FOX

Nintendo potrebbe non produrre più console domestiche in futuro

di - | aggiornato

Il neo-presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa, delinea la visione a medio-lungo termine della compagnia. Che il colosso di Kyoto sia pronto a dire addio al mercato delle console casalinghe?

Alcune delle console più amate a marchio Nintendo Nintendo

168 condivisioni 0 commenti

Condividi

La vita di un videogiocatore è fatta di poche ma cristalline certezze. Super Mario e il suo faccione baffuto, gli orrori di Resident Evil, la sfida su campo di FIFA e PES o ancora quella, possibilmente più agguerrita, tra i tre grandi attori dell'industria - Sony, Microsoft e Nintendo.

Certezze che potrebbero però vacillare a fronte delle ultime dichiarazioni di Shuntaro Furukawa, il nuovo presidente del colosso di Kyoto. Certezze che delineano un futuro della compagnia giapponese anche lontano dalla produzione di macchine da gioco casalinghe

Shuntaro Furukawa sulla visione economica di NintendoHDNintendo
Shuntaro Furukawa è il nuovo presidente di Nintendo

Con la scommessa Switch ancora sulla cresta dell'onda e indiscutibile successo commerciale, Furukawa ha infatti consegnato ai microfoni del magazine economico Nikkei la visione a medio-lungo termine di Nintendo, in linea con lo sviluppo stesso del mercato - e riportata su segnalazione di Nintendo Everything. Interrogato sui fattori di rischio associati allo sviluppo di software per una sola piattaforma, il presidentissimo della casa di Zelda e Mario ha quindi sottolineato come sia intrinseco negli equilibri dell'industria:

Non c'è molto che possiamo fare in tal senso per ridurre i rischi, il nostro principio guida è quello di offrire ai nostri clienti dei metodi innovativi e unici per divertirsi coi nostri giochi.

Passando all'impegno della ''grande N'' nella duplice veste di produttrice di console e sviluppatrice di videogiochi, il buon - e visionario! - Shuntaro ha poi aggiunto: 

Non siamo 'fissati' sulle nostre console. Al momento offriamo la nostra 'Esperienza Nintendo' con Switch e il relativo software ma le tecnologie cambiano. Continueremo a pensare in maniera flessibile su come fornire questa esperienza nel corso del tempo.

Queste parole si sposano con un approccio estremamente flessibile, che potrebbe ulteriormente affacciarsi al settore dei device mobile, già approcciato con discreto successo dalla compagnia con il lancio di Super Mario Run e del più recente Animal Crossing: Pocket Camp:

Nel lungo termine, forse la nostra attenzione come azienda potrebbe spostarsi dalle console domestiche ad altri settori, per noi la flessibilità è importante quanto l'ingegno. Mi piacerebbe aumentare la quantità di giochi su smartphone che hanno un flusso costante di entrate.

Nintendo Switch in offerta su AmazonNintendo

Per il momento, non c'è comunque motivo di allarmarsi per tutti i ''nintendari'' là fuori. Appare improbabile che Nintendo abbandoni la produzione di console domestiche nell'immediato - addirittura si parla di due riedizioni dell'ibrida Switch, la Lite e la Pro -, ma è altrettanto innegabile che la società nipponica non sia spaventata dal cambiamento e dalla diversificazione del business - pensiamo all'evidente spinta verso il merchandising più disparato, ai parchi a tema o ancora alla produzione di film.

Voi cosa ne pensate, credete che Nintendo dovrebbe concentrarsi solo sulla produzione di software? Oppure non riuscite ad immaginare l'universo videoludico senza una sua nuova console?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.