron, Tony e Banner costruiscono Veronica, ovvero un sistema altamente sofisticato in grado di contenere la rabbia di Hulk
  • Alla fine del film Spider-Man Homecoming, Tony chiede a Pepper di sposarla
  • Dopo il litigio visto in Captain America: Civil War, Tony e Steve non si sono più fisicamente incontrati. Steve ha però inviato a Tony un cellulare con un numero speciale, per contattarlo in caso di emergenza

 

"Io sono Iron Man": le citazioni

  • È meglio essere temuti o rispettati? Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?
  • I limiti sono fatti per essere superati!
  • Se c'è una cosa che ho dimostrato è che si deve contare su di me per appagare me stesso
  • Possono distruggermi casa, possono togliermi i giocattoli, ma c'è una cosa non mi possono togliere, io sono Iron Man!

 

Come Robert Downey Jr. è diventato Tony Stark

Si racconta che il regista Jon Favreau  fosse deciso a rischiare tutto per avere Robert Downey Jr. nel ruolo da protagonista del primo Iron Man.

A quei tempi l'attore aveva da poco superato i suoi problemi di alcolismo e con la legge (due fattori che lo avevano costretto ad abbandonare la serie TV Ally McBeal). Robert Downey Jr. poteva cioè essere un problema sul set, oltre che agli occhi dell'opinione pubblica e dei potenziali spettatori, e nella peggiore delle ipotesi avrebbe potuto abbandonare il film a riprese già iniziate. 

Favreau convinse però i dirigenti degli appena nati Marvel Studios a dare una possibilità a Robert Downey Jr., e l'attore fece il suo provino. Eccolo nel video qui sotto:

Jon Favreau, in una intervista a USA Today, ha detto:

Non volevamo una scelta sicura. I migliori e i peggiori momenti della vita di Robert Downey Jr. sono stati di dominio pubblico. Doveva trovare un equilibrio interiore per superare ostacoli che andavano ben oltre la sua carriera. Questo è Tony Stark. Robert porta una profondità che va al di là di un personaggio dei fumetti che ha problemi al liceo, o che non riesce ad avere la ragazza che vuole. Inoltre, è semplicemente uno dei migliori attori in circolazione.

La scelta di assumere Robert Downey Jr. è stata ampiamente premiata dal riscontro di critica e pubblico.

Grazie al successo di Iron Man, Marvel Studios ha potuto fondare un universo che ancora oggi esiste ed è leader degli incassi al botteghino cinematografico. Grazie a questo ruolo, la carriera di Downey Jr. si è ripresa e l'attore stesso ha trovato una "seconda giovinezza".

 

Cosa succederà in Avengers: Endgame?

Gli unici indizi che si hanno sul ruolo di Iron Man in Avengers: Endgame sono due, entrambi provenienti dai trailer del film:

  1. All'inizio del film, Tony è sull'astronave dei Guardiani della Galassia, forse in compagnia di Nebula, convinto che non riuscirà a tornare sulla Terra
  2. Effettivamente tornato sul nostro pianeta, si unirà agli Avengers rimasti per provare a rimediare alla Decimazione di Thanos

Avengers: Endgame (2019)

Data uscita in Italia: 24 aprile 2019 voto 8,8

Attenzione! Possibili spoiler!

Il ruolo di Tony nel film Avengers: Endgame sarà, probabilmente, cruciale: è lui che in qualche modo ha iniziato tutto nel 2008 ed è lui che, probabilmente, metterà la parola fine ai giochi. Insieme a Captain America e Thor è l'eroe più rappresentativo dell'MCU e, come loro, potrebbe non tornare più in nuovi film. Il contratto di Robert Downey Jr. scade infatti con Avengers: Endgame. 

Alcuni fan si aspettano che Tony Stark morirà, ma io lo ritengo altamente improbabile: non sarebbe una degna fine per l'eroe che i fan conoscono. Probabilmente, come sostiene una teoria su Reddit, potrebbe trasformarsi in una Intelligenza Artificiale che permetterebbe al personaggio di esistere ancora, nonostante Robert Downey Jr. sia fuori contratto. Se ci pensate, in Iron Man 3 è già stato fatto un esperimento simile: Tony pilota a distanza le armature, che si comportano come se lui fosse all'interno. 

Secondo alcune vecchie teorie, ma ancora valide, nate a partire da alcune foto dal set, si può pensare che Tony si unisca a Bruce Banner, Scott Lang e Steve Rogers per viaggiare nel tempo o per raggiungere il Regno Quantico.

 

Cosa succederà secondo voi in Avengers: Endgame?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.