FOX

Game of Thrones non lascia scampo: confermata la morte di Ser Pounce, il gatto di Tommen

di -

Quantomeno il micio ha avuto la fortuna di essere coccolato da Margaery durante la sua breve vita.

287 condivisioni 0 commenti

Condividi

Game of Thrones non lascia scampo a nessuno dei suoi personaggi, o quasi. Nel corso delle sue sette stagioni all'attivo, la serie HBO ha mietuto una lunga sfilza di vittime, e gli spettatori si sono trovati talvolta con un vuoto interiore incolmabile. Oltre a Ned, Oberyn e decine di altri personaggi, veniamo adesso a sapere della morte di Ser Pounce, il gattino di Tommen.

A dare la crudele notizia è stato il co-creatore della serie David Benioff, il quale ha rivelato a Entertainment Weekly che l'animale domestico è stato ucciso per mano di Cersei.

Immaginiamo che il micio, che Joffrey ha minacciato di uccidere e di dare in pasto a Tommen stesso, ricordasse alla regina il suo defunto figlio, e che quindi anche il solo vederlo fosse per lei doloroso. Oppure, com'è più probabile conoscendola, è possibile che Cersei odiasse così tanto il nome Ser Pounce da volerlo morto.

Intristisce il fatto che al gatto sia toccata una fine tremenda. Benioff ha infatti dichiarato (scherzando) che "la morte di Ser Pounce è stata così orribile da non riuscire a mandarla in onda".

Se comprerete la versione super-estesa, super-nutrita del box-set di Game of Thrones, vedrete anche la morte di Ser Pounce. Ci sarà un intero episodio dedicato alla morte di Ser Pounce.

Almeno adesso sappiamo per quale motivo l'animale sia apparso soltanto nella quarta stagione, in quattro scene.

Consapevoli del fatto che la formula "Valar morghulis", cioè "Tutti gli uomini devono morire", non perdoni, ci auguravamo quantomeno che i gatti facessero eccezione…

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.