FOX

Al creatore di The Punisher non piace vedere polizia ed esercito usare il logo di Frank Castle

di -

Il creatore di Frank Castle attacca l'uso che le forze dell'ordine fanno del teschio simbolo del Punisher.

The Punisher, il logo usato dalle forze dell'ordine non piace al creatore Netflix

192 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il personaggio di Frank Castle, conosciuto da tutti come The Punisher, non è amato soltanto dagli appassionati di fumetti e delle serie TV, ma anche dalle forze dell'ordine. Infatti, militari e poliziotti americani usano il famoso logo del personaggio, il teschio spesso disegnato su uno sfondo nero, come ornamento per i loro veicoli, armature o semplicemente per oggetti di arredamento delle loro case e dei loro uffici.

Il logo del Punisher, la cui seconda stagione della serie TV è in arrivo il 18 gennaio, è quindi diventato un simbolo di forza, di sicurezza. Ma questo uso non piace al creatore del personaggio Gerry Conway, che lo trova addirittura offensivo. 

Mi disturba quando vedo che le autorità usano il simbolo di Punisher, perché il Punisher rappresenta un fallimento del sistema giudiziario. Il personaggio rappresenta il collasso di una certa forma di armonia sociale.

Conway argomenta questa sua tesi, in un'intervista con SYFY Wire, ripresa da comicbook, sostenendo che le forze dell'ordine non hanno compreso a pieno il personaggio e che si stanno di fatto schierando dalla parte di un criminale usando quel simbolo.

Vota anche tu!

Le forze dell'ordine dovrebbero smettere di usare il logo del Punisher?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

"Un vigilante anti-eroe", secondo Conway, "è fondamentalmente una critica al sistema giudiziario, l'esempio del fallimento della società, quindi quando i poliziotti mettono il teschio di Punisher sulle loro macchine o i militari usano delle toppe con il simbolo del teschio, di fatto si stanno schierando con un nemico del sistema in cui operano".

Secondo Conway non è importante se si ammira l'etica o la morale che segue il Punisher, se si pensa che le sue azioni potrebbero essere giustificate, perché il personaggio è un fuorilegge e "la polizia non dovrebbe usare un fuorilegge come un simbolo". 

Frank Castle per raggiungere il proprio obiettivo è disposto a torturare e uccidere - e questo, ovviamente, non può essere appoggiato dalle forze della polizia che, al contrario, dovrebbero fermare persone come Frank Castle. Secondo Conway, dunque, chi si occupa di proteggere e difendere i cittadini non può schierarsi dalla parte di un vigilante solitario e violento. Anche se è solo un personaggio di un fumetto o di una serie TV.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.