FOX

Quale sarà il futuro di Capitan America nel Marvel Cinematic Universe?

di - | aggiornato

Cerchiamo di scoprire quale potrebbe essere il futuro di Capitan America nel Marvel Cinematic Universe con la conclusione del contratto di Chris Evans.

356 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il percorso di Capitan America, o almeno di questa prima incarnazione dell'eroe, nel Marvel Cinematic Universe sta giungendo a conclusione. Non è ancora arrivata una conferma definitiva in merito (e probabilmente non ci sarà prima dell'uscita di Avengers: Endgame) ma alcuni indizi sparsi qua e là nelle pellicole e soprattutto le dichiarazioni del suo interprete Chris Evans lasciano davvero poco spazio al dubbio. Con il ritorno del team per il secondo scontro con Thanos, Capitan America chiuderà quindi la prima parte delle sue avventure nel Marvel Cinematic Universe.

Una parentesi decisamente lunga, iniziata nel 2011 con il suo film di debutto, che ha mostrato l'origine delle sue abilità, la genesi del suo iconico scudo e le sue battaglie durante la Seconda Guerra Mondiale. Arrivato nell'epoca moderna in seguito all'ibernazione nel ghiaccio, l'eroe è stato uno dei leader degli Avengers sin dal loro primo scontro con Loki e continua a ricoprire questo ruolo per una parte di loro, nonostante sia dovuto entrare in clandestinità a causa degli eventi di Captain America: Civil War.

In totale, considerando anche camei e scene dopo i titoli di coda, Chris Evans è comparso nei panni di Steve Rogers in ben dieci film del Marvel Cinematic Universe, più di Robert Downey Jr. e del suo Iron Man (che detiene tuttavia il record di minuti totali sullo schermo). Con il franchise apparentemente pronto ad entrare in un nuovo capitolo con la conclusione dell'arco narrativo legato a Thanos e alle Gemme dell'Infinito, costruito in più di sette anni di film, è logico che alcuni dei suoi volti principali si allontanino per permettere un ricambio del team. 

Chris Evans, interprete di Capitan America nel Marvel Cinematic UniverseHDGetty Images

Cosa potrebbe quindi succedere a Capitan America? Innanzitutto, possiamo facilmente escludere l'ipotesi di un recast diretto, con un nuovo attore chiamato a sostituire Chris Evans senza giustificazioni narrative. È giusto citare questa possibilità perché è già successo in passato nel Marvel Cinematic Universe, con Mark Ruffalo chiamato a sostituire Edward Norton nei panni di Bruce Banner come esempio più famoso. L'interpretazione di Evans è stata però talmente iconica e lunga che difficilmente i fan potrebbero digerire una decisione rischiosa come questa. 

Eliminata questa possibilità, rimangono due principali vie ai Marvel Studios per il futuro dell'eroe. La prima è che l'iconico scudo (e con esso la carica di Capitan America) venga affidato a un altro personaggio dell'universo cinematografico.La seconda è che l'eroe concluda la sua esperienza nel franchise, per scelta personale o più probabilmente come tragica conseguenza dello scontro finale con Thanos, senza che nessuno ne raccolga l'eredità.

Per scoprire cosa aspetta Capitan America nell'universo Marvel dobbiamo inizialmente chiederci come e perché potrebbe concludersi la storia di Steve Rogers e successivamente possiamo individuare chi sarebbe adatto ad assumere questo ruolo. Le varie ipotesi che individueremo (o una combinazione di queste) dovrebbero darci una buona approssimazione di cosa succederà a Capitan America nei prossimi film. Oppure potremmo essere completamente fuori strada. Dopotutto, i Marvel Studios sanno sempre come sorprenderci.

Il congedo del Capitano

Chris Evans nei panni di Steve Rogers in Captain America: The Winter SoldierHDDisney/Marvel Studios

Partiamo dalla possibilità apparentemente più semplice: Steve Rogers sceglie di appendere lo scudo al chiodo. Ci sono diverse ragioni per cui questo personaggio potrebbe decidere di rinunciare al proprio ruolo e ritirarsi a vita privata. È possibile ad esempio che voglia lasciare il campo alla nuova generazione di eroi, incarnata da Spider-Man, Black Panther o la potentissima Capitan Marvel. La decisione potrebbe anche derivare dall'assunzione di una nuova posizione nell'universo Marvel, ad esempio quella di direttore dello S.H.I.E.L.D., ruolo che ha già ricoperto nei fumetti.

Non si può inoltre escludere che questa scelta sia causata dalle conseguenze del temuto secondo scontro con Thanos. Steve potrebbe essere costretto a rinunciare al suo scudo per via di ferite gravi, che gli impediscono di essere attivo sul campo. Potrebbe addirittura trovarsi in una condizione talmente grave da dover essere messo in un sonno criogenico grazie alla tecnologia del Wakanda, che sarebbe un interessante richiamo al suo lungo periodo di congelamento nei ghiacci artici.

Questa ipotesi lascerebbe ai Marvel Studios la possibilità di far tornare a combattere l'eroe in futuro (a patto di convincere Chris Evans a riprendere la parte), senza dover trovare giustificazioni narrative troppo complesse. D'altro canto però l'idea che rinunci semplicemente al suo ruolo non è assolutamente in linea con la sua filosofia di Steve Rogers, disposto a dare sempre tutto per difendere la Terra, compresa la sua stessa vita. Mancherebbe inoltre una conclusione definitiva all'arco narrativo del personaggio, che rimarrebbe "sospeso" fino a un eventuale ritorno e questo sarebbe in contrasto con quello che i fan si aspettano da Avengers: Endgame.

Una morte eroica

Chris Evans in Captain America - Il primo Vendicatore HDParamount Pictures/Marvel Studios

Una possibilità più definitiva sarebbe quella di far morire Capitan America nella battaglia conclusiva con il più temibile avversario finora affrontato dagli Avengers. Il secondo scontro con Thanos assumerà sicuramente proporzioni epocali ed è molto probabile che uno o più eroi cadano sul campo. È assolutamente credibile che Steve si lanci in un ultimo disperato attacco al villain, riuscendo nell'impresa di sconfiggerlo, ma pagando il successo con la sua vita. 

Sarebbe una conclusione vera e propria per la sua storia, che si ricollegherebbe perfettamente al suo sacrificio nel finale di Captain America - Il primo Vendicatore e sarebbe coerente con lo spirito del personaggio. Questa possibilità potrebbe essere anticipata già dal trailer di Avengers: Endgame, con l'eroe che osserva la foto di Peggy Carter esattamente come negli ultimi istanti della sua prima avventura cinematografica. D'altro canto sarebbe un finale decisamente triste per un eroe così amato ed è improbabile (ma non da escludere) che i Marvel Studios optino per questa via.

Un ultimo ballo

Steve Rogers e Peggy Carter in Captain America - Il primo VendicatoreHDParamount Pictures/Marvel Studios

Tra le innumerevoli teorie su cosa succederà in Avengers: Endgame, una delle più quotate riguarda la possibilità che gli eroi viaggino nel tempo per impedire la Decimazione prima che questa accada. Le foto dal set che ritraggono location e costumi della Battaglia di New York sembrano confermare questa idea, sebbene alcuni fan abbiano ipotizzato che si tratti di realtà alternative, più che del passato dell'MCU classico. Se dovessero davvero però esserci viaggi temporali, questo aprirebbe una nuova interessante possibilità per Capitan America, che potrebbe rimanere inesorabilmente bloccato in un'altra epoca.

Ci sono diversi motivi per cui questa ipotesi sarebbe ideale per il franchise. Innanzitutto darebbe una conclusione definitiva alla storia del personaggio, pur lasciando aperta la porta a un ritorno a sorpresa nel futuro (come sembrano aver suggerito i Fratelli Russo) e senza che sia effettivamente tragica come una morte sul campo di battaglia. Se poi l'epoca in cui Cap si ritrovasse fosse quella della Seconda Guerra Mondiale, si chiuderebbe alla perfezione il suo arco narrativo: l'uomo fuori dal tempo tornerebbe finalmente a casa.

Infine, questo lo riunirebbe con l'amore della sua vita Peggy Carter e la coppia potrebbe finalmente avere quell'ultimo ballo che si sono promessi nel finale di Captain America - Il primo Vendicatore. Una scena che concluderebbe perfettamente la storia di uno dei personaggi più amati della storia del Marvel Cinematic Universe.

Dall'arco allo scudo

Jeremy Renner nei panni di Occhio di Falco in Captain America: Civil WarHDDisney/Marvel Studios

Iniziamo ad elencare chi potrebbe diventare il nuovo Capitan America, partendo dall'ipotesi meno probabile: Clint Barton alias Occhio di Falco. Nei fumetti infatti, l'arciere ha imbracciato lo scudo per un periodo estremamente breve, dimostrando però di poter essere un buon sostituto di Steve Rogers. 

Dopo la prima Civil War e l'apparente assassinio di Capitan America, il nuovo direttore dello S.H.I.E.L.D. Tony Stark riceve una visita a sorpresa di Clint, ritenuto morto fino a quel momento. Iron Man è alla ricerca di qualcuno che possa portare avanti l'eredità di Steve Rogers, un simbolo di cui il Paese logorato dagli eventi recenti ha assolutamente bisogno. Clint, dopo aver dimostrato di essere capace di lanciare e riprendere lo scudo, indossa il costume e si lancia in una notte nei panni di Capitan America. Dopo una discussione con la nuova Occhio di Falco Kate Bishop decide però che non è giusto sostituirsi in questo modo all'eroe americano e rinuncia al ruolo, restituendo la divisa.

Come detto, è improbabile che Clint possa davvero succedere a Steve Rogers. La sua esperienza nel ruolo nei fumetti, sebbene memorabile, è stata brevissima. Inoltre il contratto di Jeremy Renner dovrebbe essere vicino alla scadenza ed è quindi difficile che i Marvel Studios affidino a lui questo compito, con il rischio concreto di dover riassegnare lo scudo fra poco tempo. Tuttavia merita una menzione per completezza, anche perché durante il primo combattimento con Ultron anche l'Occhio di Falco cinematografico ha dimostrato di essere capace di usare al meglio l'iconico scudo di Capitan America. Anche se, probabilmente, si trattava solo di un piccolo easter egg per i lettori più esperti.

Il soldato d'America

Sebastian Stan nei panni del Soldato d'Inverno in Captain America: The Winter SoldierHDDisney/Marvel Studios

Bucky sarebbe sicuramente la scelta più ovvia come nuovo Capitan America. Questo personaggio ha infatti iniziato la sua avventura nell'MCU durante la Seconda Guerra Mondiale proprio al fianco di Steve Rogers, il suo migliore amico. Dopo la sua apparente morte in missione, è tornato nell'universo come villain, nei panni del Soldato d'Inverno sotto il controllo mentale dell'HYDRA. Cap però non ha mai rinunciato nel suo intento di riportare il suo amico dalla parte degli eroi e piano piano Bucky ha riacquistato il controllo su sé stesso, fino a combattere a fianco degli Avengers nella battaglia del Wakanda.

Il suo strettissimo rapporto con Steve Rogers e la somiglianza tra le loro storie rende Bucky un ottimo candidato come nuovo Capitan America. Il Soldato d'Inverno ha già ricoperto questo ruolo nei fumetti e ha dimostrato di saper maneggiare con maestria lo scudo anche nell'MCU, nell'iconico scontro con Iron Man in Captain America: Civil War. Il contratto di Sebastian Stan, interprete del personaggio, prevede ancora diverse pellicole prima di dover essere rinnovato, quindi anche da questo punto di vista non ci sono problemi.

Tuttavia, nelle ultime pellicole Bucky ha sviluppato una certa affinità anche con Black Panther, dopo un periodo passato in Wakanda per liberarsi definitivamente dal controllo mentale dell'HYDRA. È interessante notare come nella scena dopo i titoli di coda del film dedicato a T'Challa, i bambini si riferiscano a lui come White Wolf, alleato dell'eroe africano nei fumetti. È quindi possibile che il futuro di Bucky possa essere in Wakanda al fianco di Black Panther, invece che come successore di Steve Rogers.

Capitan Falcon

Anthony Mackie come Falcon in Captain America: Civil WarHDDisney/Marvel Studios

L'altro grande candidato alla carica di nuovo Capitan America è Sam Wilson, alias Falcon. Avendo lottato al fianco di Steve Rogers sin da quando è stato introdotto nel Marvel Cinematic Universe, è uno dei personaggi più legati all'eroe americano, insieme ovviamente a Bucky con cui ha un rapporto di simpatica rivalità.

Nonostante non abbia dato (ancora) prova delle sue abilità con lo scudo nel Marvel Cinematic Universe, Sam ha già assunto il ruolo di Capitan America nei fumetti. La sua esperienza è peraltro molto più recente rispetto a quella di Bucky, sebbene attualmente sia tornato nei panni di Falcon, restituendo il titolo al suo originale possessore

Se quindi i Marvel Studios dovessero decidere di individuare un nuovo Capitan America, Sam Wilson sarebbe una scelta assolutamente valida. Vale la pena tuttavia di ricordare che alcuni rumor hanno indicato questo personaggio come prossimo protagonista di una serie destinata alla piattaforma di streaming Disney, proprio al fianco di Bucky. Questo fa pensare che i piani per il futuro di Capitan America non prevedano un nuovo eroe che sostituisca Steve Rogers, almeno nel breve periodo. Tutto può cambiare però e magari fra qualche anno potrebbe essere proprio Falcon a raccogliere l'eredità del primo Vendicatore.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.