FOX

Facebook integrerà le chat di WhatsApp, Instagram e Messenger

di - | aggiornato

Facebook è proprietaria dei tre servizi per la messaggistica più utilizzati al mondo, ovvero WhatsApp, Instagram Direct e Messenger. L'intenzione è quella di unificare le chat, che continueranno però a esistere come app autonome.

201 condivisioni 0 commenti

Condividi

Facebook è il leader indiscusso dei social network, e non solo per la piattaforma madre lanciata nel 2004 da Mark Zuckerberg. Dopo una crescita sorprendentemente rapida e costante, sono stati infatti acquisiti servizi che oggi connettono miliardi di persone, ovvero Instagram e WhatsApp.

Stando a quanto riportato dal The New York Times, Facebook sta lavorando per consentire agli utenti che utilizzano Messenger, Instagram e WhatsApp di comunicare tra loro, anche utilizzando servizi diversi. Questi continueranno ad esistere sotto forma di applicazioni a sé stanti, l'aggiornamento riguarderà infatti "solo" le infrastrutture di base. Le conversazioni saranno ovviamente protette dalla crittografia end-to-end.

Di seguito il commento di un portavoce di Facebook:

Vogliamo realizzare la migliore esperienza di messaggistica possibile. Gli utenti vogliono che questa sia veloce, semplice, affidabile e privata. Stiamo lavorando affinché i nostri prodotti per la messaggistica siano ancora più protetti, e stiamo prendendo in considerazione vie per rendere ancora più semplice raggiungere amici e parenti sui network. Stiamo discutendo molto sui dettagli e su come questa soluzione funzionerà.

L'idea di Facebook di unire i servizi per la messaggistica di cui è proprietaria è sicuramente a favore degli utenti, che potranno comunicare nonostante l'utilizzo di piattaforme differenti. Oggi WhatsApp è un must-have su smartphone, ma lo stesso non si può dire di Facebook e Instagram, due social da cui molti hanno deciso di prendere le distanze.

Dai più diffidenti questa è invece vista come l'ennesima mossa di Facebook, non proprio un grande difensore della privacy, per cercare di raccogliere dati sugli iscritti da rivendere poi agli inserzionisti. Sarà davvero così?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.