FOX

Samuel L. Jackson per MondoFox: “Il vero supereroe sono io”

di - | aggiornato

Da Star Wars agli Avengers, passando per Jurassic Park fino a Glass. Samuel L. Jackson è il vero supereroe di Hollywood, come ha raccontato ai nostri microfoni.

45 condivisioni 0 commenti

Condividi

Quando diciannove anni fa in Unbreakable - Il Predestinato interpretò per la prima volta il ruolo di Elijah/Mr. Glass Samuel L. Jackson non aveva idea che quasi due decadi dopo sarebbe tornato a vestirne i panni in Glass, il film in arrivo nelle sale italiane dal 17 gennaio distribuito da Walt Disney Pictures.

A quei tempi infatti M. Night Shyamalan, il regista de Il Sesto Senso, aveva già in mente di realizzare una trilogia dedicata a un mondo di supereroi iperrealistici, i cui poteri derivano dalle loro fragilità e malattie. David, interpretato da Bruce Willis, scopre infatti di essere indistruttibile a seguito di un incidente ferroviario in cui tutti perdono la vita tranne lui. In Split, il primo sequel di Unbreakable - Il Predestinato, James McAvoy raggiunge uno stato sovrumano con la ventiquattresima personalità di Kevin, un ragazzo affetto da un disturbo mentale che lo porta a dividere il suo corpo con più di venti personalità, totalmente diverse tra loro. Glass è dunque il punto d’unione tra questi tre uomini straordinari che si ritroveranno tutti nella rete di Mr. Glass.

Mr. Glass, l’uomo di vetro, sin dalla nascita soffre di un disturbo congenito. Le sue ossa sono talmente fragili che al minimo movimento errato rischia di fratturarsi un braccio, una gamba, o peggio. Questa sua debolezza lo costringe alla sedia a rotelle, ma non frena la sua mente, avida e abile, in grado di plasmare le vite dei suoi uomini straordinari, David e Kevin. Samuel L. Jackson si è divertito a tornare nel ruolo, fidandosi ciecamente del regista M. Night Shyamalan. Quando lo incontriamo a Londra ci accoglie sorridente, giocando con gli occhiali da vista e aggiustandosi il cappello che porta rigorosamente in ogni occasione. Settant’anni portati benissimo e un curriculum impressionante, che lo rende a tutti gli effetti il vero supereroe hollywoodiano:

Sono stato fortunato nel trovarmi a recitare in film dagli universi straordinari e sovrumani. Da Star Wars agli Avengers, passando per Jurassic Park fino a Glass, ho sempre interpretato ruoli interessanti, sono stato fortunato nel poter viaggiare attraverso questi mondi così differenti.

La domanda nasceva infatti spontanea, essendo la mente dietro gli antieroi di Glass, e la mente dietro gli Avengers, Nick Fury, eravamo curiosi di conoscere le differenze e le difficoltà che ha dovuto affrontare come attore, nel ricoprire il ruolo delle mastermind dietro a un gruppo di supereroi. A riguardo Samuel L. Jackson non ha avuto dubbi:

Sicuramente Elijah, perché non è un tipo che puoi incontrare spesso nella vita di tutti i giorni anche se la malattia che ha è molto reale, con cui provi a relazionarti, anche se non puoi capirla fino in fondo.

Durante il junket abbiamo intervistato anche James McAvoy, non nuovo al mondo dei supereroi dato che per anni ha interpretato Charles Xavier, il professor X degli X-Men, un ruolo con cui ha convissuto per oltre dieci anni, e che gli ha sicuramente prospettato sfide diverse da quelle riservategli da Kevin. In attesa di vedere Glass in sala vi consigliamo di continuare a seguirci e di scoprire tutte le interviste realizzate al cast durante il junket di Londra. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.