FOX

[Spoiler!]

Captain Marvel: la folle teoria su come Fury perderà un occhio non è poi tanto folle

di -

Il nuovo trailer di Captain Marvel ci ha mostrato un Nick Fury ringiovanito e con entrambi gli occhi. Ecco come e perché potremmo vederlo indossare la benda.

756 condivisioni 0 commenti

Condividi

"Di' un po', Nick Fury che aspetto ha?". Non provateci nemmeno a rispondere "cosa?", perché Samuel L. Jackson potrebbe ricordarsi dei suoi trascorsi pulp e farcirvi di piombo. Del resto Captain Marvel è ambientato proprio in quei primi anni '90 che fecero conoscere al mondo intero l'estro citazionista di Quentin Tarantino. Jackson, poi, nel film che celebra l'avvento nel MCU di Carol Danvers è ringiovanito digitalmente. Il che gli conferisce un aspetto che ricorda proprio il killer Jules di Pulp Fiction, senza permanente però.

Ma la versione young di Nick Fury - resa possibile dalla CGI - non solo restituisce capigliatura e giovane età al futuro leader dello S.H.I.E.L.D., bensì ce lo mostra con entrambi gli occhi, senza quindi la caratteristica benda da pirata con cui è sempre stato raffigurato il personaggio nei film del Marvel Cinematic Universe.

Ora, però, il nuovo trailer ufficiale di Captain Marvel, fa sorgere una domanda: assisteremo nel film con Brie Larson al modo in cui Fury perderà l'occhio? E se sì, su chi o cosa ricadrà la colpa? Avviso spoiler, potrebbe non trattarsi di un essere umano. Scopriamo il motivo.

Attenzione! Possibili spoiler!

Fury e i felini

Nel finale del nuovo trailer del film scritto e co-diretto da Anna Boden e Ryan Fleck (in arrivo nei cinema italiani il 6 marzo 2019) osserviamo un giovane Fury (Samuel L. Jackson) accarezzare (e fare la vocina affettuosa, addio reputazione) il gatto di Carol Danvers. Il felino, diversamente dai fumetti, si chiama Goose (un chiaro omaggio al partner di Maverick nel cult Top Gun) e, se venisse rispettata la natura dell'animale domestico, non dovrebbe appartenere al mondo terrestre.

Fury fa le carezze a GooseMarvel Studios
Fury incontra Goose

Nelle avventure a fumetti Marvel, infatti, il gatto di Carol Danvers (che non si chiama Goose ma Chewie) è un Flerken, una letale razza aliena simile per aspetto ad un soriano in grado di deporre uova, avvalersi di tentacoli e artigli e teletrasportarsi (nei fumetti è Rocket dei Guardiani della Galassia a mettere in guardia la Danvers dal pericolo Flerken).

Il punto è: perché mostrare un momento di tenerezza fra Fury e il gatto di Captain Marvel? Solo per smorzare un trailer a tutto action con una parentesi che risulta quasi comica, a stemperare così le emozioni del filmato? Sembra invece più il preludio ad una relazione - quella fra Fury e il gatto - che potrebbe risultare alquanto nociva per il futuro capo dello S.H.I.E.L.D. o, almeno, per il suo occhio. Una teoria che circola in queste ore, infatti, vuole l'apparentemente docile felino come la causa della perdita dell'occhio di Fury (che nel trailer presenta già una ferita all'arcata sopraciliare). Sarà così?

"Occhio" a Talos

Ben Mendelsohn in versione umana e SkrullHDEW

È sempre valida l'ipotesi alternativa, ovvero che a ferire Fury possa essere uno dei villain del film, Talos, interpretato da Ben Mendelsohn. Trattasi di un leader degli Skrull che ha guidato l'invasione sulla Terra della razza aliena. Nel film lavora sotto copertura per lo S.H.I.E.L.D. in qualità di capo (proprio) di Nick Fury. Hai visto mai che quella discussione sugli straordinari non pagati possa prendere una piega drammatica?

Nel cast di Captain Marvel, atteso per il prossimo marzo, troveremo anche Jude Law, Clark Gregg (Phil Coulson), Djimon Hounsou (Korath), Lee Pace (Ronan l'Accusatore), Lashana Lynch, Gemma Chan (Minn-Erva), Algenis Perez Soto, Rune Temte, McKenna Grace e Kenneth Mitchell.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.