FOX  

I momenti epici di The Walking Dead, N.24: la menzogna di Eugene

di -

Per molto tempo ha creduto di avere una missione. Uno scopo. Un bene superiore da perseguire, a qualsiasi costo. Poi, tutto crolla. In un istante. Con due semplici parole: ho mentito.

194 condivisioni 0 commenti

Condividi

Siamo di fronte a un momento davvero epico. Uno di quegli eventi che cambiano tutto, per sempre. Due parole che fanno la differenza. Per la storia di The Walking Dead e per quella dei suoi protagonisti.

Ho mentito.

Abraham è determinato a portarlo a Washington. Tanto da affrontare una situazione dalla quale non sarebbero usciti vivi, tanto da arrivare alle mani con Glenn e tanto da spintonare Rosita.  Eugene non può far altro che confessare, per fermarlo. Non è uno scienziato, non lo è mai stato. Non c’è mai stata alcuna missione segreta in direzione Washington. Soprattutto, non c’è e non ci sarà mai alcuna cura.

La rivelazione di Eugene, la sua grande bugia, arriva in un momento molto preciso: un momento in cui, paradossalmente, per salvarsi la vita deve confessare. Così come aveva mentito per salvarsi la vita all’incontro con Abraham. Senza di lui, Eugene non avrebbe avuto scampo - e Abraham si sarebbe sparato, come aveva deciso di fare. L’aver continuato a vivere, però, non è sufficiente a placare l’ira del sergente Ford.

Per un militare, avere una missione diventa l’unica ragione di vita. Quando viene a mancare, il senso di smarrimento è talmente grande da portare un uomo sull’orlo della follia. Proprio come succede ad Abraham. Durante la lunga confessione di Eugene, Abraham resta in silenzio. Ascolta le domande degli altri, il ricordo di tutte le persone che sono morte per proteggere Eugene. In nome di un bene superiore che, semplicemente, non esisteva. Abraham resta in silenzio. Ascolta, forse. O forse è solo perso nel vortice dei suoi pensieri. Poi, quando Eugene gli si rivolge direttamente, agisce.

Si alza e lo colpisce. Due pugni. Fortissimi, rabbiosi, devastanti. Seguito da un terzo che, insieme a un colpo contro il camion dei pompieri, mette Eugene k.o. Mette Rosita con la mano sulla pistola per fermare Abraham dal dargli il colpo di grazia.

E mette Abraham in ginocchio. D’ora in avanti, non sarà più lo stesso. Mai più.

I morti di The Walking Dead: chi ti manca di più?

Vota

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.