FOX

Intervista al cast: 'Alita è il trampolino di lancio per Avatar 2'

di - | aggiornato

Durante il junket del film, che visivamente segna il trampolino di lancio per i sequel di Avatar, abbiamo incontrato il cast del film e abbiamo chiesto loro consiglio su come affrontare gli ostacoli nello stesso modo della protagonista, Alita.

35 condivisioni 0 commenti

Condividi

Adattamento cinematografico dell’omonimo manga scritto e illustrato da Yukito Kishiro nel 1991 Alita - L’angelo della battaglia è stato diretto da Robert Rodriguez e prodotto da James Cameron, insieme al produttore Jon Landau, al lavoro con il regista già nei fortunati Avatar e Titanic.

Ambientato in un futuro distopico, nel ventiseiesimo secolo, la protagonista del film è una ragazza con l’animo (e il cervello) umano, trapiantato in un corpo da cyborg: Alita. Interpretata da Rosa Salazar in motion capture Alita nel film è un personaggio realizzato totalmente in CGI, grazie all’evoluzione dei visual effects ad opera anche di Weta Digital, la compagnia di effetti speciali digitali fondata nel 1993 da Peter Jackson (insieme a Richard Taylor e Jamie Selkirk). 

Abituati alle prodezze compiute con film come la Trilogia del Signore degli anelli, il team responsabile dei visual effects ci ha stupiti ancora una volta.

Nei primi minuti vediamo Alita e percepiamo una sorta di distacco, lo spettatore comprende infatti subito che non è un’attrice quella che vede sul grande schermo, ma un personaggio realizzato a partire dal motion capture di un’attrice, ma dopo pochi minuti la “magia” si compie, e ci si dimentica totalmente che Alita non è umana, un po’ come accade nella narrazione del film.

La ragazza infatti non ricorda nulla di sé, e cerca ricordi in frammenti di memoria, che affiorano quando combatte per salvare la vita del suo salvatore, il dottor Daisuke Ido (Christoph Waltz). Ad esclusione dell’incredibile addestramento nelle arti marziali memorizzato dal suo corpo,  Alita non ricorda altro e quella ricerca della verità e dell’affermazione di sé coinvolgerà lo spettatore tenendolo incollato sulla poltrona del cinema.

Per questi motivi abbiamo chiesto da un lato al produttore Jon Landau cosa dobbiamo aspettarci da Avatar 2 dopo un’evoluzione così sorprendente dei visual effects nell’ambito della realizzazione di Alita. La sua risposta ci fa ben sperare:

Abbiamo costruito tutto dalle nostre precedenti esperienze e con tutto il team Weta Digital, che ha lavorato ad Alita e i sequel di Avatar adesso stanno cercando di arrivare a un livello ancora più alto. Alita è il trampolino di lancio per quello che vogliamo visivamente realizzare con i sequel di Avatar.

Mentre al resto del cast abbiamo chiesto un consiglio su come affrontare le sfide che si frappongono tra noi e la ricerca del nostro posto nel mondo. Una battaglia continua che ricorda molto quella vissuta da Alita nel film. La più interessante, ed onesta, è stata quella del doppio premio Oscars Christoph Waltz:

Credo che consigliare qualcuno sia una grande responsabilità da assumere molto spesso, se non sempre, senza essere realmente preparati al peso delle conseguenze. Ad esempio, se ti suggerissi come condurre le interviste in bla bla bla... se tu seguissi quel consiglio sarebbe completamente sbagliato. Perché la qualità unica con cui poni le tue domande sparirebbe perchè hai cercato di seguire il mio consiglio, che magari ti ho dato solo perché  soddisfava i miei bisogni di essere un sapientone. Per questo motivo ci vado piano con i consigli.

Alita - L’angelo della battaglia arriverà in sala dal 14 febbraio distribuito da 20th Century Fox Italia

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.