FOX

Game of Thrones, George R. R. Martin mostra (finalmente) i ragni di ghiaccio

di - | aggiornato

I ragni di ghiaccio, citati fin dalla prima stagione tra le creature al servizio del Re della Notte, sono stati finalmente svelati – e potrebbero fare la loro comparsa nella grande battaglia in Game of Thrones 8.

L'anziana Nan racconta a Bran dei ragni di ghiaccio nella prima stagione di Game of Thrones HBO

1k condivisioni 0 commenti

Condividi

ragni di ghiaccio dell'esercito degli Estranei sono tornati più che mai alla ribalta, mentre George R. R. Martin è al lavoro sul libro The Winds of Winter e mentre i fan sono in attesa di Game of Thrones 8. A farne parlare è stato proprio lo scrittore che, sul suo profilo Twitter, ha svelato in un'immagine che aspetto hanno queste terrificanti creature al servizio del Re della Notte. E chissà che non si rivelino protagoniste della grande battaglia che ci attende proprio nell'ultima stagione...

I ragni di ghiaccio del Re della Notte

Sul suo profilo Twitter ufficiale, George R. R. Martin scrive:

Ecco un'anticipazione dall'illustrazione di copertina di John Howe per il nostro calendario 2020 di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. In copertina trovate i leggendari ragni di ghiaccio che infestavano i più spaventosi racconti dell'anziana Nan.

Questo calendario, come anticipato qualche mese fa, sarà illustrato interamente da John Howe, noto per essere stato il direttore dei concept design della saga Il Signore degli Anelli.

Il riferimento di George R. R. Martin alla vecchia Nan, invece, ci riporta alla prima stagione di Game of Thrones – e, in particolare, a una scena che lascia supporre che questi enormi ragni potrebbero trovare il loro spazio in Game of Thrones 8.

Il racconto a Bran dell'anziana Nan

Poco dopo "l'incidente" con Jaime Lannister che gli portò via l'uso delle gambe, il piccolo Brandon Stark veniva mostrato in una scena mentre riposava sul letto. A fargli compagnia era l'anziana Nan, donna che accudiva i figli di casa Stark (e bisnonna di Hodor) e che raccontava loro delle storie per farli addormentare, basate sulla tradizione di Westeros.

Quando Bran le rivelava di amare le storie che fanno paura, la donna gli raccontava della Grande Notte che durò una generazione, che vide il Re della Notte discendere su Westeros in ottima compagnia:

In quell'epoca, gli Estranei arrivarono per la prima volta, si addentrarono tra città e regni, in sella ai loro cavalli morti, a caccia insieme ai loro branchi di pallidi ragni, grossi quanto cani da caccia.

L'illustrazione di John Howe ci mostra dei ragni decisamente più grandi di quelli del racconto dell'anziana Nan, quindi rimarrebbe da scoprire quali sarebbero le loro reali proporzioni – se quelle dell'immagine o quelle tramandate dalle storie.

Il Re della Notte a capo delle sue truppeHDHBO
L'esercito del Re della Notte conterà anche sui ragni di ghiaccio? Gli indizi dicono di sì

Qualsiasi siano le loro dimensioni, chi ha seguito tutti gli episodi di Game of Thrones sa che la stagione finale sarà quella della resa dei conti tra gli esseri umani e l'esercito del Re della Notte.

I racconti di Nan e l'illustrazione di Howe stanno provando a suggerirci che, oltre che sui giganti e (purtroppo) su un drago, gli invasori di Westeros potranno contare anche sui ragni di ghiaccio? Sarà necessario aspettare la messa in onda di aprile per scoprirlo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.