FOX  

The Walking Dead, Jeffrey Dean Morgan non legge il fumetto di Kirkman

di -

Jeffrey Dean Morgan ha fatto un grande lavoro sul personaggio in Negan, in TV. La profonda diversità fra il suo Negan si accompagna alla scelta dell'attore di non leggere il fumetto di The Walking Dead.

216 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ci sono tre categorie di appassionati di The Walking Dead in versione televisiva: lettori del fumetto che vogliono scoprire le differenze con la storia che amano e seguono da tempo, fan della serie che si cimentano nella lettura del fumetto per raffrontare i due mezzi narrativi e appassionati di serie TV che preferiscono mettere da parte il fumetto per non rovinarsi nessuna sorpresa. Pur sapendo che le due storie hanno intrapreso direzioni diverse fin dal principio.

Con grande sorpresa di tutti, Jeffrey Dean Morgan ha recentemente dichiarato su Twitter che fa parte di quest’ultima categoria. Lo facciamo rientrare negli appassionati sebbene, pur essendo tecnicamente un addetto ai lavori, di passione nella sua interpretazione di Negan ce ne mette davvero tanto.

Inoltre ha stretto amicizia con i colleghi sul set - imperdibile la sua gag per l'addio a Andrew Lincoln - e si è sempre mostrato entusiasta di tutti gli aspetti della serie.

Rispondendo su Twitter a una domanda, l’attore ha dichiarato di aver smesso di leggere il fumetto di Robert Kirkman subito dopo l’introduzione del suo personaggio, per evitare di farsi influenzare nella creazione della sua versione di Negan.

Jeffrey Dean Morgan è NeganHDAMC
Negan a fumetti e in carne e ossa

In effetti, le due versioni del personaggio sono profondamente diverse.

A partire dall'aspetto fisico - il Negan disegnato è molto più "massiccio" del suo interprete in TV - sono più le differenze che le similitudini.

Una delle caratteristiche principali del Negan a fumetti, come tutti i lettori sanno, è la volgarità: si esprime in modo molto, molto più colorito di quanto fa Jeffrey Dean Morgan sullo schermo.

Oltre alle ovvie questioni di censura, che in TV avrebbero creato non pochi problemi, la ragione di questo cambiamento è da ricercarsi anche nella scelta di regalarci un Negan molto più "pacato" all'apparenza.

La sua crudeltà, lo ricorda il suo terribile ingresso sulla scena, non è stata limata, ma il modo di porsi rende più difficile, per i suoi nemici, credere che sia capace di tanto.

O, almeno, lo fa sperare ai telespettatori offrendo l'occasione per inserire nuovi colpi di scena.

Jeffrey Dean Morgan, nonostante le lamentele dei fan, ha probabilmente fatto la scelta giusta: vista la diversità del suo lavoro, conoscere con troppo anticipo alcune delle situazione che avrebbe dovuto interpretare avrebbe potuto influenzarlo.

E il suo lavoro di limatura del personaggio, stagione dopo stagione, sta riuscendo talmente bene che sarebbe un peccato, se cambiasse strategia.

Non credete anche voi?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.