FOX

Cyberpunk 2077, Blade Runner e Ghost in the Shell tra le ispirazioni di CD Projekt

di -

Tra i videogiochi più attesi su PC, PS4 e Xbox One, Cyberpunk 2077 torna a stuzzicare le fantasie dei fan. E lo fa citando alcune delle sue - più celebri - fonti di ispirazione.

Un androide nel mondo di Cyberpunk 2077 CD Projekt RED

37 condivisioni 0 commenti

Condividi

Gli amanti dei giochi di ruolo e delle ambientazioni sci-fi guardano a Cyberpunk 2077 con giustificato entusiasmo.

Il prossimo videogioco targato CD Projekt RED - la stessa casa di sviluppo autrice della trilogia di The Witcher - promette infatti di trasportarci in un mondo tanto futuristico quanto affascinate, che molto si distanzia dalle ambientazioni della saga di Geralt Di Rivia - ora attesa sul piccolo schermo

Come il primo video di gameplay ha messo in luce, l'ultimo preannunciato capolavoro della compagnia polacca mixa colori al neon e azione frenetica, così come una narrazione che si dipanerà con fare pomposo tra le strade corrotte di Night City. Ispirata principalmente al gioco da tavolo degli anni '80 Cyberpunk 2020, l'incarnazione poligonale di questo prezioso franchise si fa più golosa anche per il certosino lavoro di approfondimento transmediale degli stessi sviluppatori.

A confermarlo è Philipp Weber, Senior Quest Designer tra le fila di CD Projekt RED. Nel corso di un'intervista con COG Connected, è andato allora a citare diverse pietre miliari del genere di appartenenza, menzionando nello specifico Blade Runner, film del 1982 diretto da Ridley Scott, il franchise multimediale Ghost in the Shell avviato con il manga di Masamune Shirow, e il romanzo Neuromante di William Gibson.

All'intero studio piace Cyberpunk 2020, il gioco carta e penna, e semplicemente il cyberpunk come genere, film come Blade Runner, Ghost in the Shell, libri come Neuromante. Questa è anche la ragione per cui abbiamo realizzato The Witcher, perché amiamo molto la serie e volevamo creare un ottimo videogioco, uno di quelli che avremmo voluto giocare noi stessi. 

Per spostarsi da un contesto fantasy medievale ad uno squisitamente cyberpunk, Weber sottolinea come certi film e libri siano diventati un requisito imprescindibile per lo sviluppo di Cyberpunk 2077:

Se vuoi raccontare delle storie davvero belle, allora devi conoscere l'intero genere. Pertanto, i team al lavoro sulla storia - scrittori, quest designer, cinematic designer - hanno ricevuto delle liste ben specifiche: 'Questi sono libri che dovete leggere, queste sono le regole di Cyberpunk 2020 da approfondire, questi sono i film da vedere'. Chiaramente, molti di noi già conoscevamo molte di quelle cose, perché siamo fan del cyberpunk. L'obiettivo era quello di imparare ogni cosa di questo mondo, esattamente come abbiamo fatto con tutto ciò che era legato a The Witcher. D'altro canto, realizziamo dei giochi maturi. Vogliamo raccontare delle storie interessanti con temi interessanti. Questo non è cambiato.

Cosa ne pensate delle fonti d'ispirazione scelte dal team? Vi ricordiamo che Cyberpunk 2077 sarà disponibile nei negozi per PC, PS4 e Xbox One. Il gioco attualmente non ha ancora una data di uscita ufficiale.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.