FOX

[Spoiler!]

Dragon Ball: chi è Broly? La storia del Leggendario Super Saiyan

di - | aggiornato

Broly sin dalla sua comparsa è diventato un personaggio iconico all'interno di Dragon Ball: ecco i motivi per cui è diventato così importante da essere inserito nella storia canonica della saga.

874 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dragon Ball è stato una delle opere più significative per le generazioni nate tra gli anni ’80 e ’90, tanto da essere sicuramente classificabile come uno dei manga e anime che ha aperto la strada all’invasione della cultura nipponica in Occidente.

Gran parte del merito va anche ai personaggi presenti, che grazie al loro carisma sono entrati nel cuore dei tanti fan del manga.

Tra questi personaggi un caso particolare è stato quello di Broly, potentissimo guerriero Saiyan non appartenente nemmeno alla serie animata ufficiale di Dragon Ball. Broly è comparso solamente nei film non canonici, tre per la precisione, quindi per un minutaggio molto breve se paragonato alle centinaia di episodi realizzati tra tutte le stagioni dell’anime dedicato all’opera di Akira Toriyama.

A distanza di ben 26 anni dalla sua prima apparizione, a cavallo tra 2018 e 2019 Broly è tornato nel nuovo film Dragon Ball Super: Broly. Questo lungometraggio animato è stato curato nella parte narrativa dallo stesso Toriyama, che ha voluto integrare il Leggendario Super Saiyan all’interno della sua storia, questa volta nella linea temporale canonica e non in uno spin-off.

Broly è dunque rimasto così tanto nel cuore dei fan da influenzare persino l’autore originale, che ai tempi della prima apparizione nel 1993 ne curò solo l’aspetto fisico. L’idea dietro al personaggio venne infatti al produttore Takao Koyama, mente dietro a storie e personaggi di tutti i film della serie Z.

Quali sono dunque le caratteristiche che hanno reso Broly così iconico da permettergli di tornare a distanza di tutti questi anni all’interno della serie? Sarà un altro potere del Leggendario Super Saiyan? Andiamo a scoprirlo.

Indice

La genesi di Broly

Broly originaleHDToei Animation

A dire la verità l’incipit narrativo di Dragon Ball Z: il Super Saiyan della Leggenda, film del 1993 dove Broly appariva nella sua prima incarnazione, non era nulla di rivoluzionario, anzi. Analizzando la storia del personaggio viene forse un po’ da ridere per le sue motivazioni e per l’ira insopprimibile che la sola vista di Goku gli scatena.

Come per tutti i Saiyan il nome di Broly deriva da un ortaggio, infatti il suo nome è una contrazione di broccoli.

Broly nacque con un potenziale di combattimento mai visto prima. La cosa fece preoccupare Re Vegeta che, non appena scoperto del bambino, ne ordinò l’esecuzione. Le motivazioni di questo crudele ordine sono da ricercarsi nella minaccia che il neonato, una volta cresciuto, poteva rappresentare per la dinastia del Re dei Saiyan.

Broly subì un trauma dietro l’altro subito dopo essere venuto al mondo. La sua incubatrice era vicina a quella del piccolo Goku, che con il suo pianto disturbava il suo sonno facendolo agitare. Oltre a questo dovette sopravvivere al tentato omicidio da parte dei soldati di Re Vegeta e alla distruzione del suo pianeta natale per mano di Freezer, cosa che ne risvegliò il potenziale facendolo sopravvivere all’esplosione insieme al padre Paragas.

Broly crebbe con una mentalità instabile, cosa che lo rese pericoloso per chiunque gli stava vicino, data la sua potenza smisurata. Suo padre, Paragas, fece costruire uno speciale sistema di controllo per evitare che impazzisse del tutto.

Broly potenzialeHDToei Animation
Broly da neonato risveglia il suo potenziale e sopravvive alla distruzione del suo pianeta

Nel primo film in cui compare, l’ottavo della serie Dragon Ball Z per la precisione, Broly, rivedendo Goku, tira fuori tutta la rabbia che cova fin dall’infanzia, sfuggendo al sistema di controllo del padre e scatenando la potenza del Super Saiyan della Leggenda.

Lo scontro che ne segue risulta davvero epico e brutale. Goku, Piccolo, Gohan e Trunks non riescono a contrastare la piena potenza della forma leggendaria di Broly. La forza del guerriero è tale che in un primo momento Vegeta, da sempre orgoglioso del suo rango di guerriero d’elite, perde la volontà di combattere. Alla fine per batterlo servirà l’unione della forza di tutti i guerrieri citati, che doneranno la propria forza a Goku.

L’aspetto che più ha emozionato gli appassionati è la furia e la brutalità con cui Broly combatte. Non a caso è stato spesso associato alla furia dei guerrieri berserker nordici, per il suo stile guidato dalla rabbia pura e da una potenza schiacciante senza l’utilizzo di nessuna particolare tattica o strategia. Questo modo di combattere è possibile grazie al suo Ki incredibile e all’armatura di muscoli che lo proteggono dai danni subiti, cosa che, come si vede nei film, gli fa prendere raggi d’energia in piena faccia senza che lui batta ciglio, per poi prendere le teste degli avversari per farle strisciare sui muri.

Broly vs Goku ZHDToei Animation

Broly tiene testa ai guerrieri più potenti dell’universo senza subire grossi danni; la sua stazza e la sua furia dominano su guerrieri con molta più esperienza di reali battaglie. Questo suo stile di combattimento è entrato nel cuore dei fan, essendo unico tra tutti quelli comparsi nella serie.

Il personaggio di Broly ebbe così successo da tornare in altri due film: il decimo e l’undicesimo di Dragon Ball Z, chiamati rispettivamente Sfida alla Leggenda e L’irriducibile Bio-Combattente. Nella decima pellicola, il Leggendario Super Saiyan, sopravvissuto alla battaglia del film in cui è comparso per la prima volta, segue Goku sulla Terra, ma stremato dalle ferite finisce in un ghiacciaio dove resterà ibernato per parecchi anni. Verrà poi risvegliato dalla presenza di Goten e Trunks, che lo affronteranno insieme a Gohan, ormai adulto. Il gruppo, con un piccolo aiuto da parte di Goku, direttamente dall’aldilà, riuscirà a sconfiggerlo una volta per tutte.

Nell’undicesimo film invece non comparirà direttamente Broly, ma un suo clone più debole composto da una sostanza che non gli fa mantenere la sua forma originale. Il nome dato alla creatura sarà Bio-Broly. Anche qui l'avversario verrà sconfitto, dall’unione di Goten, Trunks e Androide 18.

Forse uno dei più grossi difetti del personaggio è lo scarso sviluppo caratteriale, infatti i suoi dialoghi sono spesso limitati a urla e frasi minacciose contro i suoi nemici. Insomma una furia incontrastabile che ha il solo scopo di distruggere senza nient’altro da mostrare.

Il Leggendario Super Saiyan ha comunque funzionato come avversario, perché si è sviluppato sempre in film da poco più di un’ora, dove non c’era molto spazio per creare trame complesse ed elaborate. E si sa che i fan di Dragon Ball vogliono principalmente vedere combattimenti spettacolari, e su quest’aspetto Broly non ha mai deluso.

Per molti però era un peccato limitare il personaggio solamente alle apparizioni nei film: infatti Broly venne spesso coinvolto anche in altri media legati alla saga di Dragon Ball, come tantissimi videogiochi, con anche nuove trasformazioni inedite.

Broly ssj3 videogamesHDToei Animation/Bandai Namco

In Dragon Ball Raging Blast, picchiaduro uscito su PlayStation 3 e Xbox 360, il personaggio apparve nella forma di Leggendario Super Saiyan 3, mentre nel famoso gioco di carte digitali Dragon Ball Heroes, dove esistono innumerevoli trasformazioni e fusioni non canoniche fatte apposta per il fan service, Broly arrivò addirittura a diventare Super Saiyan 4.

Broly, dunque, seppur limitato a comparsate in archi narrativi non canonici (principalmente di diversi videogiochi), non venne mai accantonato del tutto.

Il nuovo Broly

Broly nuova versione in Super HDToei Animation

Nell’estate del 2018 venne annunciato il film Dragon Ball Super: Broly, 20esima pellicola animata della saga di Toriyama, occasione in cui l’autore originale stesso ha rivelato di voler riscrivere la storia di Broly per renderlo un personaggio ufficiale della trama di Dragon Ball.

La notizia creò nei fan di tutto il mondo un hype ancora più grande di quello per il precedente film, che segnava il ritorno di Freezer, uno dei villain storici più amati della serie. Il lungometraggio ha dunque ottenuto un successo enorme, divenendo il più visto della serie, soprattutto grazie alla presenza di un rinnovato Broly.

Dragon Ball Super: Broly – Il film (2019)

Data uscita in Italia: 28 febbraio 2019 voto 8,5
  • Titolo originale: Doragon bôru chô: Burorî - Dragon Ball Super: Broly

  • Genere: Animazione, Avventura, Azione

  • Nazione: Giappone

  • Regista: Tatsuya Nagamine

  • Durata: 100 min

  • Cast: Mario Bombardieri, Claudio Moneta, Emanuela Pacotto, Gianluca Iacono, Federico Zanandrea, Valentina Pallavicino, Luca Ghignone, Lorenzo Scattorin, Alessandro Zurla, Stefano Mondini, ...

Ma cosa cambia fra il vecchio e il nuovo Broly?

Vi anticipiamo che se non volete rovinarvi la sorpresa di quanto si vedrà nella nuova pellicola vi conviene fermarvi qui, dati gli spoiler. Se invece siete curiosi o avete già visto il film vi invitiamo a proseguire la lettura.

Attenzione! Possibili spoiler!

Seppur l’incipit della storia sia molto simile, il nuovo Broly è un personaggio molto diverso rispetto alla sua prima versione; il nucleo del personaggio è completamente differente e della vecchia incarnazione resta soltanto la furia incontrollabile che si manifesta in combattimento, anche se questa volta nelle azioni del personaggio non c’è cattiveria né crudeltà.

Broly in realtà è un Saiyan puro di cuore, costretto a diventare una bestia selvaggia in battaglia per volere del padre Paragas e dalle condizioni ostili del pianeta su cui è rimasto intrappolato sin dalla tenera età. Dimostra più volte nel corso del film di avere una coscienza e si intuisce che in realtà lui non ama combattere, ma lo fa per necessità.

Broly, in questa nuova versione, non nutre dunque un vero e proprio odio nei confronti di Goku o Vegeta, ma obbedisce a suo padre che, manipolato dalle menzogne di Freezer, serba rancore contro i due protagonisti.

Broly combattimentoHDToei Animation

L’unica cosa che accomuna Broly alla sua precedente versione è la furia in battaglia. Il Broly originale quando combatteva perdeva il controllo (anche se non completamente) e dimostrava un’indole spietata e malvagia di suo. La nuova versione invece non mostra malvagità, ma semplicemente finisce per perdere completamente la ragione, guidato solo dalla rabbia alimentata da anni di addestramento durissimo e dal lavaggio del cervello da parte del padre.

Una cosa che ci fa capire quanto il nuovo Broly non sia per nulla malvagio è proprio il rapporto con Paragas. Nel film del 1993 è Broly stesso a uccidere un Paragas che non può più controllarlo e che quindi decide di fuggire, abbandonando il figlio su un pianeta che sta per essere colpito da un meteorite. Accortosi di ciò, il furioso guerriero non esita un istante a liberarsi del genitore.

Nel nuovo film, invece, anche quando i suoi due nuovi amici Cheelai e Lemo fanno notare a Broly quanto sia crudele il padre nei suoi confronti, questi continua a difenderlo. Più tardi Freezer, ricordandosi di come Goku si è trasformato in Super Saiyan la prima volta a causa della morte di Crilin, decide di provare a potenziare il Saiyan selvaggio uccidendo proprio Paragas e poi urlandogli che a colpirlo è stato Goku.

Broly Leggendario Super Saiyan in film SuperHDToei Animation

Broly, nonostante fosse già in una fase in cui faticava a rimanere lucido, vedendo la morte del padre si infuria ulteriormente, assumendo la forma del Leggendario Super Saiyan e dimostrando così che alla fine voleva bene al padre.

Broly è semplicemente stato cresciuto in modo troppo spartano, e un'ulteriore dimostrazione la si ha quando racconta di essere diventato amico di una creatura del Pianeta Vampa. Per colpa del padre è stato costretto a non vederla più, altrimenti Paragas l’avrebbe uccisa perché convinto che i sentimenti avrebbero indebolito il figlio. La veste di colore verde che Broly indossa sempre è un orecchio della creatura che Paragas aveva ferito per evitare che i due continuassero a essere amici. Broly però è rimasto legato al ricordo del suo primo amico.

Infine, durante la conclusione del film, quando Goku va a trovarlo, Broly non dimostra nessuna ostilità e anzi sembra provare simpatia per colui contro cui ha combattuto pochi giorni prima.

Dunque il nuovo Broly ha un carattere molto più sfaccettato della sua prima incarnazione, dimostrandosi un personaggio molto più interessante e che ha ancora ampi margini di miglioramento. Ciò ci invoglia a sapere di più del nuovo Leggendario Super Saiyan, sperando di vederlo combattere ancora, magari stavolta al fianco di Goku e Vegeta.

Il potere del Leggendario Super Saiyan

Broly massima potenzaHDToei Animation

Come fa Broly a essere così potente? In entrambe le versioni (Z e Super), Broly è nato con un potenziale altissimo mai visto prima, tanto che già da neonato il suo livello di forza poteva raggiungere i 10mila.

Ciò è dovuto a una probabile anomalia che i Saiyan identificano con il Leggendario Super Saiyan, una mutazione che rende un Saiyan in grado di manifestare una potenza e una trasformazione unica, differente anche dal grado di Super Saiyan ottenuto con gli allenamenti da parte di Goku, Vegeta e degli altri personaggi in grado di trasformarsi.

Broly non ha avuto bisogno di fare grandi allenamenti per assumere questa forma, dato che è portato naturalmente a diventare Super Saiyan. Questa condizione è rarissima e si manifesta così di rado da generare una leggenda, visto che l’ultimo caso che si ricordi è avvenuto mille anni prima.

Da notare che Broly, in tutte e due le sue versioni, può diventare un Super Saiyan normale, come la forma assunta da Goku con semplicemente i capelli biondi e l’aura dorata. L'unica differenza è un colorito più tendente al verde tipico dei Leggendari Super Saiyan.

Broly vs Goku ZHDToei Animation

La forma a piena potenza non può essere raggiunta con l’allenamento, ma è un ramo del Super Saiyan unico, che nella versione Z era molto superiore ai normali Super Saiyan. Infatti Broly ha avuto la meglio facilmente contro quattro guerrieri dorati e Piccolo in versione Super Namecciano. Probabilmente la sua potenza eguaglia quella del Super Saiyan 2 e anzi gli è superiore, dato che nel decimo film Broly è riuscito ad avere la meglio contro Gohan Super Saiyan 2, (anche se questi aveva perso un po’ della potenza che aveva mostrato contro Cell).

Caratteristica principale di questa particolare trasformazione di Broly sono:

  • capelli e aura tendente più al verde che al dorato
  • aumento a dismisura della massa muscolare
  • difficoltà nel mantenere la lucidità durante il combattimento
  • stamina pressoché illimitata, dato che il guerriero in tutte le sue versioni combatte per ore a piena potenza senza stancarsi

Attenzione! Possibili spoiler!

La versione vista nel nuovo film si può considerare anche più potente di quella della prima incarnazione, dato che riesce a superare persino le forme divine del Super Saiyan di Goku e Vegeta.

Nella nuova versione Paragas spiega che Broly è in grado di incanalare la forza della trasformazione in Grande Scimmia rimanendo in forma umana, cosa che lo rende potentissimo già senza trasformazione. La cosa più incredibile del nuovo Broly è la sua capacità di adattarsi, così da diventare più potente man mano che combatte: quindi una qualità portata all’estremo dei Saiyan, che in condizioni normali si potenziavano solo dopo essersi ripresi da delle grosse ferite.

Kale Dragon Ball SuperHDToei Animation
Kale la Leggendaria Super Saiyan del Sesto Universo

Anche l’Universo 6 ha dimostrato di avere una sua versione del Leggendario Super Saiyan con Kale, la timida ragazza che ha sfruttato la potenza di questa forma nel Torneo del Potere, mettendo in difficoltà persino Goku. Anche i Saiyan di questo universo hanno una leggenda simile al Super Saiyan, dove l’essere del mito viene definito come demoniaco per la sua sete di violenza e battaglie.

Le tecniche più famose di Broly

Gli attacchi del Leggendario Super Saiyan sono piuttosto semplici ma efficaci, di solito sfere d’energia dal colore verde come l’aura che lo circonda. Tra le tecniche più famose di Broly ricordiamo:

  • Eraser Cannon: Attacco usato da entrambe le versioni di Broly (Z e Super). Broly carica intorno al corpo un’aura di luce verde che pian piano si rimpicciolisce e diventa una sfera d’energia sempre verde dalla potenza distruttiva enorme.
  • Lariat: Broly (Z) carica l’avversario e lo colpisce con il suo braccio continuando a trascinarlo contro il terreno fino a creare un grosso cratere durante l’impatto finale.
  • Omega Blaster: Una versione potenziata dell’Eraser Cannon che si trasforma in una sfera gigantesca che il Leggendario Super Saiyan (solo la versione in DBZ) può controllare a distanza, potenziando con ulteriori sfere di energia lanciate al suo interno.
Broly attacco sfera energiaHDToei Animation
  • Gigantic Breath: Broly di Super carica un fascio d’energia che spara dalla bocca generando un raggio potentissimo. Questo attacco sottolinea la natura ferina del Saiyan cresciuto in un pianeta selvaggio.
  • Planet Crusher: Il Leggendario Super Saiyan (versione Super) alza le mani al cielo e crea una sfera d’energia verde enorme, che si abbatte sul nemico generando una sorta di potentissima cupola energetica in grado di annientare tutto ciò che si trova nei dintorni.
Broly Super attacco più potenteHDToei Animation

Da notare che le tecniche di Broly non hanno un vero nome quando le usa, data la sua natura istintiva e selvaggia.

I nomi utilizzati per le mosse speciali vengono poi dati di solito nei videogiochi e in alcune guide che raccolgono informazioni sui personaggi.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.