FOX

Game of Thrones: le rivelazioni del copione del pilot mai andato in onda

di - | aggiornato

E se Game of Thrones fosse stato diverso? La scoperta di quello che parrebbe l'autentico copione del pilot mai andato in onda presenta diverse differenze (alcune sostanziali) con la storia raccontata dalla serie HBO.

Ned Stark in Game of Thrones 1 HBO

228 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non è la prima volta che il (presunto) copione del pilot mai andato in onda di Game of Thrones affiora online. L'episodio zero della serie HBO è quasi una leggenda, non solo perché ha sancito la nascita di un fenomeno televisivo senza precedenti, ma soprattutto perché... era "una m****" (come lo ha definito Craig Mazin, regista e sceneggiatore amico di David Benioff, in una intervista rilasciata al collega e blogger, John August).

Una sceneggiatura (la cui autenticità è sempre stata in discussione) è apparsa nel 2013 ed è stata condivisa e ampiamente commentata da diversi siti. Ma adesso, un autore di The Huffington Post, Bill Bradley, avrebbe scoperto il vero script originale. O almeno, una versione che sarebbe molto vicina al copione utilizzato per l'episodio pilota mai trasmesso in TV.

Il giornalista ha trovato la preziosa sceneggiatura presso la Texas A&M's Cushing Memorial Library del College Station, scelta da George R. R. Martin in persona come archivio per i suoi innumerevoli manoscritti.

Secondo Bradley, ci sono 3 validi indizi che farebbero pensare che lo script è quello del pilot scartato (oppure una versione molto simile). Il primo è la data apposta sul copione, il 22 ottobre 2009, che corrisponde al periodo in cui è stato girato l'episodio zero. Il secondo è il nome del regista presente nei crediti, Tom McCarthy. Il filmmaker ha diretto il pilot mai andato in onda, mentre i reshoot sono stati realizzati da Tim Van Patten. Il terzo è la presenza di scene che - secondo un numero così consistente di rumors da sembrare fondati - sarebbero state incluse nell'episodio zero e poi eliminate o drasticamente modificate 

E per i fan (e non solo per loro), l'aspetto più interessante di tutta la questione sono proprio queste sequenze tagliate e cambiate. Perché non solo raccontano una storia diversa da quella che è arrivata in TV, ma avrebbero dato agli eventi un corso completamente differente.

Qui di seguito trovate una selezione delle discrepanze più significative.

Cersei e la piuma per Lyanna

Nella sceneggiatura trovata da Bill Bradley alla Texas A&M's Cushing Memorial Library, la scena di Robert e Ned nella Cripta di Grande Inverno è praticamente uguale a quella del pilot di Game of Thrones trasmesso in TV. Ma il comportamento di Cersei è diverso.

La regina visita la tomba degli Stark e si sofferma a guardare una sepoltura:

Lo script della Cushing Memorial Library: Cersei HDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Lo script della Cushing Memorial Library: Cersei nella Cripta di Grande Inverno

Poi Cersei esce, attraversa il cortile ed entra nell'anticamera tra la cucina e il salone delle feste di Grande Inverno. Le cameriere l'aiutano a svestirsi e la regina tira fuori da una manica la piuma appoggiata da Robert sulla mano della statua di Lyanna.

Cersei la consegna a una delle ancelle e non ha esitazioni:

Bruciala.

Lo script della Cushing Memorial Library: Cersei e la piuma di LyannaHDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Lo script della Cushing Memorial Library: Cersei ordina di bruciare la piuma di Lyanna

Nell'episodio pilota andato in onda, la regina non sa che Robert ha lasciato un pegno d'amore alla mai dimenticata promessa sposa e (soprattutto) non la brucia. Una scelta narrativa che, secondo il giornalista di The Huffington Post, ha un peso importantissimo per la storia.

La piuma viene ritrovata da Sansa nell'episodio 5x04, I figli dell'Arpia, e Bradley osserva che la scena ha un forte valore simbolico. In Game of Thrones, gli "uccellini" sono un tema ricorrente. Ci sono quelli di Varys, c'è l'Alto Passero e c'è il Corvo con Tre Occhi. Secondo il giornalista, si tratta di personaggi sottovalutati e incompresi, che invece nascondono un grande potere.

Il fatto che Sansa venga chiamata a più riprese "uccellino" e "piccola colomba" ha delle notevoli implicazioni. La Lady di Grande Inverno potrebbe rivelare tutta la sua forza nel finale di GoT (del resto, la crescita e il cambiamento della giovane Stark sono stati continui nell'arco delle stagioni). 

Allo stesso modo, Lyanna potrebbe essere stata sottovaluta e incompresa. Ma in che modo?

Intanto, la convinzione che fosse stata rapita e violentata dal principe Rhaegar ha scatenato la "ribellione di Robert" e tutto quello che è seguito. Ma è soprattutto il fatto che Lyanna fosse innamorata del giovane Targaryen, lo abbia sposato e abbia avuto un figlio da lui ad avere un'importanza fondamentale.

Quel bambino non solo è l'erede legittimo del Trono di Spade, ma è anche fortemente indiziato di essere l'Azor Ahai. Ovvero colui che salverà gli uomini e porterà la pace nei Sette Regni. Ovvero Jon Snow.

Se nel pilot arrivato in TV Cersei avesse bruciato la piuma, questa ragnatela di implicazioni non sarebbe mai esistita.

E neppure il teaser di Game of Thrones 8

Nell'emozionante anteprima condivisa da HBO, la piuma cade dalla mano della statua di Lyanna quando Jon le passa davanti e diventa di ghiaccio quando il Re della Notte la tocca con la sua ombra gelata. Due momenti che i fan hanno interpretato come un'allusione a legami familiari e che sono sembrati rafforzare la teoria secondo la quale Bran sarebbe il Night King.

D'altra parte, il giornalista di The Huffington Post osserva che, se Cersei avesse bruciato la piuma, sarebbe stata un'affascinante prefigurazione della indiscussa passione della regina per "bruciare dalle fondamenta" le città e le roccaforti dei suoi nemici. Ovviamente, con i nemici dentro (tipo l'esplosione del Tempio di Baelor nell'episodio 6x10, I venti dell'inverno, giusto per ricordare).

La prima notte di nozze di Daenerys e Khal Drogo

Nel pilot di Game of Thrones trasmesso da HBO, la prima notte di nozze tra Daenerys e Khal Drogo ha una connotazione fortemente drammatica. Di fatto, la giovane Targaryen viene stuprata dal marito.

Invece, la sceneggiatura del pilot conservata alla Texas A&M's Cushing Memorial Library è più vicina ai libri di George R. R. Martin e il rapporto tra Dany e il Dothraki è consenziente

Lo script del pilot di GoT mai andato in onda: la prima notte di nozze tra Daenerys e Khal DrogoHDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Nello script del pilot di GoT mai andato in onda, il sesso tra Daenerys e Khal Drogo è consenziente

Come osserva Bill Bradley, lo script di David Benioff e D. B. Weiss pone basi fondamentali per la crescita e lo sviluppo del personaggio di Daenerys.

In uno dei loro primi incontri, la Khaleesi dice a Jon Snow:

Sono stata umiliata e tradita, stuprata e lordata. Sai cosa mi ha permesso di sopravvivere, in tutti questi anni vissuti in esilio? La fede. Ma non in qualche dio, mito o leggenda. La fede in me stessa, in Daenerys Targaryen.

In definitiva, quello cui è sopravvissuta ha reso Dany quella che è. Con tutto ciò che può significare. Anche nel rapporto con il Re del Nord.

Cersei e Jaime nella Torre di Grande Inverno

Nel pilot di Game of Thrones andato in onda su HBO, Cersei e Jaime sono sorpresi da Bran mentre hanno un rapporto nella Torre di Grande Inverno. Ad accorgersi del piccolo Stark è la regina, che reagisce dicendo al fratello di fermarsi.

La scena è descritta pressoché uguale nel copione trovato da Bill Bradley alla Texas A&M's Cushing Memorial Library, ma con una fondamentale differenza. Cersei dice a Jaime di smettere prima di vedere Bran.

Anche nell'episodio trasmesso in TV c'è una forte ambiguità nel rapporto consumato dai gemelli Lannister. Ma come osserva il giornalista, il fatto che, nella sceneggiatura scartata, Cersei sembri completamente in balia del fratello cambia il rapporto di forza tra i due.

Lo script della Cushing Memorial Library: Cersei e Jaime nella Torre di WinterfellHDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Il rapporto consumato da Cersei e Jaime nella Torre di Winterfell è più ambiguo nello script della Cushing Memorial Library

Per tutte le 7 stagioni di GoT, Jaime è sempre apparso succube della sorella e riesce finalmente a liberarsi dalla sua influenza malsana nell'episodio 7x07, Il drago e il lupo, quando le volta le spalle e se ne va da Approdo del Re.

Secondo Bradley, se nella Torre il Kingslayer avesse avuto il pieno controllo, la scena dell'addio sarebbe stata molto meno importante e significativa.

Il linguaggio degli Estranei

La scena con cui si apre Game of Thrones è molto simile sia nel pilot andato in onda che in quello mai visto in TV. 

In entrambi i casi, tre Guardiani della Notte sono di pattuglia oltre la Barriera, quando si imbattono in numerosi cadaveri. In realtà, a vederli è uno solo di loro (che nella sceneggiatura scartata si chiama Will) e, quando chiama i compagni per condividere la sua agghiacciante scoperta, i corpi sono spariti.

Nell'episodio trasmesso da HBO, uno dei ranger viene "graziato" dagli Estranei che hanno compiuto il massacro. Invece, nel pilot mai trasmesso, Will si salva perché si arrampica su un albero per cercare di capire dove sono finiti i cadaveri.

Mentre è nascosto tra i rami, sente qualcosa che "non sono i versi di predatori privi di ragione", ma una sorta di "lingua di ghiaccio".

Lo script di GoT della Cushing Memorial Library: il linguaggio degli EstraneiHDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Nello script di GoT della Cushing Memorial Library, gli Estranei parlano un linguaggio da essere senzienti
Lo script di GoT della Cushing Memorial Library: il linguaggio degli Estranei 2HDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Nello script di GoT della Cushing Memorial Library gli Estranei parlano una lingua di ghiaccio

Come scrive Bill Bradley, nei libri e in tutti i pilot scartati (autentici e presunti tali), gli Estranei parlano. Invece, nella serie TV no.

La decisione di lasciare senza parola il Re della Notte e i suoi guerrieri è dipesa dalla difficoltà di rendere a livello sonoro la lingua del misterioso popolo del profondo Nord.

A quanto pare, il creatore degli idiomi di GoT, David J. Peterson, ha provato a realizzare un linguaggio che assomigliasse allo "schianto del ghiaccio di un lago d'inverno", ma l'esperimento è stato fallimentare e l'idea di fare parlare gli Estranei è stata abbandonata.

La mancanza di una lingua ha accresciuto il mistero dei White Wallker per il pubblico della serie TV, tuttavia non ha impedito agli spettatori di rendersi conto che il Re della Notte e i suoi guerrieri sono esseri senzienti. E dunque hanno delle ragioni ben precise per muovere guerra agli uomini.

Catelyn, Ned e Sansa regina

Tra le diversità esistenti tra il copione del pilot di Game of Thrones andato in onda e quello scartato, una interessante riguarda Catelyn Stark.

La Lady di Grande Inverno è un personaggio dalle tante sfaccettature, che non si esaurisce nel suo essere madre e moglie. Intelligente, determinata, affettuosa, ma anche inflessibile e spietata, nella serie TV, Catelyn è profondamente contraria al fatto che Ned diventi Primo Cavaliere e che Sansa si fidanzi con Joffrey.

Invece, nello script dell'episodio mai trasmesso, Lady Stark esorta il marito ad accettare la proposta (l'ordine) di Re Robert, perché per la figlia significherebbe un futuro da regina.

Lo script di GoT della Cushing Memorial Library: Ned, Catelyn e Sansa reginaHDCushing Memorial Library & Archives, Texas A&M University
Nello script di GoT della Cushing Memorial Library, Catelyn esorta Ned ad accettare il ruolo di Primo Cavaliere, perché garantirebbe a Sansa un futuro da regina

Secondo Bill Bradley, la decisione di David Benioff e D. B. Weiss è stata molto saggia.

Il giornalista osserva che, nei libri, i lettori hanno pagine e pagine per conoscere, capire e apprezzare Catelyn Stark. In TV, la complessità del personaggio avrebbe fatto fatica a emergere e la Lady di Grande Inverno si sarebbe attirata più antipatie che altro. Un po' come Sansa, che esce davvero male dalla prima stagione.

Invece, la riscrittura della parte le ha consegnato una grandezza tragica che ancora fa rimpiangere ai fan la scelta degli sceneggiatori di non farla tornare come Lady Stoneheart...

E voi, cosa pensate delle differenze tra il copione del pilot scartato da HBO e quello che ha dato il via a Game of Thrones?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.